Bordeaux 2017 Late En Primeur: sulla riva destra il manico sconfigge la gelata

Bordeaux 2017 Late En Primeur: sulla riva destra il manico sconfigge la gelata

di Andrea Gori

Se non ci fossero state le note gelate primaverili nel 2017, ci saremmo trovati davanti ad una delle migliori vendemmie EVER per la riva destra a Bordeaux, con merlot e cabernet franc a livelli mai immaginati prima. Ma la sorte o gli dei non hanno concesso molta fortuna a questa riva con la 2017 , pur non facendo mancare il talento e il crisma dei grandi vini che appaiono in maniera molto precisa in queste due AOC.

Per chiarirsi subito: la 2017 è stata un’annata climaticamente da riva destra ma, nei fatti, le gelate hanno compromesso la perfezione e soprattutto la quantità e, tra le due AOC, emerge molto chiaramente la classe di Pomerol e la fine della grandeur stilistico-legnosa per St. Emilion. E basterebbe questo a festeggiare perchè comunque tra gli assaggi effettuati nelle caves di Millesima pochi giorni fa, i grandi vini non mancano e hanno anche prezzi decisamente interessanti.

Qui il video della mia intervista sul tasting dal sito di Millesima:


Pomerol


Bon Pasteur – Pepe e menta, more e sale, bocca tannica e pepata che impressiona. 92
Clos du Clocher – Ferro e more, vaniglia e peperoni, bocca bella sfaccettata. 91
Clos l’Eglise – Caramello, pepe e resine, bocca piena e imponente con nota di ciccia succosa. 93
Clos Rene – Floreale e fruttato, iodio, ferro e ginepro, bocca con note verdi ma piacevoli. 88
La Connivence – Liquirizia e resine, mirtillo e cocco, sorso agile, lungo ma non distinto. 90
Conseillante – Floreale, frutto di bosco, verbena, mirtillo, cassis e ferro, Preciso e sapido ma anche opulento al momento dell’ingresso in bocca. Tannino energico e gustoso. 96
Le Croix de Gay – Sapido e sottile, caramello e fico, bocca di ricchezza e tannino soffice. 92
La Croix du Casse – Bergamotto e liquirizia, frutto di bosco scuro e cumino, tannino e bella freschezza. 90
Domaine de l’Eglise – Ampio e carnoso di cassis e prugne, bocca con tannini pronunciati ma estratto è molto bello. 93
Fleur de Gay – Rose e incenso, sandalo e ginepro, bocca scura e con bella polpa, finale in crescendo armonico. 92
Gazin – Fragole, pepe e cannella, bocca ampia e finezza tannica superba, spinta sapida su tannino roccioso, ottimo. 95
Le Gay – molto fruttato, bocca balsamica con tocchi di acqua di colonia inglese, sorso piacevole. 89
Mazeyres – Balsamico, speziato e intenso, lavanda e verbena, tannino piacevole ben scandito. 92
Petit Village – Ciliegie sotto spirito e prugne, bocca con pepe e sottigliezza speziata, bella trama tannica. 92
Sales – Cassis e floreale, cumino, rose e smalto, bocca esile appena scabrosa. 88
St Pierre – Menta e mallo di noci, lavanda e ciliegie, tannino sottile e ricco. 91
Vray Croix de Gay – Speziato e piccante, sottile e saporito, più fresco che tannico ma finale piacevole. 90

Schermata 2019-04-04 alle 12.32.22


Saint-Emilion


Beau Sejour Becot – Resine e pepe, peperoni e amarene, tannino intrigante, finale splendido. 94
Beausejour Heritiers Duffau Lagarosse – Ampio, levigato e sottile, passo agile finissimo e speziato, incantevole frutto al palato. 95
Bellefont Belcier – Piccante vegetale, sorso pieno e carnoso con qualche inciampo tannico. 91
Canon – Imperioso, balsamico e frutto pepato. Bocca intrigante, dolce e piccante. 91
Canon La Gaffeliere – Rose e incenso, tabacco, note cupe e piccanti, chiude agile con tratti verdi belli. 92
Clos Fourtet – Ricchezza ma sempre con eleganza e sapidità. Bocca ricchissima e finale contrastato ma che cattura l’immaginazione. 94
Couvent Jacobins – Energico e cupo, ricco e torrefatto ma bocca è fine, suadente e dolce nei modi. Tannino serrato bene. 93
Dominique – Semplice, diretto, polpa e mela ma lunghezza strozzata da tannino. 88
Faugeres – Ricco e terremotante, more e mela rossa, ampiezza e passo deciso, tannino ricco. 92
Figeac – Guizzante e polposo, piccante e balsamico, bocca elegante e croccantezza di ciliegia e alloro, tannino bello serioso. 95
Fombrauge – Polpa e succo pienissimo e opulento, molto tirato ma impressiona il palato per estratto e compiutezza tannica. 95
Gaffeliere – Sottilmente fruttato e speziato, bocca ampia e pacata, lunghezza ed energia stupenda, dissetante e sapido. 94
Grand Mayne – Smalto e pepe, poi bocca di frutto e resine, tannino piacevole. 88
Magrez Fombrauge – Ampio, setoso scuro e imponente. Bocca ricca e densa, ammirevole per compiutezza e dolce sensazione appagante ma fresca. 93
Pavie Macquin – Senape e vegetale ma ricco di frutto e spezia, bocca splendida e sfumata, tannino preciso. 94
Soutard – Liquirizia, noci e carrube, sorso con more e senape, tannino un po’ arido. 89
Troplong Mondot – Ricchezza un po’ esasperata, frutto esplosivo scuro ma ravvivato da menta piperita e agrumi. Bocca splendida e sontuosa per tannino e frutto. 96
Trotte Vieille – Pepe, menta e more, bocca che spinge e macchia molto. 89
Valandraud – Ampio e balsamico, spezia solare e pepe, sorso elegantissimo, fine e dalla lunghezza torrefatta e fruttata splendida. 96

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

2 Commenti

avatar

Stefano

circa 6 mesi fa - Link

Scusa la curiosità, ma dal cartello della foto devo supporre che Millesima distingue blogger da carta stampata? Poi noto differenze enormi di punteggio per alcuni châteaux con la 2014, che pensavo fosse più affine alla 2017

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 6 mesi fa - Link

L'evento cui ho partecipato la sera prima era riservato ai blogger e comunicatori digitali, quello della 2017 del giorno successivo era invece per blogger influencers e giornalisti classici

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.