Life is a Bubble, la nuova canzone di Roy Paci dedicata allo Champagne

di Andrea Gori

Oddio, più che dedicata direi ispirata vista la grande e nota predilezione di Roy Pacy per le bollicine francesi, specie se prodotti da qualche piccolo Recoltant Manipulant in zona pinot nero. Sarà per questo che invece che limitarsi ad apparire e ricevere il premio del Comité Interprofessionnel du Vin de Champagne per la sua capacità di incarnare la gioia di vivere ed emozionarsi, ha deciso di preparare una performance a sorpresa con un brano scritto per l’occasione e interpretato in puro spirito Champagne presso il Kook Sharing Experience  a Milano.

La premiazione è stata officiata da Domenico Avolio per conto di Monsieur Vincent Perrin, Direttore Generale del Comité Champagne, che crediamo proprio abbia apprezzato…

http://youtu.be/F12-ICSjQBI

Dal sito del CIVC leggiamo due note sulla vita di Roy: “Musicista, compositore e cantante italiano, Roy Paci inizia a suonare il pianoforte e la tromba da piccolissimo. A 13 anni è già il primo trombettista della banda e comincia a suonare con alcuni gruppi di jazz tradizionale siciliano, iniziando ad esibirsi nei locali jazz più famosi d’Italia. Il suo particolare stile musicale è il frutto dell’influenza dei diversi generi scoperti nei suoi viaggi tra Sud America, Canarie e Senegal.”

Circa alcuni suoi momenti particolarmente effervescenti Roy racconta “Quando mi sono trovato di fronte a più di centomila spettatori nel concerto al Central Park di NY, insieme a Manu Chao Radio Bemba Sound System. Mi ricordo che a fine serata bevvi fiumi di Champagne al Bubble Lounge!”

Non facciamo certo fatica a credergli!

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

3 Commenti

avatar

Giovanni

circa 6 anni fa - Link

Minchia, che testimonial prestigioso! Sicuri che si tratti davvero di Champagne e non di qualche prosecchino?

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 6 anni fa - Link

Proponti tu Giovanni! Il Comitè era molto felice della scelta e Roy anche... E comunque, cosa è che fa il prestigio di una cantante? il numero di dischi venduti? L'estensione vocale? Altro?

Rispondi
avatar

Cinzia Canzian

circa 6 anni fa - Link

Life is a bubble è il claim della nostra azienda Le Vigne di Alice, da sempre. Produciamo Prosecco Superiore, non prosecchino. Roy è un amico e mi ha chiesto la possibilità di utilizzare il claim per la sua canzone, possibilità che gli è stata concessa.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.