Che ci fa il Sauternes nel bag in box?

di Antonio Tomacelli

Vendere uno dei più pregiati vini al mondo nel bag-in-box sa di auto-castrazione, ma tant’è: Chateau de Munic lo sta facendo a modo suo. A quando una bottiglia di Yquem col tappo a vite e, magari, leggermente frizzante?

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

1 Commento

avatar

sfursat

circa 7 anni fa - Link

Andrebbero fatti dei distinguo ...... ci sono Sauternes e Sauternes......

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.