E la faccia di bronzo della settimana è…

di Massimo Bernardi

Crisi di nerviNon ho la minima idea se ne faremo una rubrica di Intravino. Si dà il caso che giorni fa abbiamo premiato come faccia di bronzo della settimana il sito Wine News. Ricordate? Aveva svelato i Tre Bicchieri 2010 negando di averli saputi da Daniele Cernilli, direttore del Gambero Rosso. E si è giustificato dicendo che li aveva anticipati altre volte. Cioè, siccome il fatto è reiterato il disegno non c’è. Una gloriosa non-risposta. L’abbiamo anche oggi una faccia di bronzo della settimana, guarda tu che combinazione. Di solito non lo è, ma stavolta Filippo Ronco, una vita da mediano poi evoluta nel social network Vinix, si è fatto prendere la mano.

Tutto inizia sul blog di Andrea Petrini. Che per dirla con le raffinate parole di Filippo Ronco, ci accusa di “spalare merda sulle guide, sulla loro credibilità”, salvo poi parlare dei Tre Bicchieri quando esce la guida del Gambero Rosso. Un po’ come dire a Michele Santoro che siccome ha criticato Berlusconi non deve parlarne più, nemmeno se ha ospite la D’Addario. Cioè, una delle tesi più decerebrate mai sentite. Si tratta dello stesso Andrea Petrini che il giorno del battesimo di Dissapore, l’altro blog del nostro network, ci aveva chiesto di considerare una sua collaborazione.

Tornando a Filippo Ronco, che si è molto sbattuto per avere Dissapore e Intravino nel suo piccolo network pubblicitario, cinguettando di felicità quando ci è riuscito, eccolo sfogare un assurdo senso di rivalità nei commenti al post di Petrini. Se vi interessa leggerli dovete cercarli qui, niente link. Non ho trovato permalink nei commenti di Vinix.

Imamgine: Flickr | Utente: surf_silvietta

25 Commenti

avatar

Pane al Pane

circa 11 anni fa - Link

eh eh tutti prima o poi cadono sui tre bicchieri. nel bene o nel male si rischia sempre a parlarne

