Guru contro guru | Michel Rolland attacca Jonathan Nossiter nel suo nuovo libro

di Fabio Cagnetti

Lo zoccolo duro dei lettori di Intravino avrà ben presente l’impietoso ritratto che Jonathan Nossiter fa, nel docu-cult Mondovino, di Michel Rolland, l’enologo volante per antonomasia, consulente di circa 250 aziende in tutto il mondo, a cominciare da Bordeaux ma arrivando fino in Argentina, Cina, Bulgaria e magari, domani, anche su Marte. La vendetta è un piatto che si consuma freddo e chi meglio di un super-enologo può conoscere il valore di un lungo affinamento? Ecco quindi che, otto anni dopo Mondovino, Rolland dà alla luce il suo libro, intitolato con malcelata modestia “Le gourou du vin”, Il guru del vino, in cui uno dei cinque capitoli è una sperticata agiografia di Robert Parker e un altro è interamente dedicato a Nossiter.

Il regista americano viene definito un “no-global” e un “giansenista”, e Rolland sottolinea come il messaggio del film, carico di “risentimento e cinismo belligerante”, fosse “errato”. Ritiene Mondovino “pieno di clichè e di opportunità per fare soldi”. In un’intervista all’AFP, ha aggiunto: “Personalmente non ho niente contro di lui, ma non lavorerà mai più nel mondo del vino… ha mistificato la realtà, ed è quello che voglio spiegare nel mio libro”, libro che non definisce una biografia quanto “una storia piuttosto originale che nessun altro ha vissuto, e che, a mio parere, nessun altro vivrà mai”. L’enologo fa poi notare come Nossiter sia praticamente sparito dalla circolazione… Michel, forse dovresti farti un giro qui a Roma!

Notizia correlata: forse non tutti sanno che la versione di Mondovino che abbiamo visto tutti è in realtà la riduzione di una miniserie televisiva. Bene: la versione integrale, che dura dieci ore e mezza, verrà proiettata il mese prossimo a Londra, alla Real Wine Fair. Nel caso, portatevi una branda o perlomeno un cuscino comodo, a meno che non siate cresciuti a pane e maratone di Heimat.

(Foto NYT)

18 Commenti

avatar

Giovanni Corazzol

circa 8 anni fa - Link

Io la serie l'ho comprata su Amazon in francese. 10 dvd da un'oretta, purtroppo niente sottotitoli.

Rispondi
avatar

Jo Cooke

circa 8 anni fa - Link

"Guru contro guru"? That Michel Rolland can be termed a "guru" I have no doubt. But please explain how the same term can be applied to Mr Nossiter.

Rispondi
avatar

Fabio Cagnetti

circa 8 anni fa - Link

A well-focused question in you're reading us from abroad. Nossiter has recently relocated to Rome and started to position himself as a thought leader in the so-called "natural" wines scene. The huge buzz came after he released an interview to GQ Italia, stating, between other things, that Casale del Giglio (a famous, multi-awarded winery in Southern Latium) "uses chemicals toxic for any living thing, but declares itself ecosustainable to puzzle the uninformed". You can read abstracts from the interview here http://www.dissapore.com/primo-piano/quali-sono-i-ristoranti-romani-accusati-da-jonathan-nossiter-nellintervista-definita-siluro-senza-precedenti-alla-ristorazione/ and our editor Fiorenzo Sartore's thoughts about the matter here http://www.intravino.com/primo-piano/jonathan-nossiter-gq-dissapore-casale-del-giglio-prezzi-e-ricarichi-due-o-tre-cose-che-so-di-loro/ Anyway, Nosssiter is currently kind of a big deal here in Italy, especially if you follow the organic wine scene.

Rispondi
avatar

Jo Cooke

circa 8 anni fa - Link

Thank you Fabio. I'm sure he's very passionate about what he does, but still not my idea of a "guru".

Rispondi
avatar

she-wolf in agreement

circa 8 anni fa - Link

Not mine either Mr Cooke, what Fabio calls "the huge buzz" should be reduced to a sort of quarrel in a courtyard.

Rispondi
avatar

gianpaolo paglia

circa 8 anni fa - Link

No, I think you are a"guru" Jo :) Eppoi, aho', parli italiano meglio di me!

