L’Amarone della Valpolicella docg 2016 in anteprima

L’Amarone della Valpolicella docg 2016 in anteprima

di Leonardo Romanelli

L’Amarone si presenta in quel di Verona con la degustazione ufficiale fatta al palazzo della Gran Guardia, mentre le famiglie storiche sono radunate nel ristorante di loro proprietà, l’Antica Bottega del Vino. L’annata in degustazione è la 2016 per le aziende del Consorzio, molto diversificata invece la scelta delle famiglie, con vini anche del 2011. Stupisce l’ampia presenza dei vini in botte, il che fa capire al degustatore l’andamento generale ma diventa più difficile dare un giudizio compiuto. Come presentata dallo stesso Consorzio, la 2016 è un’annata considerata nella norma senza problemi di maturazione

1 CLEMENTI CLASSICO BOTTE
All’occhio è rubino dove già si nota il riflesso granato. La ciliegia sotto spirito appare evidente, poi note di confettura di ciliegia, quindi fragola. In bocca si allarga bene, tannino domato, caldo molto pungente. Trova un finale gustoso, ben allineato al fruttato del naso. 87

2 FASOLI GINO  Alteo BOTTE
Rubino, vivo e luminoso. Bel naso ampio, frutti compositi di bosco, poi note eleganti di chiodi di garofano. Bocca morbida e succosa, elegante e potente, tesa al punto giusto. Finale in crescendo notevole, succoso ed ampio. 90

3 F.LLI DEGANI  CLASSICO
Tonalità rubina  di buona luminosità, senza eccedere. Naso terziario andante all’inizio, con cuoio e tabacco che predominano, poi note pulite di prugna. Corpo solido, bilanciato, tannino cremoso ma presente, nerbo invitante per un finale di buona lunghezza. 88

4 ZENI 1870 CLASSICO VIGNE ALTE
Bella la vista, ben articolata. Carne cruda iniziale, ematico,poi minerale, con note fruttate fresche di ribes. In bocca è caldo, sodo, succoso, vibrante, con freschezza gustosa, pieno. Finale vellutato, non invadente in buona armonia. 90

5 VILLA SAN CARLO BOTTE
Colore rubino con elementi porpora che si affacciano, poi bouquet in divenire. Note terrose, poi macchia mediterranea come alloro, quindi frutti neri, ribes e mirtillo. Bocca fresca, vivace , integra, ben articolata per un finale  di bella tenacia. 90

6 ZANONI PIETRO BOTTE
Porpora, ancora vivace, quindi note intense di frutti, ancora però sentori di caramella, poi bubble gum. Dopo, con calma, torrefatto e tabacco. In bocca è contratto rigido, poco intento ad allungarsi. Il finale è ancora da venir fuori. 82

7 LAVAGNOLI
Bel rubino granato cangiante alla vista, poi un naso dove domina sangue e fragole, carne e terra, affumicato. Bocca di buon peso, succosa, potente, elegante, carnosa. Finale in bel divenire, non convenzionale. 92

8 CA’ DEI FRATI Pietro Dal Cero  BOTTE
Intenso davvero alla vista, di un rubino regolare. Ancora fatica ad esprimersi, molto lieve, terra e frutti di bosco, quasi un orto di erbe aromatiche, poi ribes rosso. Intrigante l’impatto in bocca fresco e di buona tessitura, invitante nel finale, appetitoso. 91

9 CA’ RUGATE Punta 470 BOTTE
Limpidezza che domina sul rubino invitante. All’esame olfattivo compaiono note floreali di geranio, iniziali, poi erbe aromatiche, come  mentuccia ed erba cedrina, per un fruttato composito finale. In bocca è caldo, sodo, succoso, potente. Finale buono un po’ limitato. 88

10 LE BIGNELE CLASSICO BOTTE
Porpora, evidente. L’impatto olfattivo è dominato dall’acetone per unghie all’inizio, poi timo, dragoncello e salvia, un po’ di mirto. Arriva un fruttato variegato, un po’ di caramella, bocca ben costruita ma senza grande sviluppo. Finale medio. 83

