Dal Pop al Trash | Miss Passerina e Mister Pecorino: le prime immagini

di Antonio Tomacelli

“Nella splendida cornice” sarebbe una frase vietata dalla legge ma, hey! avete un termine migliore per descrivere le semifinali di Miss Passerina e Mister Pecorino? Sto parlando, naturalmente, dei figaccioni che diventeranno gli ambasciatori nel mondo dei vini di punta del Consorzio Picenos, la passerina e il pecorino. Per quelli affamati di notizie sull’evento dell’anno aggiungo un tot di foto (dopo il salto) e le dichiarazioni della vincitrice Lilya Bilas: “Sono molto soddisfatta della vittoria alle selezioni di Porto San Giorgio e sono pronta per le prossime selezioni a San Benedetto”. Mister Pecorino, invece, si è chiuso in un significativo mutismo. Termino in bellezza con il solito copiaincolla tratto dal comunicato stampa che parla dell’importanza di “comunicare il vino in modo innovativo e fresco verso i nuovi target giovanili in Italia e all’estero (…) per permettere alle aziende di aggredire i mercati nazionali e internazionali attraverso mirate politiche di prezzo, comunicazione e distribuzione”. A questo punto non vorrei dire io ve l’avevo detto ma, cavoli, io ve l’avevo dettoYawn!

I vincitori delle semifinali Lilya Bilas e Andrea Pace

Tutti i concorrenti aspiranti al titlo di Miss Passerina e Mister Pecorino


avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

47 Commenti

avatar

Andrea Pagliantini

circa 8 anni fa - Link

Invece di aggredire i mercati farebbero bene ogni tanto ad aggredire il cervello e un pochino di buongusto invece di fasciare dei bischeri sempre pronti e presenti a mettersi in mostra per qualche dollaro in più e una fettina di celebrità. Anche le in vigne un leggero sentimento di mal di stomaco tendente a diarrea al vedere, lo hanno. Tutto concime buono e biodinamico che fa tanto tendenza.

Rispondi
avatar

ambra

circa 8 anni fa - Link

anche troppo educato il tuo commento.......... troppo vergognose queste cose...............

Rispondi
avatar

Max

circa 8 anni fa - Link

Ambra lei sembra una principessa bella addormentata nel bosco... Dove era quando sono passati gli ultimi venti anni di comunicazione di martini e campari tanto per citare due nomi? dove era quando i tedeschi facevano eventi per lanciare la loro birra nel mondo? Dove era quando le aziende americane lanciavano alcolici, auto, brand di abbigliamenento, film, musica, cosmetici usando la seduzione femminile spesso anche molto molto hard? Ha visto in giro per new york i sexy shop di lusso che si stanno diffondendo e nessuno se ne vergogna ? Una delle prime pubblicita' nel mondo e' stata fatta oltre. 3000 anni fa ad efeso e lascio lei trovare cosa avesse ad oggetto. Si e' mai stupita di fronte il pisello o due tette di una statua classica o ha un debole per i lottatori di sumo ? Se fossi cosi' non la disprezzo... Anche loro nella loro fisicita' potrebbero essere per un particolare target affascinanti

Rispondi
avatar

Rinaldo

circa 8 anni fa - Link

...ho l'impressione che tutto ciò si rivelerà un boomerang per tutti. Sia il Consorzio che le sedi scelte per il concorso, si troveranno a mio parere, la strada in salita nel breve-medio periodo prossimo venturo e dovranno inventarsi qualcosa per riguadagnare la reputazione persa o la figuraccia che dir si voglia, fatta col beneplacito delle amministrazioni comunali(...è questa la cosa più incredibile di tutte!). C'è un'incultura dilagante e sostanziale sui temi vinicoli e questo evento qui documentato ne è la prova certa. O forse non c'è un'incultura dilagante e sostanziale, ma semplicemente si opera per alimentarla?... Io credo che i benemeriti che hanno riscoperto questi vitigni nel secolo scorso e che hanno speso una vita per salvaguardare le tradizioni, il territorio e la civiltà ad esso legata, adesso si stanno rivoltando nella tomba.

