di | mer 18 apr 2012 ore 16:35
0
weekly

Cercasi mamma italiana pratica di cucina. Telefonare Joe, ore pasti

DAILY MAIL. Il produttore di vino più noto della GB, Chapel Down, un anno fa si è recato con il suo staff in Mendoza Argentina per selezionare le uve di Malbec facendosele poi spedire in Europa a 5 giorni dalla raccolta. A casa ha prodotto il vino English Salute lanciandolo come il risultato di una vera e propria collaborazione tra i due paesi. Questo Malbec venduto alla ristorazione perché non etichettabile secondo le attuali leggi in vigore, dimostra come nei fatti si possano superare certe turbolenze politiche riaccese dal trentennio dalla guerra delle isole Falkland. Da un punto di vista strettamente vinicolo questa esperienza dimostra invece come potrebbe cambiare il trasporto dei vini, privilegiando l’uva piuttosto che la bottiglia con grandi risparmi sui costi e riducendo l’inquinamento ambientale.

BBC. Negli ultimi quattro anni molti di coloro che hanno investito soldi acquistando vini di importanti case vinicole hanno perso fino a 100 milioni di sterline in seguito al fallimento di alcune agenzie britanniche che hanno gestito questo tipo di investimenti. All’inizio della crisi economica che si è poi ramificata e divesificata come sappiamo, molti dissero e scrissero che il vino era considerato tra i beni sicuri per coloro che avevano denaro da investire ma non si fidavano né dei titoli di carta né delle banche barcollanti nel buio. Il fallimento di oltre 50 agenzie specializzate ha bruciato milioni di risparmi e i più fortunati riusciranno a recuparare dai liquidatori solo 15 o 20 centesimi per ogni sterlina investita.

THIS IS LOCAL LONDON. Barefoot Wine Beach Rescue Project è una campagna di pulizia delle spiagge partita dalle California e sponsorizzata dalla cantina Barefoot Wine & Bubbly. Nel 2011 è approdata anche sulle coste europee e precisamente in GB dove i volontari hanno raccolto 2.5 tonnellate di immondizia ottenendo come ringraziamento un bicchiere di vino californiano. Ora i volontari si stanno organizzando per la pulizia delle rive del Tamigi che avverrà l’8 luglio al costo di un bicchiere di vino a partecipante. Che fantastico modo di sponsorizzare un prodotto.

WALL STREET JOURNAL. In questa notizia di vino c’è solo il nome del ristorante Enoteca di Staten Island in NYC. Il proprietario pubblica ogni settimana su Amercan Oggi questo annuncio in italiano: cercasi donne per cucinare piatti regionali italiani nella famosa ENOTECA MARIA in Staten Island. Lavoro parziale (una sera a settimana), ottima paga. Chiamare Joe. L’idea è quella di avere ogni settimana una “nonna” capace di cimentarsi con le tradizioni culinarie delle regioni italiane. In un periodo in cui si parla tanto di ‘fuga di cervelli’ non sarà anche il caso di cominciare a pensare alla fuga di braccia con cervello?

DAILY MAIL. Piceatannol è una delle sostanze contenute nel vino rosso è che ritarderebbe la formazione di nuove cellule di grasso nel corpo umano. Quindi secondo i ricercatori potrà essere utilizzata per prevenire e forse anche per curare l’obesità. Le ricerche condotte in America e pubblicate sul Journal of Biological Chemistry dimostrano che ancora una volta un moderato consumo di vino allunga la lista delle malattie prevenibili, che già comprende attacchi cardiaci, malattie neurodegenerative e cancro. Leggiamo questa notizia con l’augurio che nessuno domani la smentisca e con la speranza che presto qualcuno ci dica anche che il vino può darci gli addominali a tartaruga.

Spedisci via email

Lascia un commento

1. Ospite
Commenta subito
2. Iscritto a Facebook o Twitter
Commenta con il tuo profilo social
accedi
3. Iscritto a Intravino
Registrati/Login



Inserisci un'immagine nel commento cliccando qui.