11 TENUTA CHICCHERI
Porpora tout court. Un naso vegetale, con cenni di peperone verde iniziali, poi note di erbaceo, poco riconoscibile e infine il frutto. Prugna e ciliegia supportate da mirtilli. Discreto l’ingresso in bocca, invitante gradevole. Finale senza sorprese, lungo al punto giusto. 88

12 GIUSEPPE CAMPAGNOLA CLASSICO Vigneti Vallata di Marano
Alla vista è ordinato, il rubino che si trasforma in granato. All’olfatto è lieve, molto delicato, scopre piano piano le note di frutti di bosco, poi la salvia e il rosmarino, cenni di pepe bianco. Avvolgente l’ingresso in bocca compreso, ordinato, sviluppo regolare del corpo, tannini cremosi, finale medio. 90

13 I TAMASOTTI BOTTE
Porpora alla vista, freschissimo. Bel vegetale iniziale, poi floreale di geranio, poi ancora note fresche con cenni balsamici, quindi fruttato di prugna. Bocca calda soda, compressa, tannini da sciogliere retrogusto di confettura. Finale da svolgere con calma.  87

14 TINAZZI Ca’ dei Rocchi- La Bastia
Porpora, evidente all’occhio. Note intense di frutti di bosco assortiti, quindi timo, anche note di tamarindo. Bocca di buon peso, succosa. Fresco, vivace ed elegante, di beva efficace e tannini cremosi, di ampia e delicata trama. Finale sodo e gustoso. 91

15  VALENTINA CUBI CLASSICO  Morar BOTTE
Limpido nella sua espressione rubina. Naso riflessivo, si esprime con calma, tira fuori note inusuali di tè. Poi pout pourri floreale. Al gusto inizia con impatto fresco, tannini cremosi e lievi. Non immenso il calore alcolico, quindi bilanciato. Finale ordinato e calmo, senza spinta. 88

16 ILATIUM MORINI  Campo Leon  BOTTE
Bel porpora intenso e scuro. Naso complesso e vario, confetture assortite da lamponi a ciliegie con note fresche di menta e pepe verde. Al gusto è concentrato, complesso, di buona tenuta, con acidità e tannini da resettare. Finale invitante e di bella persistenza. 87

17 LA COLLINA DEI CILIEGI VALPANTENA
Limpidezza rubina in evidenza, poi il naso ha bell’ampiezza: prima minerale, poi tostato lieve, di caffè, qundi frutto nitido e tranquillo, ribes e mirtillo. Bocca lieve all’impatto, solida, equilibrata, rilassata nei tannini su un finale prolungato di bella freschezza. 92

18 SANTA SOFIA  CLASSICO BOTTE
Porpora ben equilibrato alla vista. La parte olfattiva si esprime con dovuta cognizione: fiori come viola, frutti come prugna e ciliegia, spezie tipo cannella e chiodi di garofano. Compresso ma agile in bocca, si allarga in fretta con parte tannica di buon sviluppo. Finale piacevole. 90

19 MONTECI  CLASSICO BOTTE
Bel rubino ardito. Frutti neri freschi ed assortiti, poi note vegetali invitanti e discrete, qualche nota di noce moscata. In bocca è caldo e sodo, evidente, poco discreto nella gestione tannica. Finale ancora in tensione da mettere a posto. 86

20 NOVAIA CLASSICO Corte Vaona BOTTE
Lieve al colore, che rimane ancora porpora. Un naso in divenire, dove le note fresche mentolate si allineano a sentori di frutti neri come more  e note di china. Fresco l’impatto in bocca, molto vivo e vivace. Bocca calda e ben articolata nella parte tannica, ampia e soda. Finale succoso. 88

21 VIGNETI DI ETTORE CLASSICO
Bel colore rubino, con note ancora porpora. Bouquet non immenso, note di frutti di bosco, ben articolate, qualche cenno speziato di pepe bianco. Buono al gusto, morbido e setoso, dai tannini efficaci e sottili. Finale preciso, pieno e forte. 89

22 ACCORDINI STEFANO CLASSICO Acinatico
Granato evidente. Naso dove si riconoscono note terrose, di castagne, finocchietto, foglie, poi frutto integro, come prugna, qualche nota di pelliccia e inchiostro. Pieno il corpo solido, potente, dai tannini a trama fine. Finale bello e succoso. 91