Rispondi
avatar

Max

circa 8 anni fa - Link

Caro Rinaldo io posseggo vigne in due continenti e ho sempre prodotto vino per vendere e fare business, ho guardato sempre in modo attento alle novita' senza mai scandalizzarmi di nulla e senza rispondere ai sorrisi di chi vede il vino come un prodotto soggetto a regole diverse. Per me conta la qualita' rinosciuta Leggo in lei più' una istintiva difesa di memoria che sostanza ed organicita' nelle sue argomentazioni, e' sicura della visibilita' che e' riuscita ad avere nel passato facendo anche cose molto più' serie e sostanziose? E' convinta che la qualita' oggi possa essere affermata usando vecchi stili?

Rispondi
avatar

Rinaldo

circa 8 anni fa - Link

Io non sono uno che si scandalizza. Tutt'altro! Di cosa mi dovrei scandalizzare? Di due cosce al vento?...io ce vado a nuoto quotidianamente o quasi, e mi dovrei scandalizzare di questi quattro sbarbatelli? ...se uno non vuole capire...non capisce. io che ci posso fare? contenti voi...contenti tutti! Il mio intervento era a tutela dei valori sottostanti la singola bottiglia e che dovrebbero essere vieppiù sottolineati, al contrario di quanto vedo. Inoltre in quanto marchigiano doc, intendo smarcarmi decisamente da questa iniziativa (..io lo dico apertamente, ma sappiate che l'opinione pubblica locale e non, considera questo evento pubblicitario un'autentica figuraccia). Andando al nocciolo, proprio ieri sentivo autorevoli esponenti del settore della comunicazione vinicola intervistati in tv, sostenere la necessità d'inserire temi legati al vino, ai prodotti tipici e al territorio, nei programmi scolastici; per consentire ai giovani di conoscere meglio o riappropriarsi delle loro radici. Credo che un progetto di questo tipo, contribuendo a creare consapevolezza, possa essere socialmente benefico, portare indirettamente beneficio al settore e ai produttori e possa essere preso come esempio o modello da seguire anche da voi. Cioè un qualsiasi progetto sul vino (ma io estenderei all'intero comparto agroalimentare) fatto da chiunque in qualsiasi sede o contesto, deve essere dotato di contenuti, di sostanza; perchè dentro la singola bottiglia o prodotto, c'è tutto un mondo di valori che non può essere ignorato: l'identità di un popolo. La mia impressione è che mettersi sulla falsariga da voi indicata, pregiudichi tutto ciò; andando nella direzione esattamente opposta: quella della vuota immagine, dell'assenza di valori e contenuti e quindi di futuro. Per questo tale improvvida iniziativa va, a mio parere, inesorabilmente stroncata. Per quanto riguarda i "vecchi stili", caro Max tu stesso ne hai elencati parecchi parlando di Campari, Martini ecc.. A questi vecchi stili fai riferimento tu. Questi sono i tuoi modelli. Complimenti. Non i modelli di chi guarda alla realtà attuale proiettata verso il futuro. Qui siamo sul web: trattasi di appassionati, produttori ed operatori della comunicazione on line, che utilizzano questo strumento, guardacaso, per coniugare tradizione ed innovazione. Perchè la civiltà legata al mondo del vino in verità esiste, ma potrebbe correre il rischio di essere dimenticata, se non adeguata alla società che cambia; e noi operiamo quotidianamente per questo. Mi sia concessa 'sta metafora che però rende l'idea:" quando le radici de la pianta cresce, bisogna cambiaglie lu vasu, sennò la pianta mòre!" Cioè voglio dire che qui c'è piena consapevolezza del ruolo e dell'importanza delle nuove tecnologie. Venire ad impartire lezioni in questa sede, sul tema dell'innovazione degli stili di comunicazione, testimonia in modo certo l'assoluta misconoscenza dei diversi stili e delle scelte di comunicazione presenti all'interno della blogosfera enoica.

Rispondi
avatar

Max

circa 8 anni fa - Link

Le sue argomentazioni cara Rinalda mi sembrano da museo del vino. Le rispetto ma non condivido. Se lei e' collegata a qualche azienda storica si e' mai chiesta come mai poi altre aziende che ieri non esistevano sono nate e sono diventate visibili sul mercato con forza e le hanno eroso quote di mercato? Si e' mai chiesta come mai i vini della sua zona non sono conosciuti e apprezzati come meriterebbero? Si e' mai chiesta come mai nei vostri bar si trova sempre un prosecco e quasi mai una passerina o un pecorino spumantizzato? ... Le strade del passato dove hanno guidato questa terra? ... Credo che campari e martini meritino rispetto... Molto rispetto

