I vini di Veronelli 2010. Non tutti e quattrocento, per carità

di Antonio Tomacelli

I Vini di Veronelli 2010Ero lì che mi chiedevo se quest’anno sarei riuscito a bere un vino non premiato dalle guide, quando sono arrivati i risultati de I Vini di Veronelli 2010. Siamo all’apoteosi. Solo per leggere i premiati serve un trimestre, che facciamo, ci ritroviamo qui? 3.013 aziende, 265 esordienti, 17.235 vini descritti, 2.038 all’esordio. I due curatori Gigi Brozzoni e Daniel Thomases assegnano le SuperTreStelle (punteggio superiore a 93 centesimi) a 375 vini. Ma non basta. Ce ne sono altri 14 che sfiorano la perfezione. Siccome c’è vita oltre le guide, e perché mai dovrei perdermela, mi limito a segnalarvi solo questi.

Al Seminario Veronelli, per la prima volta editore della guida, piace vincere facile. E’ questa la prima considerazione. Nel red carpet sfilano Gaja, Antinori (2), Ornellaia, Falesco, Caprai, c’è un premio per ogni bestsellerista dell’enomondo. Alla lunga il cast di tutte stelle annoia, ma lo sappiamo che la “Veronelli” non gioca d’azzardo.

Il resto dei premi leggetelo qui ma credetemi, dopo i 154 vini della Toscana e i 78 del Piemonte sarete sopraffatti da un’irresistibile voglia di prati in fiore e raccolta di funghi. Altro che mandare a memoria i 16 vini del Canton Ticino.

I migliori 14 vini della guida I Vini di Veronelli 2010.

99 – Galardi Terra di Lavoro Roccamonfina Rosso 2007
99 – Avignonesi Vin Santo di Montepulciano Occhio di Pernice 1997
98 – Ornellaia Masseto Toscana 2006
98 – Antinori Solaia Rosso Toscana 2006
98 – Falesco Marciliano Umbria 2007
97 – Molettieri Salvatore Taurasi Riserva Vigna Cinque Querce 2004
97 – Gaja Langhe Nebbiolo Sorì Tildin 2006
97 – Terre Nere Etna Rosso Prephilloxera Vigneto di Don Peppino 2007
97 – Guado al Tasso Bolgheri Superiore Guado al Tasso 2006
97 – Le Macchiole Messorio Rosso Toscana 2006
97 – San Luigi Fidenzio Toscana 2006
97 – San Giusto a Rentennano Vin San Giusto 2004
97 – Arnaldo Caprai Montefalco Sagrantino 25 Anni 2006
97 – Colpetrone – Saiagricola Montefalco Sagrantino Gold 2005

Immagine: Italia a tavola

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

1 Commento

avatar

Alberto

circa 10 anni fa - Link

Sempre meno dei 392 Tre Bicchieri della Todos Caballeros nuova Guida del Gambero... insomma più parchi nella premiazione il Veronelli rispetto al Gambero, solo che quest'ultimi li stanno facendo uscire con il lumicino... poco per volta con la speranza che non ci si accorga che hanno premiato una cantina su 5 presente in Guida... Forse perchè così sperano che ci siano più iscritti alle degustazioni di NY, Los Angeles, San Francisco e Germania.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.