23 ALBINO ARMANI CLASSICO BOTTE
Porpora di bella luminosità alla vista. Un bagaglio aromatico che comprende note di viola poi cenni di vaniglia, appena chiodi di garofano. Bocca calda e succosa, evidente la vena acida bilanciata ed i tannini presenti da calibrare. Finale in crescendo gustativo, con buone potenzialità. 88

24 ROCCOLO GRASSI
Porpora elegante alla vista. Il bouquet è di bella ampiezza, senza strafare. Note intense, di pelliccia e tabacco accennati, poi frutto maturo, anche confettura. Cotognata. In bocca è caldo, appena pesante in ricerca di equilibrio per i tannini. Finale in lieve lunghezza. 88

25 BENNATI
Porpora intenso all’esame visivo. Vegetale che si innalza all’olfatto, poi note di china e tamarindo lievi, geranio come floreale e fruttato di ciliegia. Bocca di buon peso, ordinata, succosa e valida. Corpo equilibrato, tannino medio, finale in crescendo senza eccessi. 90

26 BERTANI VALPANTENA
Porpora piacevole. Naso intenso e vivace, frutti neri e frutti rossi in bella combinazione, quindi liquirizia e note terziarie di tabacco. Bocca austera, importante, tannini fini e compenetrati. Finale in crescendo succoso e lungo, dal retrogusto intrigante. 90

27 SARTORI CLASSICO BOTTE
Vivace la colorazione porpora intensa. Naso di caramella, chewingum, poi poco fruttato variegato. Bocca di buona intensità all’impatto, facile, gradevole senza grande larghezza  Finale di buona persistenza ma ancora da equilibrare. 87

28 SECONDO MARCO CLASSICO Reius BOTTE
Porpora, bella luminosità alla vista. Fresco al naso, fruttato senza eccessi, minerale, compresso, anche roccia. Bocca di buon peso, senza particolari complicazioni, equilibrato nei tannini. Pieno e rotondo nel finale, elegante con buona persistenza. 88

29 BROLO DEI GIUSTI BOTTE
Rubino e riflessi porpora all’esame visivo. Bagaglio aromatico sufficientemente ampio, frutti di bosco sotto spirito, anche uvetta insieme a ciliegia, cenni speziati. In bocca è caldo e sodo, succoso, lineare e tranquillo nel suo svolgimento tannico. Finale in crescendo. 88

30 CAMERANI MARINELLA Botte 65 Vigneto Adalia BOTTE
Porpora vivace e intenso ma limpido all’occhio. Frutto prevalente al naso, dove vengono fuori note eleganti di ciliegia e prugna, con cenni amaricanti di china. In bocca buon peso, svolgimento ordinato dei tannini, senza eccessi. Finale in bella persistenza. 88

31 MONTE DEL FRA’ CLASSICO Tenuta Lena di Mezzo
Porpora, deciso alla vista. Naso fresco, lineare, intenso: frutti ben  determinati e precisi, ribes e ciliegia puliti, note di erbe aromatiche come rosmarino, quindi terra lieve. Bocca di buon peso, succosa e calibrata nei tannini, agile. Finale in bello sviluppo. 89

32 CANTINA VALPANTENA VERONA Torre del Falasco  BOTTE
Porpora, pulito e preciso all’occhio. Note fresche, invitanti, di frutti spremuti, tipo lamponi e ciliegie poi cenni floreali, di ortensia. Frutti anche essiccati, come prugna. Bocca di buona  ampiezza, non  immensa in larghezza ma gradevole. Finale piccolo. 88

33 CANTINE GIACOMO MONTRESOR CLASSICO Capitel della CrosaraBOTTE
Porpora, evidente alla vista. Naso intenso all’impatto, di frutti rossi  come prugna e ciliegia, poche note aromatiche di alloro. Bocca di buon peso, vivace, pulita e succosa con tannini appena evidenti. Finale in  crescendo regolare. 86

34 LE GUAITE DI NOEMI BOTTE
Porpora, di bella intensità all’occhio. Naso bello come impatto penetrante, fresco, quasi balsamico. Vegetale di peperone e poi anche frutti rossi come ribes. Pieno, ricco, succoso e largo nel gusto, dai tannini ben stesi. Finale in crescendo notevole. 91