Rispondi
avatar

Filippo Ronco

circa 11 anni fa - Link

Caro Massimo, la frase dove scrivi "ci accusa di "spalare merda sulle guide, sulla loro credibilità" è particolarmente grave perché oltre ad essere inequivocabilmente falsa (io non accuso voi di alcunché mai e in nessun posto) è anche palesemente contraria al buon senso, mi spiego meglio qui di seguito e mi scuso fin d'ora per la lunghezza con gli eventuali lettori. Sono molti anni che ci conosciamo te ed io, ti ho raccontato ogni mio piccolo segreto, mi sono sempre aperto come un libro ad ogni tua domanda in quelle piacevolissime anche se poche ore trascorse insieme ad un evento, ad una cena, davanti ad un bicchiere di vino dove tante parole mi hai sempre cavato e dove tanto poche è sempre stato possibile cavarne a te, così schivo, inarrivabile (almeno così io sempre ti ho visto, ingenuamente forse). Ti ho sempre guardato come un maestro, ti ho spronato con sincerità e passione, penso più di ogni altro, a lanciarti da solo in questa avventura editoriale sicuro delle tue capacità e triste nel vedertele sprecate alla mercé di altri che non fossi tu. Per prima cosa, così come ogni persona che mi conosce bene sa, non ho potuto convivere un istante con l'angoscia di chi capisce che si sta parlando di lui in un modo così negativo e senza comprenderne il motivo ed ho quindi sentito l'esigenza di chiarirmi con te telefonicamente, perché dopo aver letto questo tua articolo così piccato sono rimasto veramente di stucco, inebetito. Ho pensato ad uno scherzo ma i toni erano talmente veementi che mi sono subito reso conto si trattasse di qualcosa di più serio. Partirei dal fondo: pensare che nel momento in cui il grande dissapore/intravino entra nel piccolo network da me gestito possa in qualche modo coincidere con un eventuale attacco verso lo stesso editore che aspiravo ad avere da così tanto tempo mi pare un'offesa all'intelligenza tua prima ancora che mia e già questo basterebbe a chiudere il discorso ma non è possibile cavarsela con così poco. Una cosa a cui tengo in modo particolare è la chiarezza, la trasparenza, la cristallinità dei rapporti con le persone con cui ho a che fare sia on che offline perché senza questo, in particolare in rete, non si campa e tu lo sai bene. E' quindi per me di fondamentale importanza che a questo tuo scritto, di getto, senza alcuna preventiva verifica o contraddittorio con me per poterti accertare con un amico (perdonami se do per scontata la tua amicizia erroneamente magari) dell'accaduto, segua una puntuale riscostruzione dei fatti in modo che ognuno possa farsi la propria opinione in tutta serenità. Alcuni giorni fa Andrea Petrini, un utente di Vinix, pubblica un articolo dal titolo "a me dei tre bicchieri..." lasciando poi intendere all'interno del suo post che gliene importa in modo molto relativo (per usare un eufemismo) di bicchieri, appunto, grappoli, bottiglie, stelline, ecc. Si susseguono tutta una serie di commenti e poi oggi, anzi questa sera, leggo questo tuo post dove tu Massimo sostieni che i commenti che io ho inserito in quel post di Andrea si riferiscano inequivocabilmente a dissapore o intravino, accusando(vi) di spalare merda sulle guide rivelando nel contempo un immotivato senso di rivalità verso il vostro operato. A prescindere dal fatto che alcuni di voi, come per esempio Fiorenzo Sartore, sono stati compagni di bevute e serate indimenticabili e che ritengo davvero amici, gente che se per qualche motivo avesse bisogno di me mi vedrebbe al suo cospetto all'istante, che altri come Stefano Caffarri li ho conosciuti di recente avviando quella che spero diventerà una bella amicizia ed agli occhi dei quali questo tuo post rischia invece di mettermi in una luce del tutto errata e fuorviante, senza far cenno dei millanta lettori, ribadisco l'assoluta illogicità (oltre che offensività) delle accuse che mi muovi, e ritengo importante entrare nel merito perché solo così si può capire il tuo errore dettato solo dal tuo peggior difetto, la mancanza di umiltà. Non ci sarà forse bisogno di ricordare che seguo centinaia di fonti e gestisco più siti con migliaia di commenti da moderare, indirizzi da correggere, assistenza da dare ogni giorno e mi trovi nell'impossibilità, quindi, di leggere e seguire tutto ma proprio tutto quello che accade in rete - incluso Dissapore o Intravino che sono certo nelle mie letture preferite ma non è detto che non possa mancare una settimana (così come tu invece dai per scontato) - non servirà ricordare nemmeno che questa quantità di attività mi è senz'altro valsa e a buon titolo l'appellativo di inaccurato da te simpaticamente appioppatomi ad una antica edizione di Squisito, quella in cui Ziliani mi prendeva per il culo all'ingresso del ritrovo per cena dei blogger, che momenti.. Scendiamo nei dettagli. Nei vari commenti al post di Petrini intervengo in tutto sei volte: 1) il primo, il commento numero 3) risponde ad una domanda tecnica, non interessa qui. 2) il secondo, il commento numero 12) dice che sono d'accordo con andrea sul fatto che in rete spesso si spali merda sulle guide e poi ci si ritrovi subito dopo morbosamente a parlare dei premi (sottolineo, parlo di rete in generale e non parlo assolutamente né di Dissapore, né di Intravino). 3) il terzo, il commento numero 21) per spiegare ai produttori che sono intervenuti un po' indispettiti che il post di andrea probabilmente e secondo l'interpretazione che ne davo io, si riferiva ai protagonisti della comunicazione in rete e non ai produttori di vino, interpretazione che viene più avanti confermata dallo stesso petrini. 4) un quarto che qui non rileva ma che sostanzialmente ribadisce quanto già spiegato al 21. 5) il quinto commento è fondamentale invece. Qui rispondo ad Andrea Petrini che ancora nemmeno lui ha mai fatto un cenno a intravino o dissapore ma che comincia a fare un cenno indiretto sulla questione cernilli, soffiate winenews che io avevo appreso la mattina grazie ad un tweet di bonilli in mattinata (forse potete verificarne agilmente l'esistenza) e non da intravino o da dissapore. Qui il mio commento è fondamentale per capire quanto io ne sappia delle polemiche dissapore/intravino e quanto io sia d'accordo( cioè poco) in questo momento con Andrea: "Anche se Cernilli si fosse accordato con WN (scusa ma non me la sento di promuoverlo con il nome intero) per far filtrare notizie, cosa comunque molto probabile, dov'è lo scandalo ? Lo fanno tutti, tutti i giorni e qui parliamo di vincitori di vini, al limite danneggia sé stesso che non sarà il primo a dare la notizia ma si vede che il conto del tam tam mediatico (questo post per es. ne è una prova) tornava positivo così." Sdrammatizzo l'accaduto in pratica perché non mi sembra sia successo niente di incredibile. Mi pare chiaro che se ci fosse un disegno denigratorio nei confronti di dissapore o intravino (assurdità) avrei commentato in modo segnatamente diverso. 6) Solo dopo, al commento 36, Andrea cita Intravino e se verificate io non intervengo più fino al 44) dove ho il mio bel da fare su altri fronti con un produttore ma che qui non rileva. Temo che questa volta Massimo, inaccurato sia stato tu. Le scuse sono facoltative ma certamente gradite considerato l'immotivato danno che hai inopinatamente arrecato alla mia immagine con questo tuo articolo. Con amicizia. Filippo