Rispondi
avatar

Jo Cooke

circa 8 anni fa - Link

GP, fare un commento in inglese mi impiega 3 secondi. Farlo in italiano = 1 minuto :-) @ Giacomo: il fatto che MR sia un buon busnessman non vuol dire che non può essere ugualmente un "guru". Dictionary definition = "an influential teacher or expert". MR - sì, JN - decisamente no! Ho incontrato MR in molte occasioni; è il migliore degustatore che conosco e, più importante, è una persona molto umile che lavora come una bestia!! Non vedo l'ora di leggere il suo libro - nella lingua di Samuel Beckett (cioè Francese) !!

avatar

Giacomo

circa 8 anni fa - Link

I would better define mr.Rolland as a capable business man rather than a guru. To me a guru has to inspire people and I have never found him inspiring for his idea of how a wine needs to be to be sold in the market. Mr Nossiter is far to be a guru as well....he just took stereotypes....I don't think he brought to the wine world a good service with its work.

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 8 anni fa - Link

Gentilmente possiamo tornare alla lingua di Dante? Grazie.

Rispondi
avatar

giacomo

circa 8 anni fa - Link

latino o italiano mediovale? Quale preferisci ;-)

avatar

Fabrizio pagliardi

circa 8 anni fa - Link

La versione di dieci ore io ce l'ho ma é meglio la riduzione

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 8 anni fa - Link

Il fatto che Michel Rolland dopo aver scritto un capitolo incensatorio su Robert Parker ne dedichi un altro a Jonathan Nossiter innalza quest'ultimo nell'Olimpo dei "considerati" anche se come nemico. Il fatto che lo stesso Rolland affermi che Nossiter sia scomparso dalla circolazione, ignorando o facendo finta di ignorare che è venuto a risiedere in italia, incensato e riverito, la dice lunga sulla considerazione che Monsieur ha del nostro paese. Con queste premesse non è che sia pervasa dal desiderio incontenibile di acquistare e leggere "una storia piuttosto originale che nessun altro ha vissuto, e che, a mio parere, nessun altro vivrà mai”. Sai che palle. Sono invece malignamente intrigata da una manifestazione sul vino dal nome "The Real Wine Fair", avendo vissuto e operato tutti questi anni nell'Unreal World of Wine. Infine, si può essere formidabili degustatori e lavoratori indefessi, oltre che business man di successo, cosa che sicuramente Michel Rolland è. Lo vedo meno come elargitore di insegnamenti illuminati, esempio da seguire, punto di riferimento per le future generazioni. Questo per me è un "guru", parola che comunque ha ormai fatto il suo tempo e riporta più ai santoni anni sessanta, free your spirit e così via.

Rispondi
avatar

Fabio Cagnetti

circa 8 anni fa - Link

Rolland avrebbe dovuto intitolarlo "Free your mind and your bank account will follow".

Rispondi
avatar

Francesco Maule

circa 8 anni fa - Link

Rolland e' un uomo che vive sull'ignoranza altrui, dei produttori a cui fa consulenza e del consumatore finale. Nossiter e' un uomo che risveglia le coscienze, facendo vedere loro la realta' del mondo del vino, nel caso di Mondovino. Che il film sia montato in modo da far risaltare la sua idea e' chiaro, le 10 ore son migliori, secondo me. E di soldi non credo ne abbia fatti tanti, con Mondovino. Di certo Rolland ne fa molti di piu' e apprezzo ancor di piu' Nossiter perche' al buon Rolland dopo 8 anni ancora gli prude il culo per la figura che ha fatto! ale'!

Rispondi
avatar

Francesco Maule

circa 8 anni fa - Link

oh, a Londra c'e' pure RAW! http://www.rawfair.com/

Rispondi
avatar

Luca Miraglia

circa 8 anni fa - Link

Rolland è, come si è recentemente letto in rete a proposito dell'altro "furbacchione" James Suckling, soltanto uno che "sta dalla parte giusta del bonifico" (cit.)

Rispondi
avatar

Jo Cooke

circa 8 anni fa - Link

silly post. I'm out of here.

Rispondi
avatar

Maikolchateau

circa 5 anni fa - Link

Io direi:Microssigena

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.