35 CORTE FIGARETTO  VALPANTENA Brolo del Figaretto BOTTE
Porpora e lieve granato nell’esame visivo. Sensazioni di cenere, lieve, pelliccia e cuoio accennati, minerali, note  appena tostate ma assorbite quindi frutto variegato. Bocca solida, tannino ben definito, percepibile ma appetitoso. Finale in lunghezza gradevole e stimolante. 90

36 COSTA ARENTE  VALPANTENA BOTTE
Porpora bello alla vista. Foglia di pomodoro, note di carne, ematico come impatto iniziale, quindi frutto composito. Bocca solida e gustosa, ricca, lunga e articolata nello svolgimento dei tannini. Finale in bella potenza. 90

37 DAL CERO IN VALPOLICELLA BOTTE
Rubino che vira sul granato nella parte visiva. Note vegetali intense, frutto spremuto come ciliegia e prugna, anche pomodoro verde, poi concentrazione di confettura di more. Bocca calda, compatta, tannini ben definiti. Finale in crescendo. 89

38 DOMINI VENETI  CLASSICO
Colore che sta tra  il rubino e il porpora, ancora vivo. Esame olfattivo che dimostra un fruttato classico di ciliegia prugna. Bocca di buon peso, soda, succosa, dai tannini ben presenti , da equilibrare, anche   invitante. Finale pieno e sufficientemente lungo.  88

39 VILLA RINALDI Corpus BOTTE
Granato leggero con note ancora rubine all’occhio. Naso di acetone spinto, poi riesce a far venire fuori fruttato sotto spirito. Cenni di spezie come zenzero. Bocca di bella potenza, un po’ acidula ma ben combinata con i tannini. Finale lungo e complesso. 88

40 F.LLI DEGANI La Rosta CLASSICO
Rubino con bei riflessi granati, limpido alla vista. Note fruttate variegate intense, nella parte olfattiva, spezie poco vegetali. Al gusto  l’attacco è solido, equilibrato, tannini fini, senza slancio finale ma di piacevole persistenza. 88

41 FALEZZE DI LUCA ANSELMI
Rubino riflessi porpora all’esame visivo. Il  naso  appena vegetale al primo impatto, elementi fruttati lievi tipo ribes e mirtillo, poi floreale accennato pot pourri. Bocca di buon peso, succosa con tannini di buona trama sottile. Finale in crescendo notevole. 89

42  VIGNA ‘800 CLASSICO BOTTE
Rubino con sfumature granata a livello olfattivo. Note intense di frutto maturo, toni appena minerali, poi erbe aromatiche accennate, con note balsamiche finali. In bocca è caldo, sodo, gustoso, potente dai tannini setosi  in bello sviluppo finale. 91

43  FATTORI BOTTE
Porpora all’esame visivo. Frutto intenso come primo impatto olfattivo , more, ribes e mirtillo quindi speziato di pepe e chiodi di garofano. Al gusto la bocca è solida lineare bella e fresca con  tannini fini. Finale lungo e retrolfatto invitante. 90

44 GAMBA CLASSICO Campedel BOTTE
Porpora all’esame visivo. Nella parte olfattiva si presenta pulito al naso, fresco di note di zenzero e menta quindi fruttato di ribes e mirtillo con note invitanti speziate. Finale lungo e caldo, dai tannini bilanciato , gradevole. 89

45 GIOVANNI EDERLE
Granato/porpora nella parte visiva. Il bagaglio aromatico è ampio e variegato con note animali di pelliccia, minerali, cuoio, frutti maturi, come prugna Buono l’attacco in bocca viva, esplosiva, varia con trama tannica ben distribuita. Finale in crescendo. 91

46 PASQUA VIGNETI E CANTINE BOTTE
Porpora/granato nella parte visiva. Per il bagaglio aromatico si presenta animale appena poi  terra evidente, erbaceo accennato di timo, quindi fruttato di frutti di bosco. La bocca è valida e succosa, con tannini gradevoli. Finale invitante e pieno. 90

