Il Forum del Gambero Rosso ha ancora un’utilità sociale: far crepare dal ridere

di Alessandro Morichetti

Quello che segue è un video da scompisciarsi e necessita solo di sottotitoli per chi non frequenti il Forum del Gambero Rosso, noto covo di wine geek perennemente sotto osservazione dall’Associazione Nazionale Psichiatri. Quantomeno, vi aiutiamo decifrare il titolo “Monfortino 1996 in AVR per il conte” grazie ad un infiltrato: gli AVR – Alta Valle del Reno – sono un gruppo di giovani appassionati emiliano-romagnoli che letteralmente riempiono di resoconti di bevute pantagrueliche il forum del GR. Qui ce la si prende con uno di loro, bravissimo tra l’altro, Matteo, detto “il Conte”. Quando, poi, al minuto 3 e spicci viene citato il tal “vinogodi” voi, nel dubbio, toccatevi. Fa di tutto per risultare antipatico ma è solo un timidone e gran bevitore un po’ sborone. Adesso, però, godetevi il video!

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

34 Commenti

avatar

Riccardo La Staffa

circa 8 anni fa - Link

L'ultima frase fà morir dal ridere!!

Rispondi

Lorenzo

circa 8 anni fa - Link

una vera chicca :)

Rispondi
avatar

gabriele succi

circa 8 anni fa - Link

Questo ragazzi è un capolavoro!!!! E ve lo dice chi con gli AVR e il bravo Conte Matteo ci ha bevuto e che ha partecipato (e partecipa tuttora) alle loro discussioni!!! In ogni caso non esiste gruppo di persone al mondo che abbia bevuto i vini in quantità e qualità come gli AVR!!! :) Credo sia giusto nominare il creatore di tale clip: Davide "Sbrega" da Piacenza.

Rispondi
avatar

Alberto G. Tricolore

circa 8 anni fa - Link

Bello ,simpatico magari,ma a me quelle divise e quelle facce se ricordo un po' il passato e la storia mi fanno anche riflettere e vomitare.La satira e l'ironia ecc. non riescono a farmi dimenticare che ad es. mio buon nonno e' stato un pesseguitato dai fascisti solo perche' era un'artista un o anarchico,uno che dipingeva e non gliene fregava di niente della politica di mer.. che loro facevano ecc.Non vorrei essere pesante ma guardare quelle divise e quelle facce di mer.. mi fa quest'effetto secondo me non e' di reale buongusto.Anzi se ci penso bene mi fa schifo.

Rispondi
avatar

Daniela @SenzaPanna

circa 8 anni fa - Link

l'idea è geniale. Tuttavia come John Belushi "io li odio i nazisti" http://youtu.be/rN7ujDfpnnw e li avrei evitati, anche in una satira.

Rispondi
avatar

suslov

circa 8 anni fa - Link

... se facessi scegliere da Luca Maroni avrei risultati migliori ... o da Parker !!! HUAAAAHAHAHAHAHAHAHAHHA !!!

Rispondi
avatar

Andrea

circa 8 anni fa - Link

Il video è anche simpatico, ma questi frequentatori dei forum enologici, specialmente alcuni del GR, sono a mio avviso arroganti, saputelli e con una grande confusione in testa. Con la voglia di primeggiare, del genere io ce l'ho piu' lungo degli altri ! Gente che ha molto, troppo tempo da perdere, che spesso si nasconde offendendo gli altri protetti da vari nick name. Meglio facebook dove il 99% ci mette il proprio nome e cognome ! Storiche le scaramucce tra Rossano Ferrazzano, professorone di turno, con Vignadelmar .

Rispondi
avatar

Francesco Amodeo

circa 8 anni fa - Link

Coerentemente, tu in questo momento insulti random sparando nel mucchio e ti firmi solo per nome senza mettere il cognome.

Rispondi
avatar

Andrea

circa 8 anni fa - Link

@ Francesco Se leggi bene ho scritto alcuni del Gr, quindi è implicito che non sono tutti ! :)

Rispondi
avatar

gabriele succi

circa 8 anni fa - Link

Scusa eh, tu ne conosci qualcuno? Hai mai bevuto assieme a loro? Confusione in testa? Perchè poi?

