Champagne Jacquesson in verticale e tutte le leggende sulla “muselet”

Champagne Jacquesson in verticale e tutte le leggende sulla “muselet”

di Emanuele Giannone

Attenti: la lettura di un blog del vino è indizio grave e preciso di etilismo. Il fatto che siate qui a leggere è prova indiziaria della vostra incontinenza nel bere. Se siete altresì attivi sui social e commentatori engagé, … continua »

Da Accursio a Modica, dove sentirsi a casa vuol dire sentirsi liberi

Da Accursio a Modica, dove sentirsi a casa vuol dire sentirsi liberi

di Graziano Nani

Entrando a casa.
Quando siamo in un posto e diciamo di “sentirci a casa” viviamo una sensazione precisa, ma la verità è che ciascuno di noi intende qualcosa di diverso. Per qualcuno è una questione di ospitalità, l’abbraccio di un … continua »

La migliore Guida allo Champagne è in edicola: parola d’autore

La migliore Guida allo Champagne è in edicola: parola d’autore

di Andrea Gori

È l’ultima guida sul vino ad uscire ma è, sicuramente, la più selettiva, visto che dopo centinaia di assaggi (molti documentati qui su Intravino e molti altri inediti) sono soltanto 100 le bottiglie recensite ma potrebbe valere la pena dargli … continua »

Tutto quello che sai sul Rum è falso. O quasi

Tutto quello che sai sul Rum è falso. O quasi

di Thomas Pennazzi

Chiacchierata stimolante, quella con Leonardo Pinto, qualche settimana fa a Milano in occasione della presentazione del suo libro Il Mondo del Rum – la guida tecnica completa per orientarsi nel mondo del rum e della cachaça, edito da … continua »

I segreti della memoria olfattiva spiegati da Laura Tonatto

I segreti della memoria olfattiva spiegati da Laura Tonatto

di Alessandro Morichetti

Sabato sera stavamo bevendo come fogne quando abbiamo iniziato a parlare di profumeria artistica, quindi a sniffare boccettine preziose e infine ad inebriarci di odori splendidi tipo questo, una delle migliori fragranze di fico mai create: foglie di fico in … continua »

Del perché mi piacciono i vini naturali

Del perché mi piacciono i vini naturali

di Redazione

Un altro interessante post di Leone Zot. Di questo passo ci costringerà a inserirlo tra gli autori di Intravino. Di Leone abbiamo già pubblicato Il vino della Georgia dall’A alla Z e Viaggio in Cina. La storia del vino cinese continua »

Qual è il bicchiere giusto per ogni distillato?

Qual è il bicchiere giusto per ogni distillato?

di Thomas Pennazzi

Ogni calice, lo sapete bene, nasce per contenere un certo tipo di vino: se volete avere una sala di un certo tono, o semplicemente una tavola di casa come si deve, dovrete accendere un mutuo presso la Riedel o la … continua »

Perché non aboliamo l’imbottigliamento fuori zona del Barolo? Esempio pratico (dalla Svizzera)

Perché non aboliamo l’imbottigliamento fuori zona del Barolo? Esempio pratico (dalla Svizzera)

di Andrea Gori

Il casus belli è una bottiglia trovata ad una festa tra amici in Svizzera, un Barolo dimenticabilissimo: “Quasso”. Importato (sfuso) da Selectvini di Canelli e imbottigliato da Coop, che lo vende nei suoi supermercati in suolo elvetico ad una cifra … continua »

Vuoi vivere a Parigi? Abbiamo l’occasione di lavoro che fa per te

Vuoi vivere a Parigi? Abbiamo l’occasione di lavoro che fa per te

di Intravino

Interrompiamo le trasmissioni per un annuncio eccezionale: stiamo per offrirvi due posti posti di lavoro a Parigi e non due posti qualunque. Che ne direste di lavorare nel rutilante mondo del vino girando i migliori ristoranti della città? Non è … continua »

Cose da fare quando tutti dicono che un vino è buonissimo e tu invece pensi di no

Cose da fare quando tutti dicono che un vino è buonissimo e tu invece pensi di no

di Fiorenzo Sartore

Ma io non ci sto più, e i pazzi siete voi. La citazione da Alice di De Gregori pare quella adatta per dire come ci si sente, a volte, quando tutti intorno a voi assaggiano un vino descritto come pazzesco, … continua »

Appunti irresponsabili: per un’analisi junghiana di un degustatore abituale di vino (maschio)

Appunti irresponsabili: per un’analisi junghiana di un degustatore abituale di vino (maschio)

di Pietro Stara

Carl Gustav Jung sostiene che “la vera terapia consiste nell’approccio al divino; più si raggiunge l’esperienza del divino, più si è liberati dalla maledizione della patologia”. Il degustatore abituale prende alla lettera questa esortazione nei riguardi di una giusta pratica … continua »