47 RIONDO -COLLIS BOTTE
Porpora nella parte visiva. Amaricante, china, quasi vermouth nel bagaglio aromatico poi frutti neri caldi. La bocca è lieve, succosa, piccola in ampiezza, tannini delicati. Finale con retrogusto di liquirizia. 88

48 ALDEGHERI CLASSICO BOTTE
Porpora nella parte del colore. Non molto nitido al naso, sentori impastati con frutti rossi in prevalenza non troppo riconoscibili: anche sentori di viola e cenni erbacei. Bocca calda e soda molto compatta. Finale piccolo. 85

49 BOLLA CLASSICO BOTTE
Rubino pulito e limpido alla vista. Naso pulitissimo, fresco, vivace, minerale e frutti neri come mora e mirtillo. Bocca dall’impatto solido, gustosa, saporita. Finale lungo e piacevole con tannini di trama sottile.  89

50 BOTTEGA BOTTE
Rubino all’esame visivo. Dapprima animale al naso, poi potente e deciso nella componente fruttata di mirtilli e more maturi. Erbaceo lieve di salvia. Bocca composta senza eccessi con un finale compresso da buone potenzialità. 88

51 ZYME’ CLASSICO BOTTE
Rubino, riflessi porpora nella parte visiva. Frutta intensa spremuta come impatto olfattivo, ribes e ciliegia. Bella, vivace, potente la bocca calda e soda, succosa, elegante  e piena, tannini croccanti. Finale lungo e complesso. 90

52 TENUTA SANTA MARIA DI GAETANO BERTANI CLASSICO RISERVA BOTTE
Rubino nella parte visiva. Conserva di pomodoro, foglia sempre di pomodoro poi note di sangue ed un fruttato variegato. Bocca molto fresca, piena nel volume, ancora da equilibrare, tannino percepibile da svolgere ancora. 86

53 SELUN D MARCONI LUIGI BOTTE
Rubino all’esame visivo. Nel bouquet esprime  frutta sotto spirito come ciliegia, e poi spezie da vin brulé. Al gusto si dimostra succoso, dai tannini ben definiti in bella trama con finale pieno e caldo. 89

54 SANTI
Rubino alla vista. A livello olfattivo  si mostra subito con sentori fruttati classici, quindi cenni speziati di noce moscata e cannella. L’attacco in bocca lo trova solido, corretto nella parte tannica, fresco. Finale in crescendo. 88


FAMIGLIE STORICHE


1 ALLEGRINI CLASSICO 2015
Porpora alla vista. Nitido, pulito, bello e  affascinante nel bouquet: canfora, frutti di bosco, potente. Bocca intensa e soda, tesa, tannini cremosi e ben inseriti, efficace, pulita. Finale lungo e complesso. 94

2 BEGALI  CLASSICO 2015
Rubino all’esame visivo. Naso intenso, di spezie assortite, curcuma e pepe, poi note di chiodi di garofano e fruttato composito di frutti di bosco. Bocca solida e gustosa, intrigante e piena, tannino ben articolato. Finale succoso e caldo. 89

3 BRIGALDARA 2015
Rubino, molto limpido, gradevole alla vista. Naso da frutti neri bilanciati, etereo, elegante, di buona ampiezza, tabacco e cuoio ben presenti. In bocca è solido e gustoso, levigato nella parte tannica, fruttato che torna in buona armonia. Finale delicato. 91

4 GUERRIERI RIZZARDI CLASSICO 2011
Rubino, granato, estremamente limpido alla vista. La confettura domina sulla parte olfattiva con note di ciliegia e more, poi prugna, note di pesca cotogna. Poi vegetale evoluto, anche china. Bocca succosa e solida, tannini cremosi elegante. Finale in piena  spinta. 90

5 MASI CLASSICO 2015
Porpora e riflessi rubini nella parte visiva. Minerale, intenso, pietra e roccia, animale accennato, note evolute di china, non pulitissimo. Bocca compressa, solida, soda, intensa, con tannini ancora da amalgamare. Finale in buona lunghezza. 86

6 MUSELLA 2013
Porpora nella parte visiva. Naso composito, dove il frutto ha tanto di confettura variegata, però dimostra di possedere note terziarie di cuoio, tabacco, liquirizia, tamarindo. Impatto pieno, tannini ben definiti ancora percepibili. Finale gustoso  e pieno. 88