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 8 anni fa - Link

A me questo video piace molto di più nella versione di "Detti chianini tradotti in inglese" che non posto perché siamo ancora nella fascia oraria protetta.

Rispondi
avatar

Giovanni Solaroli

circa 8 anni fa - Link

Sono basito. Alcuni commentatori hanno perso del tutto il senso of humour, ammesso che l'abbiamo mai avuto. Di conseguenza i loro commenti sembrano più dei necrologi o dei coccodrilli, dove il caro estinto è lo spirito goliardico. Il post lo trovo goliardico, gioioso e pieno di voglia di prendersi meno sul serio. E,per inciso, chi se ne frega se sono più bravi a degustare o no. Che non ci avete una bocca, un naso anche voi? Grazie a Moricchia che l'ha pescato..

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 8 anni fa - Link

è da un anno che questo video gira, ho cominciato a vederlo in qualche forum americano che parlava di PArker e Cabernet ma sinceramente (sarà perchè un poco di tedesco lo capisco) non mi pare una genialata così incredibile... ad ogni modo l'adattamente è gustoso e ci fa riflettere su certe nostre fisime e quanto ci prendiamo troppo spesso troppo sul serio. Però ripeto ancora non capisco cosa lo rende così irresistibile. Credo abbia a che fare con l'archetipo del nazista che sbraita cose incomprensibili, una specie di paura atavica che i nostri nonni e padri ci hanno trasmesso

Rispondi
avatar

gabriele succi

circa 8 anni fa - Link

Ciao Andrea, capisco che per chi non conosca i ragazzi dell'Alta Valle Reno e i loro compagni di bevute, fra cui ci sono stato anch'io, non sia così irresistibile... Se hai voglia di leggere (e di perdere un po' di tempo), vai sul "bollettino AVR" all'interno del Forum del Gambero Rosso; capirai tutto un po' meglio. Se questa può essere considerata spam, allora cancellate questo commento. Un saluto. Gabriele

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 8 anni fa - Link

i sottotitoli mi fanno ridere eccome! e credo di aver colto molti dei riferimenti pur essendo solo un lurker molto distratto del forum. Quello che volevo dire è che è strano il meccanismo di un video che funziona in tutte le lingue e che suscita le stesse sensazioni in tante parti del mondo. Il mio è un dubbio e una curiosità semiotica, tutto qui.

Rispondi
avatar

Fabrizio

circa 8 anni fa - Link

L'uso di video con Hitler e nazisit, oltreché di pessimo gusto, è di così scarsa originalità, che alla fin fine mette sullo stesso livello gli sbeffeggiatori e gli sbeffeggiati, che appaiono tutti una manica di sciagurati che non hanno altro a cui pensare nella vita che il vino che hanno bevuto, che berrebbereo e che berranno. alla fine si tratta di querelles un po' superflue (pure io mi ci metto...)

Rispondi
avatar

splash

circa 8 anni fa - Link

L'uso del video di Hitler (da "La caduta") sottotitolato con un testo diverso da quello originale, e spesso ad uso ironico e' in atto gia' dal 2006 (http://knowyourmeme.com/memes/downfall-hitler-reacts). Il fenomeno si chiama meme, e' una cosiddetta "dinamica di Internet", ed e' qualcosa che va al di cio' che era l'oggetto in questione prima di divenirlo. Non saperlo o non prenderlo in considerazione e' come vedere un opera di Banksy e pensare "'sti ragazzini che si divertono a sporcare i muri". Comunque, per chi si sente offeso dalla scelta di uno spezzone troppo "serio", il regista del film, intervistato a proposito gia' nel lontano 2010, rispose: As for the idea of such a serious scene being used for laughs, Hirschbiegel thinks it actually fits with the theme of the movie. "The point of the film was to kick these terrible people off the throne that made them demons, making them real and their actions into reality," he says. "I think it's only fair if now it's taken as part of our history, and used for whatever purposes people like." Traduzione (mia): Riguardo al fatto che una scena cosi' seria sia usata per ridere, H. pensa che effettivamente va d'accordo col tema del film. "Il punto del film era di far scendere questa gente terribile dal trono che li ha resi demoni, rendendoli reali e ponendo le loro azioni nella realta'," dice. "Penso che sia giusto se adesso siano considerati parte della nostra storia, e usati per qualsiasi scopo venga in mente alla gente."

