Didascalizzami questa: “l’uomo che si fa vino per fare il vino”

Didascalizzami questa: “l’uomo che si fa vino per fare il vino”

di Antonio Tomacelli

La foto è stata postata su Facebook da Leonardo Di Zanni e ritrae un vignaiolo che sta pulendo qualcosa dai residui della pigiatura. Siamo in Borgogna e il soggetto della foto dovrebbe essere Antonio Quari ma i nomi qui interessano poco. Quello che ci interessa è la didascalia che accompagna la potente immagine:

Quando si parla di naturalità del vino si dovrebbe usare questa immagine.
L’uomo che si fa vino per fare il vino.
Grande Antonio Quari!!!

Io qualche dubbio sull’utilità di certe immagini ce l’avrei, ma forse sono io che in tempi di Covid sto diventando schifiltoso.

Magari è davvero giusto mostrare un giovane vignaiolo mentre lavora duramente e “si fa vino”.

Magari con i vostri commenti cambierò idea, proviamoci senza scadere nella volgarità, pliz: c’ho l’animo sensibile ultimamente.

 119827363_10221743631087448_5240419840198142678_n
avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

14 Commenti

avatar

MR

circa 1 mese fa - Link

Concordo, è protagonismo, edomismo, instagramismo chiamatelo come vi pare. Ma che l'uomo si calasse dentro una vasca a pulirla non è certo una novità, magari non è mai stato fotografato ma direi che non si discosta molto dall'immaginario collettivo.

Rispondi
avatar

Anulu

circa 1 mese fa - Link

Esatto. Ormai tanti non comprano più un vino, ma il personaggio che sa postare sui social. C'è talmente tanta fuffa in Italia... Fuffa means crap, for whom is translating to English. A lot of crap among the natural wine producers!

Rispondi
avatar

Massimo Pulito

circa 4 settimane fa - Link

In effetti non si può che essere d'accordo

Rispondi
avatar

Maurizio

circa 1 mese fa - Link

Anche a me restituisce un'idea tutt'altro che gradevole. L'uomo che si fa vino mi suggerisce un macabro sistema di disporre di una persona oppure qualcosa di più malato tipo Profumo di Suskind.

Rispondi
avatar

Davide Bruni

circa 1 mese fa - Link

Beh, da viticoltore potrei suggerire metodi e abbigliamenti più consoni per pulire una vasca di vino ... di certo più pratici ed efficaci 😋😋

Rispondi
avatar

Giacomo

circa 1 mese fa - Link

Siamo nel vostro mondo, fuffa al 98,97%. Due giorni fa hanno sgomberato alla stazione di Canelli gli stracci di chi vendemmiava in vigna. Mettete quelle di foto!

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 1 mese fa - Link

Manda la foto via mail a dillo@intravino.com e la pubblichiamo

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 1 mese fa - Link

A parte l'esibizionismo e il notevole cattivo gusto dell'immagine, ma c'è un problemino legale; se fai così in una cantina italiana l'USL ti chiude in tempo zero.

Rispondi
avatar

Mattia Grazioli

circa 1 mese fa - Link

Io in cantina ci sono stato più volte e mi sono ispirato molto al loro lavoro. La foto è in posa e nulla toglie e nulla aggiunge al valore dell’azienda. La storia di Antonio, invece, aggiunge molto al mondo del vino. Partito come elettricista dalla provincia di Sondrio viene assunto per la vendemmia e dopo pochi anni si trova ad essere colui che dirige una delle aziende più importanti della zona più importante al mondo. Questo è per me molto più interessante di una foto.

Rispondi
avatar

endamb

circa 1 mese fa - Link

In realtà è Yannik Champ il direttore, ma Antonio come chef de cave oramai dà un'impronta decisiva ai vini, è un grande e ne sentirete ancora parlare (e adesso ha anche iniziato a vinificare cose sue, sapevatelo ;-)

Rispondi
avatar

Mattia Grazioli

circa 1 mese fa - Link

Si, quello ok... ma Champ è più un supervisore. Però sticazzi, ora mi è venuta voglia di bere qualcosa di Prieure-Roch.

Rispondi
avatar

Gurit

circa 1 mese fa - Link

Penso che quasi chiunque di Intravino abbia fatto del vino in casa e mai si sia rotolato volontariamente nelle vinacce. Tra l'altro si vede anche un tubo, che mi fa pensare ad una pompa elettrica, che mi conferma l'incapacità di lavorare nel pulito nonostante la tecnologia in cantina la usino.

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 1 mese fa - Link

...ma dai , ragazzi . E' una foto ad effetto, mica ci si riduce così a lavorare in cantina . Immagino irta di simbolismo, di significati del vigneron che è un tutt'uno con la sua creazione , una trasfigurazione poetica ...

Rispondi
avatar

BT

circa 1 mese fa - Link

questa è la foto che si farebbe - e posterebbe - andrea scanzi. quel tipo umano lì. e ho detto tutto.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.