Beaujolais Nouveau 2006 (no, non mi sono sbagliato a scrivere)

di Fiorenzo Sartore

Assaggiare il Beaujolais Nouveau 2009, in vendita da ieri, era troppo facile. Troppo scontato. Il novello per eccellenza, quello che ha indicato il cammino ad infinite imitazioni e citazioni, non è destinato ad affinarsi. Lo sappiamo tutti, giusto? Va bevuto … continua »

Come si riconosce un homegrapper, qualunque cosa significhi

di Davide Cocco

Produrre birra a casa propria è legale. C’è un esercito di piccoli homebrewers che tentano, con alterni successi, di produrre bionde, rosse o scure in pieno spirito autarchico. Talvolta nascono problemi, perché autolisi, infezioni e puzze varie sono dietro l’angolo. … continua »

La nouvelle vague dei Lambruschi

di Jacopo Cossater

Così, a mente piuttosto fredda, si potrebbe dire che le chiavi di lettura siano sostanzialmente due. Da una parte le modalità, dall’altra la sostanza. Tutto è successo piuttosto rapidamente su Twitter. Come la prima volta un manipolo di appassionati … continua »

Passione per il vino | Cosa siete disposti a fare?

di Alessandro Morichetti

Io e la mia carta dei credito andiamo spesso in sollucchero per un’etichetta. Il problema è che me ne accorgo sempre dopo. Ma la passione è così, per assecondarla facciamo qualunque follia, anche creativa, per foruna. Sentite questa. Gita scolastica … continua »

Che vino scegliere per il primo appuntamento?

di Alessandro Morichetti

Se dite di non averci pensato non ci credo. Qualsivoglia enostrippato sa che scegliere il vino per il primo appuntamento è vitale. Vogliamo trascurare il convitato odoroso proprio ora che la biondina del terzo piano ci ha concesso la cena … continua »

Buon (non) compleanno Montefalco. Parola di Marco Caprai

di Andrea Gori

Domani è il Sagrantino-Day, il giorno in cui l’Italia avrà la prima DOCG con una classificazione in stile Bordeaux, che permette di sapere quali sono i migliori vigneti del territorio. Troppo bello per essere vero? A sentire Marco Caprai, … continua »

Lacrima commovente (titolo ovvio, eh?)

di Fiorenzo Sartore


Nella kermesse di periferia che non è annunciata da nessuna parte ci càpito un po’ per caso e un po’ per fortuna. Poche aziende pochi tavoli poca gente. Il signor Vicari, mentre sbicchiera la sua Lacrima di Morro d’Alba 2008, … continua »

I Top 100 di Wine Spectator. Per tutto il resto c’è Mastercard

di Andrea Gori

Se non sapessimo che lo fanno apposta ci sarebbe da ridere. Non so voi ma la svolta populista di Wine Spectator a me fa riflettere. Dopo aver passato anni a pompare tannini e colori di ogni tipo, ecco che il … continua »

Oliviero Toscani ha deciso cosa farà da grande

di Francesca Ciancio

Aridaglie. Un altro vino vipposo. Si chiama OT ed è il rosso di Oliviero Toscani. In realtà di queste bottiglie se ne parla da Taste, rassegna organizzata a Firenze dal giornalista Davide Paolini. In quella occasione il fotografo dai bianchi … continua »

Saldi (prima) di Natale | Un vero affare?

di Alessandro Morichetti

Manca un mese a Natale ma nel sottobosco commerciale girano con insistenza offerte prefestive da paura. Se la tua enoteca/ristorante risulta essere un buon cliente con solido potere d’acquisto, roba da 1+1. Vi rendete conto? Un cartone lo paghi, … continua »

Vogliono farci bere Coca Cola al ristorante

di Antonio Tomacelli

Ditemi tutto quello che volete. Ristoranti in crisi, vino che costa troppo, enofighetti sempre più snob. Ditemi tutto ma non fatemi bere Coca Cola. Al ristorante preferisco altro, non mi convince neanche lo chef Tom Colicchio, star televisiva … continua »

Vigneron del futuro: Stefano Amerighi da Cortona

di Alessandro Morichetti

Domanda: come può essere così buona la prima annata di produzione di un vino? E non stiamo parlando dell’ennesima cantina superfamosa. Almeno per ora, questa è l’unica etichetta di un apprendista vigneron: il Syrah di Stefano Amerighi è una … continua »