Above Sea Level, un altro magazine molto bello

Above Sea Level, un altro magazine molto bello

di Jacopo Cossater

Era da un po’ che volevo dedicare qualche parola ad Above Sea Level, splendida pubblicazione cartacea di cui ho appena comprato la seconda uscita. Un magazine di carattere monografico programmato per uscire una volta all’anno, il cui primo numero era dedicato alla California e il secondo, quello adesso in edicola, al Portogallo.

Una nuova prospettiva sul vino, questo l’ambizioso sottotitolo per un progetto che cerca di mescolare mondi diversi al fine di contestualizzare al meglio i vini di una regione o di un Paese, vini che non possono essere altro che l’espressione di uno specifico contesto storico e culturale, hic et nunc. Ecco quindi fare capolino all’interno delle quasi 100 pagine della rivista storie non necessariamente focalizzate sul solo vino: in particolare l’idea alla base del Portugal Issue è quella di celebrare le persone che più di altre stanno cambiando la percezione del Portogallo nel mondo, vignaioli ma anche produttori di specialità locali, chef, architetti.

Above Sea Level 02

Above Sea Level è organizzato in modo geografico, in base alle principali regioni produttivi del Paese. Bellissima la prima parte sulle isole, su Madeira e le Azzorre, con un primo pezzo dedicato a quei particolari territori e i loro panorami e un secondo ai vini provenienti da quei terreni, di origine vulcanica. Non mancano focus sulle regioni più note, Douro in testa, in un contesto patinato ma non troppo, curato nella scelta delle immagini a corredo degli articoli e molto attuale nella confezione.

Above Sea Level 03

Quello che più colpisce di Above Sea Level è infatti la capacità con cui in modo apparentemente semplice riesce a spiccare per personalità editoriale, senza ammiccare eccessivamente ad altre pubblicazioni grazie a un giusto bilanciamento tra grafica, immagini, soprattutto contenuti: il vino emerge in modo netto, non senza brevi approfondimenti sui produttori più importanti dell’ultimo decennio o su alcune delle etichette da non mancare per farsi una prima idea del Portogallo e del suo contesto produttivo contemporaneo.

Above Sea Level 04

Personalmente lo trovo bellissimo, ennesima dimostrazione di quanto le novità più interessanti a livello editoriale, nel vino, continuino a provenire da quelle pubblicazioni considerate come indipendenti. Above Sea Level è infatti un side-project di Aimee Hartley, giornalista inglese già collaboratrice di un mostro sacro come Monocle.

Come nel caso di Pipette si tratta di magazine non particolarmente diffuso in Italia. Sul sito di Edicola 518, mio personalissimo riferimento culturale, costa 18 euro più spese di spedizione. Sul sito di Above Sea Level un po’ meno, 14,50 sterline spedito.

[immagini: Above Sea Level]

Jacopo Cossater

Comunicazione digitale ed e-commerce, è tutta una questione di vino, di birra artigianale e di trail running. Vive in Umbria, a Perugia, ha un debole tanto per i Paesi del Mediterraneo quanto per quelli scandinavi ma non potrebbe mai fare a meno dei ritmi dell'Italia Centrale. Blogger della seconda ora, su Intravino dal 2009.

2 Commenti

avatar

Ulrich Kohlmann

circa 1 settimana fa - Link

Utilissima segnalazione! Grazie.

Rispondi
avatar

Serena P.

circa 5 giorni fa - Link

Ottima segnalazione, non lo conoscevo ma mi sa che dovrò prenderlo anch'io!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.