Rispondi
avatar

Rinaldo

circa 8 anni fa - Link

..ma quale passato!..io sto appunto dicendo che sei tu il passato! Queste sono promozioni da terzo mondo enoico. Lì dovevate farle per avere un certo riscontro. Avete sbagliato target. Sugli spumantini sopracitati, meglio non entrare nel merito. Ti dico solo che non fanno parte della nuova docg Offida. ps.: comunque puoi usare il maschile anche per la terza persona singolare...non è un errore grammaticale!

avatar

alessandrini stefano

circa 8 anni fa - Link

Hanno rovinato una delle migliori d.o.c dell'ascolano e del fermano,(il falerio) sponsorizzando la passerina che era chiamata riempibotte per la sua scarsa struttura. Passerina vino del territorio, poi leggo l'eticchetta e vedo che viene imbottigliata a VINCI (toscana).Ma fate un vino decente a prezzi giusti e vedrete che non ci saranno bisogno di queste pseudo promozioni.

Rispondi
avatar

Alessandro Bandini

circa 8 anni fa - Link

In realtà le agenzie di rating stanno valutando il declassamento della Francia proprio alla luce di questa massiccia azione di marketing e di altre similari...in Borgogna non si parla d'altro

Rispondi
avatar

she-wolf not aroused

circa 8 anni fa - Link

Direi che si é fatto un passo avanti nella diffusione della lingua italiana nel mondo. D'ora in poi il termine "pecorino" verrà interpretato non solo come categoria di formaggio, ma anche di "macho pecoreccio leggermente minus abens" e il termine "passerina" evolverà dal significare colloquialmente solo una parte femminile all'eterno femminino trash nella sua interezza. Tutto meno che vino, Dante Alighieri ringrazia.

Rispondi
avatar

Ruggero Romani

circa 8 anni fa - Link

anche cicerone!

Rispondi
avatar

anonimo

circa 8 anni fa - Link

somari questi hanno avuto un idea geniale. sono gli interpreti che affossano l'iniziativa. i maschi sembrano la brutta copia di surfisti californiani e di belle gnocche non c'è ne sono immaginatevi la foto con: Clive Owen Brad Pitt Angelina Jolie Giselle Bundsen Bar Rafaeli staremo qui a parlare di trionfo altro che declassamento della Francia

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 8 anni fa - Link

..beh , miss passerina malissimo non è...

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 8 anni fa - Link

Anonimo aggiornati. Sul femminile non metto bocca, ma gli esempi maschili sono vecchi e datati.

Rispondi
avatar

Maurizio Tafani

circa 8 anni fa - Link

hai capito perchè alla fine ho tolto i formaggi....!!

Rispondi
avatar

Maurizio Fava

circa 8 anni fa - Link

serie B

Rispondi
avatar

Io

circa 8 anni fa - Link

tristezza a palate............

Rispondi
avatar

Carlo Cleri

circa 8 anni fa - Link

Date una vanga all'esperto di marketing che si è inventato questa cosa e a chi lo ha assunto... e via.... a vangare tra i filari come faceva mio nonno che, beninteso, era molto più elegante di questi signori!

Rispondi
avatar

BRUNA FERRO

circa 8 anni fa - Link

Giusto, ma non vangare in una Vigna..potrebbe fare danno anche lì..vangafre da qualche altra parte..un campo immenso e senza ombra..

Rispondi
avatar

Simone Moriconi

circa 8 anni fa - Link

A mio parere, per catturare il target di giovani, non servono questo tipo di inziative di "pura" comunicazione. Fondamentale è "creare cultura", appassionare, far conoscere i prodotti, i produttori e la storia. In questo settore, seconfo me, è necessario agire sui costi, agevolando gli under 30 sia sui corsi di enologia, che sull'acquisto di vini di qualità, diffondendo la cultura del buon vino presso scuole e università. Altrimenti gli unici conoscitori del vino rimaranno persone di mezza età con alta disponibilità economica.

Rispondi
avatar

Marco De Tomasi

circa 8 anni fa - Link

Certo che anche i "giornalisti" che hanno redatto il testo del comunicato ... "serata frizzante all'insegna della bellezza e dell'ELEGANZA". Dove, scusi ???

Rispondi
avatar

Romolo Pepito

circa 8 anni fa - Link

io considero il giornalista che ha fatto questo commento un'emerito ignorante ,, i giovani all'estero sono istruiti nel bere , non come gli imbecilli di italiani , che seguono il trend , del non so' che' ,, offendere l'intelligenza , di bevitori di vino ,, la voterei come legge e e denunceri il giornalista

Rispondi
avatar

calispera

circa 8 anni fa - Link

Chi si scandalizza di questo e' un represso o ha qualche azienda piena di muffa magari in procinto di fallire !!!