Rispondi
avatar

Ric64

circa 11 anni fa - Link

Effettivamente, la questione m'intriga: dove sta il riferimento a questo blog qua??

Rispondi
avatar

Maurizio

circa 11 anni fa - Link

Nel commento numero 36 c'è scritto Se leggete Intravino o fate un giro sul forum del GR capirete di cosa sto parlando..... Tutto sto rumore però porterà sicuramente dei vantaggi a qualcuno, nel bene e nel male basta che se ne parli no?

Rispondi
avatar

Paolo Ghislandi

circa 11 anni fa - Link

Signori, ho stima di entrambe le vostre "avventure" nella rete, mi sento onestamente disorientato e trovo solo nella convinzione che vi siate trovati nel più totale fraintendimento una ragionevole risposta alla fiducia in voi riposta.

Rispondi
avatar

Filippo Ronco

circa 11 anni fa - Link

@ Maurizio Il commento 36 non è mio. Leggi bene.

Rispondi
avatar

Luca Risso

circa 11 anni fa - Link

Mi pare che (anche) questo non felice post nasca in fondo da materiale riciclato dal forum del GR, dove è nata la polemica che ha ispirato il post di vinix, scritto di fatto da un forumista GR. Quindi litigare su roba di terza mano mi pare ridicolo. Luk

Rispondi
avatar

Marco Grossi

circa 11 anni fa - Link

Hai ragione Luk, il tutto nasce dal 3ad sul forum del Gambero. Non lo linko ma è li a disposizione di tutti. Massimo rispetto per Fil e per la calma con cui ha risposto.

Rispondi
avatar

Luca Bonci

circa 11 anni fa - Link

Filippo, devo dire che in passato (ci conosciamo da un bel po') ti avevo considerato alcune volte ingenuo e finanche troppo impulsivo. Non so se è perché ormai sei babbo o semplicemente perché gli anni passano per tutti e la saggezza (non per tutti) aumenta, ma il tuo equilibrio di fronte a un attacco come quello di cui sopra mi spinge a togliermi il cappello. Inutile aggiungere chi da tutto questo ne esce a testa alta...

Rispondi
avatar

Giuliano

circa 11 anni fa - Link

Questo é uno di quei *incidenti* che pensavo ormai non più visibili su quella parte di rete che ho, col tempo, selezionato. Faacio davvero fatica a comprendere questo attacco che, stando a quanto ho potuto leggere, trovo gratuito e plaudo all'atteggiamento pacato di Fil. Vorrei continuare a leggere, felicemente, entrambi.