Rispondi
avatar

motivational pictures

circa 8 anni fa - Link

anfatti. nel 2012 non conoscere i meme...

Rispondi
avatar

Francesco Maule

circa 8 anni fa - Link

Grandi! siete tutti invidiosi e incapaci! almeno io, lo sono! ;-)

Rispondi
avatar

Vignadelmar

circa 8 anni fa - Link

Il video è carino perchè prende in giro i ripetuti atteggiamenti che molti di noi tengono quando battibeccano in un forum. Sconta però due cose: la prima è l'originalità, essendo già stato ripetutamente utilizzato con fini simili. La seconda è che trovo sia "comprensbile" per la relativamente ristretta cerchia di persone che quel forum frequenta. . Rispondendo a Splash dico che fu proprio questo voler umanizzare quei criminali personaggi storici a scatenare un mare di polemiche, specialmente in Germania. Si accusò il regista di aver raffigurato Hitler come un vecchietto depresso, malato, un po' fuori di testa, anziche un lucido pluri genocida che con la sua lucida politica ha dato il via alla morte di circa 50.000.000 di persone. . Ciao

Rispondi
avatar

Paolo De Cristofaro

circa 8 anni fa - Link

infatti l' "errore", ovviamente secondo me, è di Alessandro che lo ha rilanciato qui dove alla stragrande maggioranza degli utenti sfuggono e continueranno a sfuggire i motivi per cui il video (o meglio il sottotitolaggio) è così genialmente divertente. Motivi che non c'entrano niente con il film, i nazisti e nemmeno l' "originalità" ma con la perfetta sincronia tra la "trama visiva" dell'estratto e la storia immaginata nei sottotitoli, che racchiude tutti i tormentoni (non solo dell'avr) e le posizioni-discussioni che animano il forum gr nelle componenti più partecipative ed appassionate. Dinamiche che anche un lurkatore occasionale ci metterebbe mesi per ricostruire e capire fino in fondo. Era quindi un video che stava bene lì, in quel momento, all'interno di quel thread e che non c'entra niente qui: una goliardata da condividere in maniera solo complice in un gruppo ristretto e stop, infatti anch'io il pomeriggio precedente alla pubblicazione su intravino l'avevo rilanciato su facebook e non ci avevo certo fatto un post su tipicamente. Qui è diventato solo una cosa molto triste, per la decontestualizzazione, per il tenore dei commenti, per lo spunto che ha dato a chi vuol far passare forumisti e affini solo come sboroni nerd che non hanno un cacchio da fare. Io non credo esistano "forumisti" come categoria sociale ma singole persone che nonostante tutto continuano a confrontarsi e condividere la loro passione, anche scontrandosi duramente. Se esistono loro, esistono anche gli "intravinisti" che non ho capito in che cosa siano diversi. Anzi lo so: so che in questi tre anni non ho mai letto una sola volta anche di un solo vino della cui esistenza non fossi già a conoscenza, proprio grazie a qualche utente-animatore-partecipante del forum gr. Ovviamente il giorno che sarà Intravino a farmi conoscere per primo un vino interessante, farò pubblica ammenda...

Rispondi
avatar

claudioT

circa 8 anni fa - Link

;-)

