Abbiamo aperto un gruppo chiuso su Facebook: Boicotta Intravino. Come join us

Abbiamo aperto un gruppo chiuso su Facebook: Boicotta Intravino. Come join us

di Alessandro Morichetti

Intravino nasce nel 2009 da una manica di sgarrupati affiliati al blog Dissapore, ormai salito ai piani alti della gastrosfera comunicativa. Noi – per scelta e vocazione – siamo sempre qui nei bassifondi, lontani dalla pubblicità e dalle contaminazioni pericolose. Tra attivi e dormienti oggi siamo una 20ina ma in questo quasi decennio ne sono cambiate di cose. Rise (and fall?) dei social, su tutti Facebook, che ha ingerito nel tempo tanta parte di commenti e discussioni salvo poi arrivare, specie ultimamente, a una crisi di rigetto. L’interazione via blog non è scomparsa e si è assestata su altri livelli ma va bene così.

A un certo punto, però, abbiamo pensato che una via di mezzo tra il blog e un indistinto mare magnum di conversazioni social fosse non solo possibile ma assolutamente auspicabile. Per questo nasce Boicotta Intravino, un gruppo chiuso su Facebook che abbiamo messo in piedi da pochi giorni.

Il meccanismo è semplice: si entra su invito e chi vuole invita altri amici, a coscienza propria. Entri, dai un occhio e valuti se rimanere. Come potete immaginare già dal nome NON è un gruppo democratico, ci sarà una moderatamente rigida filtrazione dei flussi comunicativi e – come in una casa ordinata che si rispetti – chi sgarra se e torna a casa propria. Abbiamo inserito da ieri la moderazione automatica dei contenuti per evitare spam, cross-posting e deliri vari. La immaginiamo come una specie di redazione allargata, allargatissima, in cui l’idea è condividere contenuti che si immaginano rilevanti per la comunità dei lettori. In 9 anni si spera che chi legge abbia più o meno capito lo stile, quindi si potrà dire più o meno tutto senza preconcetti purché argomentando e senza straparlare.

Su Boicotta Intravino segnaleremo articoli usciti o in uscita e parleremo di vino, ristoranti e gastronomia sempre nella forma “come se” fosse un post su Intravino. Quindi il primo e per ora unico vincolo ai contenuti è: postare solo qualcosa che ipoteticamente, prima o poi, potrebbe diventare un post. Ovviamente bandito lo spam di contenuti altrui, salvo dove diversamente specificato, cioè per sviluppare conversazioni su argomenti di interesse comune e, SEMPRE, nel rispetto di iscritti e non iscritti al gruppo.

Boicotta Intravino – the wild bunch (il mucchio selvaggio) è qui.

PS: il perché del nome è presto detto. Il 4 settembre 2013 un lettore ci offrì l’illuminazione“Siete una massa di politicanti radicalchic, non entrerò più nel vostro sito io che edito guide enogastronomiche per turisti. Altro che boicottare Bressan, io boicotto voi. vergognatevi #boicottaintravino. e se non lo pubblicate vi dimostrate i censori della libertà di parola.”

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

1 Commento

avatar

Alessio Cavallini

circa 2 anni fa - Link

Commento poco - leggo molto. Idea geniale. Ale

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.