Alfonso Cevola e il Vinitaly “indimenticabile”

di Antonio Tomacelli

Ancora sul maledetto convegno del Vinitaly sui blogger e la comunicazione del vino? Si, ancora, ma questa volta per girarvi l’incazzatura di un blogger americano che poi tanto americano non è: Alfonso Cevola di On the wine trail in Italy. Alfonso ha preso malissimo il mancato invito, o almeno la comunicazione ai blogger di lingua inglese (lo leggo solo oggi). Ma come  – si chiede nel suo blog – promuovo il vino italiano in america da 30 anni, sono tra i primi blogger in America per accessi ed età, vengo al Vinitaly scavalcando l’Oceano e nessuno mi avvisa del convegno?

Segue domanda delle cento pistole: ma lo sanno i “ragazzi del Vinitaly” che la lingua ufficiale di Internet è l’inglese? Sanno gli organizzatori che Facebook, Twitter e tutti gli altri socialcosi li abbiamo inventati noi americani? No caro Alfonso, non lo sanno. Come non sanno chi sia Alder Yarrow o Eric Asimov che non avrebbero certo sfigurato in un convegno simile. Sono all’oscuro pure che centinaia di americani presenti in fiera sono blogger o hanno usato twitter per comunicare tra di loro e ne hanno dette di tutti i colori. Il resto del post di Cevola fa male solo a leggerlo. È lo sfogo amaro di un comunicatore che ama e promuove il vino italiano in America. Che da oggi, grazie agli organizzatori del Vinitaly, lo amerà un po’ meno.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

3 Commenti

avatar

gianpaolo

circa 11 anni fa - Link

poi sembra che ce l'ho con te: On the wine trail in Italy, non "train". :)

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 11 anni fa - Link

Beh, un refuso ogni tanto concedimelo ;-)

Rispondi
avatar

Franco Ziliani

circa 11 anni fa - Link

Alfonso, che é un caro amico, ed una persona che conosce veramente il vino e sa comunicare splendidamente sul Web, ha perfettamente ragione. Però permettetemi di dire che qualcuno, a Verona, si é ricordato di lui e l'ha coinvolto, come membro del tasting panel, in una degustazione (non indimenticabile peraltro) di rosati pugliesi: http://vinoalvino.org/blog/2010/04/rosati-in-terra-di-rosati-2010-panel-di-degustazione-al-lavoro-in-pieno-vinitaly.html Eccolo qui, nel link, immortalato in azione: http://farm5.static.flickr.com/4069/4541731254_fe19b131c8_o.jpg

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.