Rispondi
avatar

Davide Cocco

circa 11 anni fa - Link

Ho letto diverse volte il post ieri sera per cercare di capire qualcosa e la cosa che più mi colpisce è la violenza dei toni. Di un post che dà l'impressione di essere scritto in fretta sotto la spinta di una vera e possente incazzatura, lontano dal sarcasmo che mi piace ritrovare nei post di Massimo. Sinceramente non sono riuscito a vedere alcun attacco a Intravino o Dissapore nelle parole di Filippo. Non me la sento di darvi consigli. Siete entrambi molto più intelligenti del sottoscritto e molto più abituati a gestire i rapporti in rete. Spero solo le cose si sistemino. Ciao, Davide

Rispondi
avatar

Lizzy

circa 11 anni fa - Link

Quoto Davide: non avrei saputo dire meglio. Di leggere/scrivere in fretta capita a tutti, di prendere colossali cantonate anche, la cosa importante è riconoscerlo, e scusarsi. Errare humanum est, ecc. ecc. L.

Rispondi
avatar

roberto gatti

circa 11 anni fa - Link

Il mondo del vino è apparentemente strano : i consumatori /appassionati generalmente vedono come il fumo negli occhi gli addetti ai lavori; gli addetti ai lavori si " beccano " gli uni con gli altri ( non tutti per fortuna ). Io credo che tra persone civili ed intelligenti, quali sono i nostri interlocutori, debba arrivare un chiarimento pubblico e/o scuse se necessarie. Ciao e state sereni, che al mondo ci sono cose molto piu' gravi e serie. Ciao un abbraccio a tutti Roberto

Rispondi
avatar

Massimo Bernardi

circa 11 anni fa - Link

Vorrei usare questo commento per parlare di cose che ci piacciono. Tipo noi, il vino, i blog. Siamo umani non reality. Per giunta blogger, istintivamente portati a condividere. Io figurati, condivido perfino le incazzature. Oversharing, lo chiamano gli americani. Non voglio essere diverso da come sono nella vita vera, rude ma genuino. Mi sembra un atteggiamento apprezzabile, vorrei che gli altri facessero altrettanto con me. Sbaglio, o in rete il diavolo è la finzione? Ovvio che se esagero chiedo scusa, lo sto facendo ora con Filippo. Cosa mi ha fatto genuinamente incazzare? Il fatto che su un blog ospitato da Vinix si portasse avanti una teoria decerebrata. Che suona più o meno così. Visto che in passato sei stato critico con il Gambero Rosso, ora che escono i 3 bicchieri 2010 non dovresti parlarne. Un'idiozia. Siccome prima ho criticato adesso non posso informare i lettori di Intravino? E mi hanno fatto genuinamente incazzare i continui avalli di Filippo a questa teoria. Diversi commenti prima. Ma dopo che l'autore del post ha scritto a chiare lettere che si riferiva a Intravino, nemmeno una riga. Credo che intimamente Filippo si senta in concorrenza con Dissapore e Intravino, io per niente. Facciamo cose diverse. Acqua passata. (Non ti preoccupare Roberto, non siamo addetti ai lavori che si beccano. Con Filippo siamo discretamente amici.

Rispondi
avatar

Andrea Petrini

circa 11 anni fa - Link

Sig. Bernardi, penso che il mio post sia stato oggettivamente frainteso e non solo da lei. Il mio post su Vinix non era assolutamente contro Intravino o contro il forum del Gambero Rosso e penso che tutte le persone che abbiano letto il post lo abbiano capito. Quello che volevo dire, e su Vinix più volte è stato chiarito, è che non condivido, e parlo per me stesso, un certo isterismo collettivo (che si riflette sui commenti nei principali siti enogastronomici) che si crea al momento dell'uscita dei premi. Per molti fa paorte del gioco, del normale circo mediatico, ma a me, Andrea, non piace verificare che puntualmente ogni anno c'è gente (non voi) che allude su premio comprati, commissioni disoneste, etc.. Posso dire che non mi piace il gossip enogastronomico? Soprattuto se si getta discredito al lavoro di molti professionisti? Il mio intervento su Vinix aveva quel senso e Intravino è stato citato perchè sul 3ed Te lo dico subito: 3 bicchieri ho notato una corsa allo scoop da premio che inserivo in quell'isteria collettiva di cui sopra. Detto questo, non penso di essere un decerebrato e non penso che Filippo abbia avallato una tesi tale, se ci sono state offese e poca eleganza sono sicuramente partite da questo sito visto che è stato tirato in ballo un mio vecchissimo commento circa la richiesta di collaborazione (vi avrei attaccato perchè non son stato preso?). Buona serata

