Io nei commenti trovo sempre cose

Io nei commenti trovo sempre cose

di Fiorenzo Sartore

Una volta qui, nei blog, dicevamo che la parte migliore sta nei commenti. Ora non voglio togliere nulla a Lisa e al suo post molto bello, però è arrivato questo commento a, come dire, attivare sinapsi.

“Sono state volutamente alzate le rese in pianta ed eliminata l’aggiunta — occasionale — di vino passito. L’idea alla base di tutto (da una chiacchierata col produttore tempo fa) era avere un vino più snello ed elegante nel rispetto delle caratteristiche che lo hanno visto nascere”.

Ecco, parliamone. Fare vino naturale è anche questo, ed è buffo che io debba ricicciare (scusate) una cosa che ho scritto solo un post fa: “ogni produttore persegue la sua idea di vino”. Per farlo adegua il lavoro della vitis vinifera, in questo caso lascia produrre un po’ di uva in più, e qui ci sta tutta la naturalità che non ha (non avrebbe) un altro tipo di produzione, che per esempio diminuisce le rese per aumentare la concentrazione. Bene.

Però ho immaginato anche altro – e sì questa seconda parte è un’illazione, ma ho immaginato che quel produttore non abbia innalzato al massimo quella resa. Insomma va bene avere un vino più snello ed elegante ma anche nel rispetto delle caratteristiche che lo hanno visto nascere. Quindi insomma mica lasciamo che diventi acqua, un po’ di trama ci deve pure essere. E allora aumentiamo un po’ la resa, ma a un certo punto si interviene.

E questo lo fanno tutti. No? Forse non lo fanno quelli che “sia quel che sia, venga come venga”, ma poi ci sta che arrivi qualcuno che assaggiando dica: no, guarda, quest’annata ti è andata male. Forse era meglio intervenire. E penso anche che quando il movimento del vino naturale avrà raggiunto una qualche serena consapevolezza sull’utilità di fare qualcosa, qualsiasi cosa, sarà un bel giorno per tutti. Per il movimento, e per quelli come me che bevono vini naturali.

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

1 Commento

avatar

Littlewood

circa 12 mesi fa - Link

Scusa ma tagliamo la testa al toro: ma chi ha detto che i produttori "naturali,, ( ma ne' esistono di innaturali?) nn fanno nulla ne' in vigna ne' in cantina?? Le capre gli incapaci, i parvenue di questo mestiere dicono questo!!. Io cito solo una persona che credo NESSUNO possa mettere in discussione : JOSKO GRAVNER."fare le cose giuste al momento giusto,, Appunto FARE!!!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.