“Power and grace”: e il Monfortino sorse da una piscina di rovere

di Andrea Gori

E’ meglio che lo faccia direttamente uno di loro; che sia un americano a spiegare uno dei nostri vini più grandi ai suoi conterranei. Finirà con l’ammettere che non è proprio la stessa cosa, raccontare i vini di Giacomo (Roberto) … continua »

5 alle 9 (eno-version)

di Fiorenzo Sartore

1. Scienziati solerti progettano il naso artificiale per rendere inutile il sommelier: indovinerà la vigna di provenienza, il vitigno, l’essenza del legno usato ed il codice fiscale del vino.

2. Anna Serio (Italissima) interviene con una precisazione su Intravino, … continua »

Oh che bel castello

di Fiorenzo Sartore

A Castell’Arquato c’è un bel castello. E c’è il Gutturnio dei Colli Piacentini. Dovendo scegliere, indovina cosa interessa? Il Gutturnio 2007 di Casa Benna; e mica solo per la cosa colore-profumi-corpo. Per dire, ne compri una bottiglia, in azienda, … continua »

Vetro non riciclabile

di Fiorenzo Sartore

Se possedete una bottiglia di Chateau Lafite-Rotschild 1982, beati voi. Il guru degli assaggiatori, Robert Parker, ha assegnato 100/100 di punteggio a questa etichetta, ed i prezzi sono stellari. Se, tuttavia, siete il genere di enofilo che apre queste icone … continua »

Così ero capace anch’io

di Fiorenzo Sartore

Mentre i Dissapori, e cumuli di commentatori, si accapigliavano su codici etici, conflitti d’interesse, informazione e business, Il Sole 24 Ore zitto zitto decideva di mettersi a vendere vino. Proprio come il Wall Street Journal. … continua »

Vinexpo di Bordeaux: cronaca vera?

di Alessandro Morichetti

Non sono stato al Vinexpo, fiera che si svolge ogni due anni a Bordeaux  e riservata a “professionisti del vino e degli alcolici”. Mi sono affidato ad internet per capire il ruolo giocato dall’Italia nella manifestazione. Sfogliando qualche comunicato … continua »

Internet e le recensioni quasi oggettive

di Andrea Gori

Qui a Intravino speriamo che tutti sappiano cosa sia CellarTracker: è la più grande raccolta online di cantine private e non, dove potete inserire il vostro foglio di calcolo con tutti i vostri vini, taggarli, classificarli e farli entrare … continua »

Misure vitali (contro la crisi)

di Fiorenzo Sartore

Una delle mie citazioni preferite è “il vino si fa per venderlo”. Per dire che, insomma, tutta questa comunicazione intorno al vino servirebbe a quello; riguardo ai mezzi ognuno ha le sue idee. Prendi ad esempio l’Associazione giovani imprenditori vinicoli … continua »

Nuovi mestieri: recensire etichette

di Antonio Tomacelli

La prima etichetta tra le centomila esposte nel Museo Internazionale dell’Etichetta del Vino di Cupramontana, nelle Marche, è scritta in bella calligrafia su di un pezzetto di carta bianca: “Barolo” c’è scritto, nient’altro; giusto per capire la provenienza. Ha più … continua »

Solo un bicchiere, e basta

di Fiorenzo Sartore

Liberate spazio nell’armadio: basta un solo bicchiere per i bianchi, e per i rossi. Si chiama Alberto’s vineyard, di Alessi: la parte del bordo aperta all’esterno è adatta all’assaggio dei bianchi, mentre la parte opposta, più chiusa, concentra i … continua »

Sassicaia, cioè Michelle Pfeiffer

di Alessandro Morichetti

Daniele Cernilli, direttore del Gambero Rosso, li chiama “romantici”: sono quelli che parlano di vini paragonandoli alle donne. Sembra un stupidata, spesso è un eccesso, a volte funziona. Per raccontare due bottiglie posso usare descrizioni dettagliate, oppure associarle a … continua »

Atteggiarsi ad assaggiatore in poche semplici mosse/1

di Fiorenzo Sartore

Diamo il via ad una serie di lezioncine facili ed educative; tiratevela da assaggiatori senza aver mai frequentato un sommelier.
Assaggiare alla cieca è il modo migliore per valutare un vino da vero professionista. Senza vedere prima l’etichetta, siete focalizzati … continua »