Rispondi
avatar

roberto gatti

circa 11 anni fa - Link

Ciao Massimo, non Ti conosco personalmente, cosi' come non conosco Filippo, se non tramite internet. Ho apprezzato molto il fatto che hai chiesto scusa pubblicamente a Filippo, ed anche quando ti definisci " Rude ma genuino ", sono proprio queste le persone che apprezzo e che ammiro. Dubito invece di quelli che vogliono a tutti i costi andare sempre e comunque d'accordo con tutti...su tutto.... Non mi piacciono altresi' quelli che sono in lite con il mondo intero, che si vogliono ergere ad unici paladini detentori della verità e purezza assoluta, quando ormai lo sappiamo tutti nell'ambiente che cosi' non è. Rispondo alla tua ultima frase : non sono preoccupato dei battibecchi altrui,e personalmente non ho " discreti amici ", o sono Amici ( con la A maiuscola....pochi ) o sono colleghi e/o conoscenti ( tanti ). Sono sempre piu' convinto che i blog siano un grande strumento di informazione e scambio di idee, ma troppo spesso il nostro pensiero viene travisato o perchè non siamo riusciti a trasmetterlo con la scrittura, o perchè qualche nostro lettore non ci ha bene interpretati. Personalmente mi viene molto piu' facile guardare in faccia le persone e dialogare in tranquillità, riuscendo a cogliere anche ogni piu' piccola sfumatura espressiva dell'interlocutore, d'altronde l'età servirà pure a qualcosa. Ciao a tutti, un abbraccio e ricordiamoci che anche sulla blogosfera ( si chiama cosi' ? io preferisco dire internet e basta ) c'è posto per tutti, tanto alla fine sono come sempre i lettori a fare la scrematura. Roberto P.S. ) Complimenti per il Vs sito che sempre piu' spesso vengo a visitare

Rispondi
avatar

Lizzy

circa 11 anni fa - Link

Massimo, ci conosciamo anche noi. E io conosco Filippo. Più di quanto conosca te. Per questo ti posso dire sinceramente e tranquillamente che nulla è più lontano dal suo sentire di un eventuale sentimento di concorrenza. E non solo con Dissapore o Intravino: con qualunque altro sito. Semplicemente, un tale sentire è del tutto estraneo al suo essere. E del resto, come hai detto giustamente tu, Intravino è una cosa, e Vinix un'altra. Due pianeti diversi, che in comune hanno solo il vino e il variegato circo di abitanti che li popola. Ah sì, e anche il mezzo, cioè la rete. Perchè non si ammette serenamente che c'è stato un fraintendimento? Da parte di tutti. Senza stare a questionare se tizio ha capito "più male" di caio o di sempronio. E senza soprattutto pretendere di leggere nella testa dell'altro, attribuendogli chissà quali secondi pensieri o secondi fini. Scusate, ma dall'alto della mia ultraventennale esperienza nel giornalismo convenzionale, assistere a certe diatribe mi fa ri-precipitare in quel mondo di invidiette/gelosiette/cose dette e non dette, illazioni varie e assortite dalle quali pensavo di essermi definitivamente affrancata buttandomi a lavorare nella rete. Non c'è nulla di peggio che ricalcare vecchi comportamenti. Siate originali almeno voi: fatene di nuovi. Di comportamenti, intendo. E magari anche di errori. ;) (pochi, però!) L.

Rispondi
avatar

Filippo Ronco

circa 11 anni fa - Link

Massimo, è un'interpretazione la tua secondo me offuscata dal fatto che ti metti un po' troppo al centro. Scuse accettate comunque, so quanto possano esserti costate. Chiusa la parentesi, torno alla mia vita da mediano. Fil.

