Il concorso per la migliore cantina in aereo: and the winner is…(Bonus: infografica da sballo)

di Antonio Tomacelli

Il premio per il “concorso enologico più figo della settimana” se lo aggiudica Skyscanner, il sito che, dopo aver confrontato le tariffe di volo, permette l’acquisto online per centinaia di destinazioni in tutto il mondo. Skyscanner ha sottoposto a 21 esperti e giornalisti i vini serviti a bordo delle principali compagnie aeree in classe economica e la giuria, presieduta dal wine writer Tom Cannavan ne ha premiate due. La Thomson ha stravinto nella categoria vini rossi grazie al Finca La Linda, Cabernet Sauvignon 2011 che ha staccato di prepotenza i concorrenti, mentre la Lufthansa si è aggiudicata il premio nella categoria vini bianchi con un Riesling della Mosella della cantina Peter & Peter. Questo il giudizio generale sui vini a bordo di Tom Cannavan:

Tutti i giudici sono stati d’accordo sul fatto che i vini bianchi offerti dalle compagnie aeree leader erano di qualità elevata. Tra i rossi c’erano più differenze, ma nel complesso sono rimasto impressionato dal livello di vini offerti durante il volo. I risultati stanno a dimostrare che se le compagnie aeree scelgono con attenzione, possono trovare vini gustosi e di buona qualità da offrire tra i cieli ai loro clienti. Lufthansa mette chiaramente in mostra alcune delle migliori produzioni tedesche di vino con un Riesling molto grintoso, mentre i clienti della Thomson dovrebbero cominciare la loro vacanza nel migliore dei modi vedendosi offrire un vino di alta qualità come quello del buon produttore argentino.”

Anche in volo dunque si può bere decentemente ma non si beve “italiano”. Nessuna delle nostre denominazioni è presente nei primi cinque posti delle categorie (vedi tabella) e l’Alitalia, che dovrebbe essere la nostra compagnia di bandiera, ha ammainato, sconfitta, il vessillo. Ma si beve davvero così male sugli aerei italiani? Vogliamo proporre qualche boccia a buon prezzo per la classe economica, qualcosa che sia simbolo della nostra amata patria? Insomma, qual è il Riesling de’ noantri?

P.s.: Per rispondere vi toccherà uno scrolling da paura: l’infografica di Skyscanner era troppo bella per perdersela!

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

5 Commenti

avatar

Jean

circa 7 anni fa - Link

Io non ho mai bevuto su un aereo, ma a quanto pare mi sono perso qualcosa.

Rispondi
avatar

Daniele

circa 7 anni fa - Link

Concordo sul Riesling della Mosella di Lufthansa! Piacevole! Tornando da NY alle 2 del mattino di non so quale fuso..che altro ti vuoi scolare in mezzo a bambini urlanti.. ; )

Rispondi
avatar

Daniele

circa 7 anni fa - Link

E comunque "Lufthansa ordina 200.000 bottiglie ogni 6 mesi" Di che formato??? Il Quartino immagino...

Rispondi
avatar

Federico

circa 7 anni fa - Link

Ci vuole cantina con grandi numeri, prezzi concorrenziali e vino di qualità almeno media. Ho due proposte: - Lambrusco Concerto di Medici Ermete ... e ve le immaginate le bottigliette da 1/4 da cui partono tappi volanti per la carlinga! E poi volete mettere un rosso con le bolle: valore aggiunto senza compromessi. :-) - Salice Salentino Maiana di Leone de Castris. Qui si balla di meno, ma sarebbe un bel premio al rinnovamento agricolo e all' immagine della migliore Puglia produttiva. Ci potrebbero essere anche Chianti o Nero d'Avola, ma a questi prezzi, con numeri così grandi e produzioni a questo livello, faccio fatica a farmene venire qualcuno in mente. p.s.: nella noia dei viaggi, specialmente lunghi, un sorso di vino è spesso vissuto dal viaggiatore come uno dei pochi momenti piacevoli. Investirci è sicuramente segno di lungimiranza aziendale.

Rispondi
avatar

Green Manalishi

circa 7 anni fa - Link

Lufthansa "best in class" sempre, secondo me, anche in economy ogni volta ti propone non meno di due bianchi e due rossi sull'intercontinentale e uno+uno sui voli europei, sempre di buon livello e sempre senza dover pagare supplementi.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.