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 8 anni fa - Link

Io non leggo il Forum eppure, vedendo il video, son crepato dal ridere! E senza neanche sapere di chi si parlasse, perché il montaggio di Davide (intervenuto sotto) è assolutamente delizioso. Dissento dalla tua analisi, caro Paolo. Il video è divertente di per sé e mi è piaciuto condividerlo: me ne sbatto altamente dei commenti cretini qui giunti e pure di chi si picca nel Forum per un titolo volutamente stuzzicante. Conosco e stimo infinitamente molta gente che lo frequenta (tu, Luca, Alessio, Armando, Fabio, Vigna, Gabriele... No, quel bevietichette di vinogodi no, dio me ne scampi ;-)) e, se l'artificio retorico-psichiatrico per diffondere un video avesse creato problemi a quelli che non conosco, la cosa mi preoccupa zero. Purtroppo, Paolo, per me commetti un errore: prendi l'opinione di 5 commentatori come fosse il pensiero dei 1.500 che hanno letto e riletto questo post. Errore colossale! Una persona "normale" vede il video e capisce che c'è da scompisciarsi come nelle intenzioni dell'autore. Ma la semiotica esiste per dirci che qualcuno penserà siamo nazisti o irrispettosi della storia e qualcun altro ci accuserà di inasprire i toni del conflitto israelo-palestinese. Per tutti costoro, il mondo è pieno di blog bellissimi e politicamente corretti da fruire. Più liberi di così, si muore. Detto questo: hai ragione, qui non c'è nessuna novità e tutto è già stato stato discusso altrove... Ma allora, perdindirindina, mi spieghi perché leggi Intravino? Te lo chiedo per un motivo semplice: io le cose che non hanno novità, che campano perculando Cernilli e che fanno solo gossip non le leggo. Me ne strafrego e vivo meglio! I blog insulsi, sciatti, trasandati, passacomunicati, non li leggo. E, nei limiti del possibile, cerco di contribuire ad un'opera collettiva che abbia senso: dalle tette a Oenoteque, passando per filosofia naturista, fiere povere, marketting d'alto bordo e legge sui pagamenti ecc ecc. Perché quando parli sul Forum di "spazio editoriale 'di fatto'" dovresti tenere a mente che il Forum manca di elementi strutturali dell'editoria: selezione delle fonti, scelta dei contenuti, editing, veste editoriale ecc ecc ecc... Tutte cose che nel Forum NON esistono perché NON è uno "spazio editoriale" bensì un muro condiviso in cui nessuno decide niente se non scrivere quel che vuole, quando vuole e come vuole. Non penso di sbagliare in questa analisi ma ti prego di correggermi fraternamente se lo faccio. Ciò non toglie che lì si producano anche contenuti interessanti, ma quella NON è editoria di alcun genere. Intravino lo è e qui sta la novità. E' una forma nuova di editoria dal basso che, negli auspici, potrebbe iniziare anche a camminare con le sue gambe. Ti pare poco? E poi, amichevolmente, mi dispiace per chi frequenta Intra non perdendo poi occasione di dirne male in privato o altrove. Le critiche sono comunque sempre ben accette e ci aiutano a riflettere sul prodotto, e di questo ti ringrazio. Un salutone e un grande abbraccio!

