Calabria e Champagne (Dom Pérignon 1996)

di Andrea Gori

Chi lo dice che per bere il Dom Pérignon si debba cenare in un ristorante stellato-triforchettato vestiti di tutto punto? Se il piacere di bere un vino è condizionato dalla situazione, le vacanze sono il momento giusto per concedersi una … continua »

New York Times Wine Club: quanto rende vendere vino?

di Fiorenzo Sartore

Il primo è stato il Wall Street Journal. Dopo sono arrivati altri, e per ultimo il New York Times: “alla ricerca di un modo alternativo di far soldi, dato che gli incassi pubblicitari precipitano, il NYT si butta nel wine … continua »

Cara bevi piano

di Fiorenzo Sartore

Cocktail a base di Martini, con diamante da un carato di Bulgari, sul fondo. Tratto dalla galleria dei 10 cibi più cari al mondo, su Repubblica.… continua »

Probabilmente questo post è abbastanza ferragostano

di Fiorenzo Sartore

Se la nostra cifra editoriale è il disimpegno, a Ferragosto dovremmo essere in grado di superarci. E se è una sfida, siamo pronti.

Cominciamo da una descrizione. Questa:

Esamina il suo colore profondo, quasi nero. Rotea giocosamente il bicchiere, guarda … continua »

Innse: brindisi proletario

di Fiorenzo Sartore

Al termine della trattativa per il salvataggio dell’Innse, gli operai festeggiano “con spumante e torte fatte in casa”. Non ricordo d’aver visto bicchieri più belli di questi, in plastica, alzati per brindare. E’ ampiamente consentito maramaldeggiare su Bertinotti, che ha … continua »

Yellow Tail VS. Downunder. Basta una parentesi quadra, per copiare il marchio?

di Fiorenzo Sartore

Un po’ nervosetti, in Australia. Nella guerra per il posizionamento dei marchi c’è posto per una bella causa legale: “trademark infringement”.

Secondo Yellow Tail, gigante dell’export australiano, l’etichetta del concorrente Downunder (gruppo Franzia) è decisamente troppo simile alla … continua »

Credeteci o no, si chiama Wine Diaper

di Fiorenzo Sartore

Va bene, ci stiamo specializzando in accessori demenziali. Sarà il Ferragosto. Questo poi è proprio un tool da vacanza. Il Wine Diaper (traduzione italiana: PannoVino) esiste davvero. Se rompete la vostra preziosa bottiglia in valigia, il contenitore assorbe il … continua »

W! [Al generation]. Sei trash o cool?

di Fiorenzo Sartore

A volte ce le andiamo a cercare. A volte ce le segnalano proprio, per dire che ci identificano come degni portavoce di derive eno-trash. Trovate di marketing, bottiglie leopardate, vino al gusto di mango, nella casella di posta troviamo cose … continua »

Addio Fiera di Taurasi. Ma la legge ammazzafiere non c’entra

di Fiorenzo Sartore

Quando è stata promulgata la Legge comunitaria n°88, che tra l’altro proibiva la somministrazione di alcolici durante fiere e rassegne di settore, sembrava realizzato il ridicolo disegno di vietare per legge il Vinitaly. Ovviamente in Italia ci siamo dati … continua »

Enoturismo last minute | Quale regione scegliere?

di Fiorenzo Sartore

Sono cresciuto in una famiglia mezza piemontese e mezza ligure: i rossi ed i bianchi, a casa, erano quelli locali. Però ho sempre avuto un amore deviante per la Toscana. Quando potevo, scappavo tra Firenze e Siena e tornavo con … continua »

Gesù beveva Sangiovese

di Antonio Tomacelli

Oggi buone notizie, il marketing del vino ha profilato un nuovo cliente: il cretino. Lo si può trovare negli Happy Hour, nei Centri Fitness, e probabilmente compra Made in Milan, vale a dire “un’etichetta impegnata a selezionare eccellenti vini … continua »

Accessori | Soirée, il decanter d’emergenza

di Fiorenzo Sartore

Iperossigenare un vino enfatizza i profumi. Per questo usiamo il decanter. E quando manca il decanter, puoi usare Soirée, una specie di tappo-versavino-ossigenatore. Secondo Andrew Lazorchak, l’ideatore, “con Soirée una bottiglia da $8 avrà il sapore di una da … continua »