Rispondi
avatar

Gastro Nota

circa 8 anni fa - Link

E' ironia la Sua?

Rispondi
avatar

Max

circa 8 anni fa - Link

Qualcuno mi ha detto che chi si scandalizza tanto di questo ha pagato qualche untore per scandalizzarsi!!!

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 8 anni fa - Link

...ho visto il filmato ..."ragazzo di maggiore corpo , ambasciatore del vino marchigiano nel mondo" . Manifestazione da sagra paesana e commento da decerebrata . Buona la prima...

Rispondi
avatar

Niccolò Benvenuti

circa 8 anni fa - Link

Oltretutto, fra le 5 ragazze hanno scelto la meno bella nonché più volgare. Per non parlare della faccia a bischero del fustacchione.

Rispondi
avatar

agnese

circa 8 anni fa - Link

di male in peggio... schifo e disgusto per questa iniziativa idiota e volgare. Devo aggiungere altro? no dai, non fatemi dire parolacce estreme!

Rispondi
avatar

Tommaso Farina

circa 8 anni fa - Link

Questi commenti da beghine mi fanno ribaltare dal ridere.

Rispondi
avatar

Semesia

circa 8 anni fa - Link

MOET & CHANDON Per la Campagna Pubblicitaria 2011 di Moët & Chandon, il fotografo inglese Tim Walker ha fotografato Miss Scarlett Johansson lo scorso autunno al Trianon in Epernay, a nord est di Parigi... E' dal 2009 che la Signorina Johansson e' testimonial del Brand M&C...evidentemente i Francesi si scandalizzano di meno....

Rispondi
avatar

Semesia

circa 8 anni fa - Link

DOM PERIGNON ROSE' VINTAGE 1996 Campagna pubblicitaria per Dom Pérignon Rosé Vintage 1996. Protagonista Eva Herzigova, diretta da Karl Lagerfeld. Nel servizio fotografico così come nel video dello spot, Eva viene immortalata in una camera di albergo. Bionda, bella, sensuale, ammiccante, erotica.... ...cacchio ma sti francesi sono proprio zozzoni..e neppure si vergognano...!!!

Rispondi
avatar

antonio tomacelli

circa 8 anni fa - Link

Se non ti vergogni tu a fare certi paragoni, figuriamoci loro :-)

Rispondi
avatar

Max

circa 8 anni fa - Link

In fin dei conti e' sempre PASSERINA o esiste una passerina di seria A che si puo' permettere tutto ed una di serie B che si deve vergognare? La prima e' arte e la seconda scandalo?

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 8 anni fa - Link

No, la seconda è trash, come te lo devo dire?

Rispondi
avatar

Alessandro Bandini

circa 8 anni fa - Link

mi sembra proprio che il lato morale non fosse in discussione, chissenefrega. La questione è che l iniziativa appare palesemente inefficace anche per lo scarso senso estetico della giuria.

avatar

Rinaldo

circa 8 anni fa - Link

Ricordo ai promoter di "nuovi stili" e "nuovi linguaggi", che sono in buona compagnia! Dal 19 al 21 agosto a Rubbianello frazione di Monterubbiano (FM), sagra della "Passera 'mbriaca". ...auguroni...

Rispondi
avatar

Alessandro Bandini

circa 8 anni fa - Link

Mi permetterei allora di segnalare la V edizione della "Sagra della patacca e della Passerina" svoltasi a fine luglio a Serrone(FR).

Rispondi
avatar

Quinto Fausti

circa 8 anni fa - Link

Mister Antonio Tomacelli non hai preso posizione contro Miss barbera,Miss Prosecco,Miss Lambrusco,Wine model ,Miss Wine Writers la passerina ti ha sconvolto, vedo che affronti spesso questo argomento che fai marketing ?

Rispondi
avatar

vinogodi

circa 8 anni fa - Link

...non capisco tutto questo stupore : nonostante i tempi duri , una passerina ogni tanto fa solo che bene...