Rispondi
avatar

Paolo De Cristofaro

circa 8 anni fa - Link

Ale, rispetto la tua posizione ma resto pienamente della mia idea, anzi se possibile, me la rafforzi ancora di più. 1) Intanto inizi dicendo "Io non leggo il Forum" (per la serie anche tu di quelli che "mi dicono perché non frequento"?) e poi fai un titolo come quello che sembra fatto apposta per dare la spinta a certi commenti, che spesso ritornano. Artificio o non artificio, elenco di stimati o meno, il tuo testo di accompagnamento aldilà del titolo denota una totale mancanza di conoscenza di quello spazio (che non vuole essere nulla se non un luogo di scambio tra appassionati, mica il centro di salvataggio del mondo con utilità sociale). 2) Che tu abbia trovato il video divertente a prescindere dai retroscena, pure c'entra poco (sempre secondo me, chiaro) con la scelta di rilanciarlo qui. Continuo a pensare che decontestualizzato dica poco o niente. Ma è inutile ripetersi: tu resti della tua idea e io della mia. 3) Come sai, perché ne abbiamo parlato in altre occasioni, io sono tutto meno che uno di quelli che pensano alla "novità a tutti i costi" come sinonimo di valore e di qualità editoriale. Questo è invece un argomento che hai usato tu tante volte per sottolineare il ruolo, il peso, l'importanza (chiamala come vuoi tu) di intravino. E mi fa sorridere, perché se uno punta forte su questo deve sapere che per tanti appassionati senza marchio (giacché come ho detto il forum gr non c'entra niente col gr editore) quelle novità (su vini, personaggi, territori, argomenti) novità non sono affatto. Ben venga qualsiasi argomento "nuovo" (a seconda dei punti di vista), ma la retorica del "noi per primi" (quando primi su tante cose non siete) risparmiatecela nel futuro. Lo dico per voi. :-) 4) Leggo e continuerò a leggere Intravino per ragioni molto semplici: prima di tutto perché credo sia una parte fondamentale del mio lavoro confrontarmi con quello che viene detto e scritto da altre parti, a prescindere dal grado di interesse o di apprezzamento. E infatti quando sono in ufficio leggo ogni giorno almeno una trentina di siti e blog enogastronomici (italiani e non solo): smettere di leggere non è mai la "risposta", secondo me. In secondo luogo credo che Intravino sia uno spazio stimolante sotto molti punti di vista, anche perché stimolanti sono tante delle persone che vi collaborano (che conosco di persona, alcune da prima che diventassero editor di Intravino). Nella vita mica è tutto nero o tutto bianco: per me il punto di forza di questo sito non è nei contenuti di "critica e approfondimento classici", ma questo non vuol dire che non cene siano altri (e alcune li hai elencati anche tu - la trasversalità per esempio). Però non mi hai risposto: è vero o non è vero che nella precedente versione di Intravino il rilievo dei tag Cernilli e Gambero Rosso erano largamente più "pesanti" di pinot nero e sangiovese? Questo dà o non dà la misura di dove è (o è stato) maggiormente spostato l'asse delle "priorità editoriali" costruito dal gruppo, seppure in gamba? E' vero o non è vero che click e commenti si materializzano più facilmente dove c'è l'attacco, il caso o la polemica rispetto al bel racconto di una degustazione o una visita in cantina? E puoi dire che questa "scia" non sia stata in qualche modo seguita o assecondata? 5) Sull'ultimo punto mi meraviglia molto la tua analisi: proprio tu che spingi sempre sulla "rottamazione", i dinosauri, il "vecchio", ecc. mi vieni a dire che un forum non ha la "struttura" o le "regole" dello spazio editoriale? Tu non sarai d'accordo ma lo ripeto: io ho imparato dal forum gr (e prima ancora da quello di porthos e di winereport) in termini di dritte, produttori, approfondimenti territoriali e di annate, molto più di quanto sia stato raccontato dagli spazi editoriali "classici" in questi anni (compresi quelli a cui io stesso collaboro). E i protagonisti di questo know how condiviso non sono solo quelli che nomini sopra, ma un sacco di gente che non ha nessuna ambizione "giornalistica" ma che sa di Borgogna e Jesi, Bordeaux ed Etna più di tutti noi messi insieme. E non vuole niente in cambio se non di ricevere a sua volta racconto e condivisione sulle cose che conosce meno, liberamente, gratuitamente, amichevolmente. Ed è molto più difeso come valore qui l'"anonimato" perché all'interno di un forum se vuoi essere credibile e avere scambio prima o poi devi dichiarare chi sei e quali eventuali "interessi" hai. Se vi partecipassi te ne renderesti conto (e qui per non fare notte sorvolo su tutti i problemi, le distorsioni, i limiti che pure lì ovviamente ci sono). Se è la parola "editoria" che ti infastidisce, sostituiscila pure con quello che preferisci, ma resta uno spazio informativo "di fatto", creatosi dal basso non tanto diversamente da quello che orgogliosamente tu rivendichi per Intravino (e immagino tanti altri per tanti altri siti-blog seguiti nati in questi anni). Scusa la lunghezza, ma era giusto che argomentassi meglio una serie di cose. E grazie a te per il confronto. :-)