7 SPERI CLASSICO 2015
Rubino intenso alla vista. Naso molto chiuso, all’inizio, poi note di frutto difficile da decifrare, frutti di bosco generici. Anche note torrefatte. Meglio in bocca dove si libera con un corpo solido, lineare, fresco e pulito. Finale in maggiore scioltezza vivace. 89

8 TEDESCHI Marne 180 2016
Porpora nella parte visiva. Per l’olfatto si mostra  fresco, vivace, balsamico e mentolato, quindi  frutti neri come mirtilli ed erbe aromatiche come alloro e mirto. Bocca solida e gustosa, lieve. Finale saporito e potente. 92

9 TEDESCHI  CLASSICO RISERVA Capitel Monte Olmi 2013
Rubino granato nella parte visiva. Note di carne cruda, piccoli cenni ematici e minerali, poi pelliccia e cuoio. In bocca è solido e gustoso, di bella eleganza, saporito e dinamico, pieno. Finale in  bella potenza. 93

10 TENUTA SANT’ANTONIO Antonio Castagnedi 2015
Rubino con  tendenza granato. All’olfatto deve esprimersi ancora, fa fatica a tirare fuori inizialmente poi note di selvaggina, poi cuoio, poi cassapanca. Il frutto arriva con calma, tonico, cordiale, pieno, di bella tessitura. Concentrato con note torrefatte evidenti. Finale in crescendo, con liquirizia e cuoio in retrogusto. 90

11 TOMMASI 2015
Rubino con riflessi granati all’occhio. Tante erbe aromatiche e tanti frutti piccoli, però maturi al punto giusto. Di spezie, pepe e noce moscata il resto del bouquet. Al gusto si mostra elegante, solido, succoso, di bella vivezza. Sano, integro, trama tannica invitante. Finale in bello spolvero. 93

12 TORRE D’ORTI 2016
Porpora, vivace alla vista. Note molto intense al naso, belle frutti di bosco, tocco di vaniglia, fiori essiccati, qualche nota balsamica, poi mentolata. Bocca morbida e succosa, moderno, cremoso, tannini fini e delicati. Finale in crescendo. 92

13 VENTURINI CLASSICO 2015
Porpora, deciso per la parte visiva. Note freschissime delicate, timo, alloro, note anche di erba cedrina, poi frutti rossi e neri, di bosco, pepe bianco. In bocca è delicato, soffice, armonioso, per la parte tannica. In bocca è morbido, delicato, pieno. Finale in  crescendo. 91

14 ZENATOCLASSICO  2015
Porpora. Naso di cenere, tabacco, cuoio come impatto iniziale poi note animali, potenti, pelliccia, cuoio. Bocca solida e gustosa, elegante, dai tannini ben svolti. Finale bello e deciso, pieno, in  bella crescita succosa. 90

 

(Foto: cantina sociale san pietro in cariano)

avatar

Leonardo Romanelli

“Una vita con le gambe sotto al tavolo”: critico gastronomico in pianta stabile, lascia una promettente carriera di marciatore per darsi all’enogastronomia in tutte le sfaccettature. Insegnante alla scuola alberghiera e all’università, sommelier, scrittore, commediografo, attore, si diletta nell’organizzazione di eventi gastronomici. Mescolare i generi fino a confonderli è lo sport che preferisce.

3 Commenti

avatar

HappyWiners

circa 5 mesi fa - Link

Ci siamo stati anche noi e devo dire con piacere, che mi ritrovo nei migliori assaggi. Forse solo a Santa Maria di Gaetano Bertani e a Ilatium Morini, avrei dato qualche punto in più.

Rispondi
avatar

Littlewood

circa 5 mesi fa - Link

Ora con tutto il bene che posso volervi....ma nn vi sembrano dei punti un tanticchio esagerati? Certi vini poi che arrivano o sfiorano i 90 pt sono incommentabili....tra l' altro una manifestazione che sia qualitativamente che quantitativamente ha perso moltissimo di significato...

Rispondi
avatar

nicolo Seminara

circa 5 mesi fa - Link

Amarone della Valpolicella DOC?

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.