Grandi Langhe: ad Alba l’anteprima delle nuove annate delle docg e doc di Langa e Roero

Grandi Langhe: ad Alba l’anteprima delle nuove annate delle docg e doc di Langa e Roero

di Intravino

La due giorni di degustazione delle nuove annate di Docg e Doc di Langhe e Roero è in programma per il 27 e il 28 gennaio ad Alba. Da questa edizione, la quinta, l’evento diventa annuale e sarà sempre a fine gennaio, diventando di fatto il primo appuntamento nell’eno-calendario delle anteprime del vino in Italia. In regia due Consorzi di tutela: il Consorzio del Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani e il Consorzio Tutela Roero.

Dal 2013, Grandi Langhe è un evento riservato agli operatori professionali: l’edizione 2019 ha registrato oltre 2000 ingressi di buyers, ristoratori, enotecari, sommeliers, da oltre 30 paesi europei ed extra europei. Parteciperanno 200 cantine con oltre 1500 etichette in degustazione. Quest’anno si potranno assaggiare le nuove annate di Barolo 2016, Barbaresco 2017 e Roero 2017, e delle altre denominazioni di Langhe e Roero.

«Grandi Langhe è un evento imperdibile ed essere i primi sul calendario delle degustazioni ci porta indubbiamente dei vantaggi. Spostare la manifestazione a fine gennaio e renderla annuale sono state senz’altro scelte vincenti» ha dichiarato il Presidente del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, Matteo Ascheri.

«Nel 2020 poi, dopo aver ‘giocato in casa’ con Grandi Langhe, presenteremo le nuove annate di Barolo e Barbaresco a New York. Con il Barolo & Barbaresco World Opening – BBWO porteremo infatti 200 produttori nel cuore di Manhattan per una grande degustazione dedicata alle Menzioni Geografiche Aggiuntive».

«La grande forza del nostro territorio risiede anche nella capacità dei Consorzi di fare squadra come accade per Grandi Langhe. Come Consorzio del Roero, il nostro focus per il 2020 sarà l’Italia: il 5-6 aprile i nostri produttori saranno alla Reggia di Venaria per i Roero Days», ha aggiunto il Presidente del Consorzio Tutela Roero Francesco Monchiero.

Anche nel 2020, Grandi Langhe si allea e segue a ruota Nebbiolo Prima, l’anteprima organizzata dall’Albeisa – Unione Produttori Vini Albesi per la stampa specializzata, «facilitando la partecipazione della stampa estera ad entrambe le manifestazioni» ricorda il direttore del Consorzio Barolo Barbaresco Andrea Ferrero.

Grandi Langhe sarà in un’unica location, il Palazzo Mostre e Congressi, e gli spazi espositivi saranno suddivisi in base ai Comuni di provenienza delle cantine. Un’occasione per cogliere a fondo il valore delle Menzioni Geografiche Aggiuntive (MeGA) di Barolo, Barbaresco, Roero, Dogliani e Diano e di conoscere gli altri vini del territorio. Alle MeGA saranno anche dedicati dei seminari di approfondimento, condotti da Alessandro Masnaghetti.

È possibile accreditarsi direttamente sul sito www.grandilanghe.com. L’ingresso è riservato agli operatori professionali.

Sponsor post

7 Commenti

avatar

Franco

circa 4 mesi fa - Link

Per la serie: Guardare ma non toccare. PS: Avete una categoria di lettori che a queste fiere non ci può entrare perchè "non del settore"

Rispondi
avatar

ErreCI

circa 4 mesi fa - Link

http://www.intravino.com/primo-piano/il-calendario-dei-migliori-eventi-del-vino-del-2020/ Eventi come GrandiLanghe sono sponsorizzati, con post dedicato. L'elenco degli eventi aperti al pubblico esiste, nella colonna a destra (te lo linko qui sopra). Come vedi, quelli "aperti a tutti" non sono molti... Domanda per la redazione: : come mai il Vinitaly è segnalato come aperto a tutti? Teoricamente, non è così. Saluti.

Rispondi
avatar

Aurora N

circa 4 mesi fa - Link

E' sufficiente una partita IVA per accreditarsi.

Rispondi
avatar

Franco

circa 4 mesi fa - Link

una pi del settore? Mi immagino ne verifichino l'appartenenza...

Rispondi
avatar

Aurora N

circa 4 mesi fa - Link

Bar, ristorante, enoteca, stablimento balneare, rappresentante, ecc ecc Controlli un pò piu fiscali li ho trovati per Benvenuto Brunello l'anno passato. Quest'anno stanno inviando loro ai partecipanti dello scorso anno, il link per accreditarsi.

Rispondi
avatar

ErreCI

circa 4 mesi fa - Link

Se serve una partita iva, allora non è aperto a tutti ma solo ai possessori di partita iva. (Il fatto che si entri ugualmente con ingressi omaggio o acquistando il ticket direttamente in cassa senza verifiche è un altro paio di maniche).

Rispondi
avatar

Sancho P

circa 4 mesi fa - Link

La 2016 per il Barolo sarà celebrata quanto la 2010. Aspettatevi ritocchi all'insù sui prezzi di listino. Poi viene dopo una annata calda, che ha generato in media vini già godibili e da medio invecchiamento. Le aspettative sono alte.

Rispondi

Commenta

Rispondi a Franco or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.