Che ci fa il Sauternes nel bag in box?

di Antonio Tomacelli

Vendere uno dei più pregiati vini al mondo nel bag-in-box sa di auto-castrazione, ma tant’è: Chateau de Munic lo sta facendo a modo suo. A quando una bottiglia di Yquem col tappo a vite e, magari, leggermente frizzante?

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

1 Commento

avatar

sfursat

circa 8 anni fa - Link

Andrebbero fatti dei distinguo ...... ci sono Sauternes e Sauternes......

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.