Viaggio in Franconia tra birrifici e osterie secolari, tesori d’arte, ed una Svizzera immaginaria

Viaggio in Franconia tra birrifici e osterie secolari, tesori d’arte, ed una Svizzera immaginaria

di Thomas Pennazzi

Torniamo in Alta Franconia, la mia piccola seconda patria in seno alla Baviera, dove la tradizione brassicola si perpetua indisturbata da secoli.

Di questa terra, chiamata Oberfranken, molti di voi non avranno mai sentito parlare; qualcuno forse, grazie alla … continua »

Hey, enostrippati, qual è lo scheletro in cantina che non osate rivelare?

Hey, enostrippati, qual è lo scheletro in cantina che non osate rivelare?

di Antonio Tomacelli

Confesso subito il mio scheletro nell’armadio: ho una feroce idiosincrasia per l’accoppiata clima-annata. Chiedetemi come fu l’andamento piovoso a Montalcino nel 1998 e vi prenderò a graffi e morsi fino a farvi sanguinare. Sono grave? Non lo so ma di … continua »

I vini radiosi di Mario Garay

I vini radiosi di Mario Garay

di Samantha Vitaletti

Ho la fortuna di lavorare in un posto che ormai è per me un po’ casa, dove mi diverto, ma soprattutto dove mi sento come Adso da Melk  nella biblioteca del Nome della Rosa. Davanti a tutte quelle bottiglie, che … continua »

I posti del cuore: Cena cum Gaudio dai Fratelli Papa

I posti del cuore: Cena cum Gaudio dai Fratelli Papa

di Davide Bassani

E’ stata la mia prima serata post-covid e l’evento andava festeggiato nel modo giusto con una cena all’altezza; nessuno spazio per incertezze e tentavivi, dovevo andare sul sicuro. Così è stato. Sabato sera, il clima che prima minaccia, poi promette, … continua »

L’Erbaluce, il vino figlio di una dea in verticale

L’Erbaluce, il vino figlio di una dea in verticale

di Denis Mazzucato

Alba era una ninfa, quando ancora gli dei abitavano le colline moreniche create dai ghiacci. Vide Sole un giorno in riva ad un torrente, e se ne innamorò di un amore impossibile giacché non potevano stare insieme.

Luna volle aiutare … continua »

Sono in fissa per lo chenin: otto vini per saperne di più

Sono in fissa per lo chenin: otto vini per saperne di più

di Simone Di Vito

Lo confesso: mi è partita la ruota per lo chenin. L’ennesima fissa, di quelle per cui, anche stavolta, gli amici non chiedono nemmeno, mi assecondano a prescindere, a patto che non rompa ulteriormente le palle. E dire che di obsession … continua »

Che vino ci abbino ai piatti di Paperino?

Che vino ci abbino ai piatti di Paperino?

di Sara Boriosi

Il retroterra culturale di molti di noi poggia su letture formative di grande spessore.

Le avventure della famiglia dei paperi dei Grandi Almanacchi Disney è la base di ogni cervello ben oliato, capace di ragionamenti alti e grande abilità deduttiva, … continua »

Romano Ristorante, a Viareggio si cambia (quasi) tutto

Romano Ristorante, a Viareggio si cambia (quasi) tutto

di Andrea Gori

Romano è il ristorante dove ti viene voglia di tornare anche più volte l’anno, il comfort stellato incarnato, la trattoria di pesce di famiglia dove ogni ingranaggio è oliato da decenni ma in cui tutto continua a scorrere e niente … continua »

Veronelli dixit: “La granaccia di Quiliano è fra i migliori vini d’Italia e quindi del mondo”

Veronelli dixit: “La granaccia di Quiliano è fra i migliori vini d’Italia e quindi del mondo”

di Giorgio Michieletto

Passare da Quiliano è facile. Fermarsi un po’ meno. Ma c’è qualcosa di magico in questo punto della Liguria, fra Savona e Vado Ligure, fuori dalle rotte più battute. Quando entri nella valle, ti sembra quasi di doverti stringere per … continua »

Il Tasting di Settignano e la riscossa del Trebbianaccio

Il Tasting di Settignano e la riscossa del Trebbianaccio

di Tommaso Ino Ciuffoletti

Da Plinio al Cognac
In Toscana non è detto che il suffisso -accio sia necessariamente un peggiorativo, segnala di sicuro una certa confidenza con la persona, il luogo, l’oggetto a cui è riferito. Ed il Trebbiano è inevitabilmente il Trebbianaccio.… continua »

Il Lambrusco alla prova del tempo: bere subito o aspettare?

Il Lambrusco alla prova del tempo: bere subito o aspettare?

di Massimiliano Ferrari

Slongherla si ma scamperla no, si dice dalle mie parti.
Il detto in vernacolo parmense sta a indicare che l’approssimarsi di un destino o l’ineluttabile compimento di un dovere si può rimandare ma, prima o poi, tocca farci i conti. … continua »

Il New York Times NON ha scritto che il Verdicchio è il più grande vino bianco italiano

Il New York Times NON ha scritto che il Verdicchio è il più grande vino bianco italiano

di Jacopo Cossater

Nei giorni scorsi diverse testate italiane hanno riportato la notizia secondo cui sul New York Times Eric Asimov avrebbe scritto che il Verdicchio è “il più grande vino bianco italiano”. Repubblica la più conosciuta.

Leggo spesso quello che scrive Eric … continua »