Rispondi
avatar

cernilli

circa 11 anni fa - Link

Smentisco nella maniera più assoluta di avere fornito delle anticipazioni a Regoli sui premi speciali della guida. L'ho fatto anche con il blog della Robinson e la cosa è stata pubblicata. Ora, visto che la cosa è stata smentita anche da Regoli stesso e che sarebbe stata un'azione scorretta nei confronti dell'azienda per la quale lavoro, chiedo formalmente a Bernardi di prenderne atto e lo invito a non scrivere più evidenti falsità. Questo non è giornalismo e non è informazione, è diffusione di notizie false.

Rispondi
avatar

cernilli

circa 11 anni fa - Link

Non ho visto risposte. Continuo a sottolineare come il dire che io avrei fornito elenchi sui Tre Bicchieri a Regoli è diffusione di notizie false e ne chiedo conto, giornalisticamente, a Massimo Bernardi che vorrei prendesse atto della smentita ed ammettesse di avere preso un granchio, lui come il blog della Robinson. Attendo fiducioso, certo di non dovere ricorrere a delle richieste ufficiali. Bernardi ha ripreso e dato per scontate delle notizie false. Continuerò a ripeterlo. Su Intravino sono state pubblicate notizie false. Se Bernardi è capace di smentirmi che provi a farlo.

Rispondi
avatar

cernilli

circa 11 anni fa - Link

Continuo. Bernardi, scrivi falsità. Winews non ha mai pubblicato i Tre Bicchieri del 2010, ma solo il piccolo elenco dei premi speciali. Io non gli ho dato alcuna informazione, e la cosa è stata smentita da lui ed è stata pubblicata la mia smentita anche sul blog della Robinson. Hai scritto cose false, devi rettificare, per legge. Te lo devo ricordare o vuoi che te lo ricordi qualcun altro? Hai preso un granchio, capito? E' bene che lo sappiano anche i tuoi lettori.

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 11 anni fa - Link

Lo avevo già scritto come commento ad un altro post ma vedo che lei non lo ha letto. Poco male lo metto anche qui: Sig. Cernilli C’è una sottile differenza tra il nostro blog e quello di Jancis Robinson. Noi qui diamo diritto di replica immediata con il sistema dei “commenti”, cosa che le Purple Page non permettono. Quindi, se lei smentisce di aver passato le informazioni a WineNews, beh, lo ha appena fatto pubblicamente e non c’è bisogno d’altro. Se proprio lo ritenesse necessario, mettiamo qui la stessa frase usata dalla Robinson: “Daniele Cernilli smentisce tutto”. Fatto Quanto poi alle accuse di “sudditanza e favoritismo negli assaggi” vorremmo precisare che queste parole le usa la Robinson (o un suo collaboratore, non importa) e per noi il fatto che un personaggio autorevole come lei dica certe cose è sicuramente una notizia, non una calunnia. Il titolo, infine. Tutti coloro che hanno vinto i premi speciali hanno vinto pure i tre bicchieri nel 2010: è un errore semplificare visto che siete famosi per i “tre bicchieri”? P.s.: l’accostamento agli sciacalli anonimi non ci piace per niente. Chiedo umilmente un parere: è passibile di querela questo insulto?

Rispondi
avatar

cernilli

circa 11 anni fa - Link

Ed io ripeto anche qui. Avete pubblicato una notizia falsa, l'ho smentita e l'ha smentita Regoli. Per legge dovete rettificare dando analogo spazio. Bernardi non è uno sciacallo anonimo, tent'è che si firma, ma ha dato una notizia falsa.

Rispondi
avatar

liloniadriano

circa 11 anni fa - Link

capite perche' molti non vogliono piu' seguire le guide e si affidano ai propri sensi oppure ad amici piu' dotati sensorialmente, che pero' non hanno interessi sulle cantine?...io per principio non leggo piu' nessuna guida. rimarro' ignorante ma felicemente sereno..ps molti dei contendenti li conosco......:-O) il troglodita.

Rispondi

Commenta

Rispondi a Filippo Ronco or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.