Apre lo spumante con la sciabola e si amputa un dito

di Antonio Tomacelli

Capodanno da incubo per un diciottenne padovano pordenonese che ha tentato di aprire una bottiglia di spumante a colpi di sciabola. La particolare tecnica, detta sabrage, è in uso presso qualche edotto sommelier e andrebbe praticata con attenzione. L’inesperto diciottenne, invece, si è amputato di netto una falange, finendo dritto al pronto soccorso.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

6 Commenti

avatar

Riccardo

circa 7 anni fa - Link

Io non so se la geografia sia una disciplina (o materia) vaga, ma Prata di Pordenone non è in Veneto ma in Friulia Venezia Giulia ed il ragazzo è Pordenonese, non padovano. Ovviamente è il link ad aver dato informazioni sbagliate. Sul "tragico" incidente purtroppo è tutto vero.

Rispondi
avatar

Angelo D.

circa 7 anni fa - Link

Certo è che ci vuole impegno, a farsi male. Io Ale mi diverto un mondo e non ne spreco nemmeno una goccia! :-)

Rispondi
avatar

Burde

circa 7 anni fa - Link

Cmq attenzione davvero soprattutto se la bottiglia è di quelle di vetro alleggerito come impone la moda più attenta all ambiente!

Rispondi
avatar

DarioSpezza

circa 7 anni fa - Link

tra l'altro le sciabole da sommelier non hanno neanche il filo...

Rispondi
avatar

Davide

circa 7 anni fa - Link

Io ho assistito ad un incidente simile; il tappo è stato correttamente staccato dalla bottiglia, ma è finito sulla fronte di un commensale.... con seguito di bestemmie e sangue sul tavolo. Niente di grave ma lo sciabolatore è passato da eroe della serata a reietto.

Rispondi
avatar

motivational pictures

circa 7 anni fa - Link

sciabolare le bottiglie è da tamarri.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.