Audace colpo dei soliti ignoti. Rubate 1500 piante di sauvignon a Faenza

di Fiorenzo Sartore

Il furto di vigneto ci ha sempre colpito l’immaginario. Pure se non è una novità: a settembre dell’anno scorso era successo nelle Cinque Terre (uva, però). Oggi registriamo un fatto analogo vicino Ravenna: “Un’intera vigna sparita in una notte. Millecinquecento giovani viti di Sauvignon blanc francese appena piantate sono state rubate all’azienda vinicola Trerè di Faenza”. La titolare è stata informata del furto da un dipendente, mentre si trovava a Düsseldorf per la fiera locale (ProWein).

Nelle dichiarazioni su Il Resto del Carlino si legge inoltre: «Avevamo preso precauzioni perché non si vedesse che erano state appena piantate — per esempio avevamo tolto le etichette. Ma probabilmente qualcuno lo ha visto». Il furto sarebbe avvenuto nell’arco di una notte: «Non ci sono tracce di veicoli o orme. E’ possibile che siano state cancellate dalla pioggia del fine settimana». Sempre secondo l’articolo, “ora è possibile che le piantine siano dirette all’estero”. Il danno è stimato in tremila euro.

[Immagine: Tenuta Trerè. Crediti: Il Resto del Carlino, Twitter].

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

1 Commento

avatar

Paolo Cianferoni

circa 5 anni fa - Link

Son cose che succedono molto spesso, e la notizia rimane nel cerchio ristretto. Si pianta una vigna e dopo qualche giorno 10. 100, 1000 barbatelle spariscono. Chi ruba 10 probabilmente è per metterle nel giardino, chi ruba 100 è probabilmente per fare un dispetto, chi ruba 1000 o più ci vuole un imprenditore vinicolo che è disposto a comprarle...

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.