Rispondi
avatar

enzo

circa 8 anni fa - Link

Sono un appassionato consumatore di questi due vini passerina e pecorino ,facendo acquisti in alcune di queste aziende ho saputo che alcuni del consorzio erano molto contrari a questo tipo di concorso, la maggioranza ha deciso. La manifestazione è sponsorizzata soprattutto da una imprenditrice che giocando sul nome passerina e pecorino ha moltiplicato le vendite. Voi vomitate forse capite poco di marketing. ( e comunque quando ci si nasconde dietro l'anonimato è facile fare commenti, specialmente se negativi)........ è il mal d'ITALIA. enzo

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 8 anni fa - Link

Passata la curiosità e le battutine facili finiranno le vendite. Un marketing onesto punta alla distanza e alla reputazione di un marchio.

Rispondi
avatar

Semesia

circa 8 anni fa - Link

Un marketing onesto deve essere un supporto alle vendite!!!! Il marketing deve essere efficace ... se onesto è meglio ...ma non e' sempre scontato..anzi direi che se vediamo la classifica delle principali aziende al mondo non lo e' quasi mai...( pensate alcuni settori come quello..finanziario..automobilistico..degli alcolici...ai prodotti dell'abbigliamento...e al vino che viene prodotto con le uve di altri territori e che si fregia di un nome importante o delle valutazioni teleguidate che vengono fatte dei vini..dei film e di ogni altra cosa..e' sempre stato cosi'..ieri era la stessa cosa...domani sara' uguale... ...c'e' qualcuno che scrive qui..che vuole dare lezioni di comunicazione e marketing ( qualcuno pontifica lezioni di etica) ed ha un blog da bambino..con video di gente con la panza di fuori che mangia come dannata...usando musiche che non potrebbe usare perche' sono coperte da copyright.... ...un'altra dice di essere professoressa...ma non ha mai fatto nulla nella sua vita....e blattera mettendosi in mostra con arroganza ...qualcun altro che viene pagato per fare casino...in nome e per conto di altri...intimidendo e creando panico... non è questa democrazia, rispetto e legalità...se ci si vuole confrontare su un tema si devono poter esprimere le opinioni di tutti..senza santificare...( altrimenti si chiama diffamazione e come tale e' punibile dalla legge) .... l'economia sta bruciando..credo che dobbiamo avere noi persone che sanno usare questi mezzi...maggiore EQUILIBRIO di valutazione e maggiore SERENITA' di approccio.... lo sappiamo tutti che aziende e marchi come MARTINI, CAMPARI; BORGHETTI, DOLCE E GABBANA, PORSCHE, BMW, MERCEDES, BACARDI, FIAT, BUDWEISER, BAVARIA BEER, LAVAZZA ..hanno usato o usano la sensualita' nei loro messaggi ma senza creare problemi a nessuno anzi spesso piacevolmente interrompendo spot brutti e privi di efficacia...se poi vogliamo parlarE di operazioni di marketing trasgressive certo ce ne sono ad esempio GUARDATE LA PUBBLICITA' DI DAVIDELFIN FIRMA PERFUME DE SONSIERRA: SEMBRA UN PROFUMO, È UN VINO ( SPAGNA) BIT COPA ( BRASILE) CARAMBA TEQUILA ( CALIFORNIA) il resto del mondo ne e' pieno...ma queste non ci interessano....MISS PASSERINA in confronto e' una educanda ...credo sia una operazione di mezza estate per sorridere un pò solamente questo...

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 8 anni fa - Link

....

Rispondi
avatar

fràncesca

circa 8 anni fa - Link

tutte queste storie x un concorso di bellezza?xkè nn vi rilassate un pò e vi bevete un bikkiere di vino (quello ke vi pare + giusto x il vostro palato molto raffinato)??

Rispondi
avatar

enzo

circa 8 anni fa - Link

Il Corriere Adriatico oggi riporta una intervista ad Angela Velenosi sul concorso miss passerina:dichiara che bisogna promuovere il buon bere contro la cultura dello sballo.L'dea di questo concorso è sua e la sta realizzando il Consorzio vini Picenos;lo spirito dell'iniziativa è di fare tendenza tra i giovani.Questa iniziativa ci ha dato più visibilità di tante operazioni promozionali realizzate all'estero,per noi tutto questo è motivo di orgoglio anche come ambasciatori del territorio in tutto il mondo.Qualcuno ha criticato l'utilizzo del corpo femminile come espediente. "La bellezza è stata sempre fonte di ispirazione per l'arte.Noi nel bicchiere mettiamo tutta la nostra passione" E' sempre giusta l'idea leggera per l'obbiettivo lecito ? Per moltissime aziende del consorzio mi pare di no.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.