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 8 anni fa - Link

Ti ringrazio per la risposta interessantissima. Non sono un fan del nuovo a prescindere, mai detto. Cerco di essere fedele. 1) Scremata dell'ironia, la spiegazione dei personaggi del filmino non è mia quindi giro a uno dei miei amici citati la critica di "totale mancanza di conoscenza di quello spazio (che non vuole essere nulla se non un luogo di scambio tra appassionati...)": e io che ho detto? (Ho iniziato dicendo "io non leggo" perché nel tuo commento là davi per assodato che io sia un lettore) 2) Il video decontestualizzato non fa sorridere ma è stato visitatissimo anche da qui altrimenti non starebbe a 1.100 visualizzazioni. Ergo, ha fatto sorridere :D. 3) Non penso di aver mai detto che il nuovo è buono a prescindere, mica sono scemo. O se lo sono stato, dimmelo così mi picchio da solo. E non mi interessa, sinceramente, la retorica del "noi per primi". Però sono contento che una esperienza realmente dal basso abbia preso piede e peso ben oltre i confini in cui è nata, se posso. 4) Anche smettere di leggere è una risposta. Certe cose pietose inquinano il cervello, corrompono gli animi e fanno dormire male la notte. Non siamo né vogliamo essere scopritori di talenti ma solo coltivatori di uno spazio di dialogo ampio sul tema che amiamo, che cerchiamo di trattare con professionalità e permettendo una discussione che esce dall'orticello di 40 addetti ai lavori. Ripeto: i commentatori sono 30 e i lettori 3.000, questo dato è FONDAMENTALE per capire di cosa stiamo parlando e se uno non ci entra dentro non capisce l'80% di quello che produciamo. E poi, è indubbio che si impari sul Forum e che ci sia tantissima intelligenza dentro ma io parlo di un'altra cosa: sto parlando di prodotto editoriale, non di scambio di opinioni profonde, di un prodotto editoriale che entra su un mercato con delle facce e che occupa una posizione nello spazio di dialogo. Mi segui? Su Cernilli e Cernillismo: io dico che su 2.500 post quelli da spadaccini sono una quantità residuale eppur molto visibile. Sai perché? Perché, ove ben argomentate, mi piace che escano considerazioni che articolano o contraddicono le opinioni o la posizione di un "guru". Questo poi fa traffico ma il problema è argomentare bene, non il resto. Quanto a pinot nero e sangiovese: dove sta scritto che Intravino debba essere centrato su questi argomenti? Il mondo del vino è pinot noir e sangiovese o anche Giordano vini, quello che bevono milioni di persone. Hai mai recensito Tavernello, che beve qualche altro milione di persone? Spero si capisca il senso, tutto fuorché una provocazione. E quando poi mi trovi un sito che abbia coperto meglio la questione Cannubi di Barolo e classificazione dei cru, con materiale proprio e rilanciando quello altrui, fammi un fischio. Perché in Italia funzione che se i cru li pubblica Enogea, generalmente il resto dell'editoria col cacchio che se ne occupa. Ma evidentemente mi sono perso dei post su Gambero Rosso, Doctor Wine e compagnia. 5) Il contadino degli Asili che mi cammina fuori dalla finestra sa un casino di cose, al bar è saggezza per tutti ma non è un editore e il suo sapere non ha una minchia di editoriale. Perché dovrebbe disturbarmi la parola poi? Faccio solo una distinzione prettamente analitica: il Forum è una struttura tendenzialmente chiusa in cui utenti abituali con interessi comuni discutono qualcosa. Il blog collettivo non è un Forum né deve esserlo. A noi interessa discutere di qualcosa e farlo con più gente possibile, tra l'altro. Perché è più divertente. Convengo che le origini siano simili ma è poi lo sviluppo che distingue i due prodotti. Per la cronaca, dietro ad Intravino c'è un Forum su cui spariamo 100 volte le minchiate che poi pubblichiamo :-). Dai, son contento perché comunque ci siamo capiti, magari mantenendo posizioni diverse che poi in realtà lo sono molto meno di quanto non possa sembrare. Buon week end.

avatar

Paolo De Cristofaro

circa 8 anni fa - Link

bene così, Ale. Purtroppo le discussioni scritte finiscono per assumere sempre un carattere più serioso e polarizzato di quanto lo sarebbero de visu. Credo che entrambi abbiamo ben argomentato, non bisogna essere per forza allineati per rispettarsi e stimarsi. Buon week end, vado di là a farmi consigliare una bella bottiglia da stappare a pranzo.. :-)

avatar

Filippo

circa 8 anni fa - Link

Scusate, ma chi ha criticato l'uso di un pezzo del film su Hitler (che peraltro è stato utilizzato millanta volte con sottotitoli ad hoc) "perchè ci sono i nazisti" si rende conto di essere ridicolo o no ?

Rispondi
avatar

Alberto G. Tricolore

circa 8 anni fa - Link

Piccolo chiarimento l'humor non e' in discussione,il punto e' che sicuramente (secondo me, e vedo che non sono il solo) non' e' il massimo dello stile,anzi non e' proprio bello, ironizzare servendosi di questi personaggi,delle vere belve insensibili, rendendoli persino simpatici agli occhi dei piu' giovani.So che e' stato fatto altre volte, e che puo' anche esservi l'intento di ridicolizzare questi idioti, che e' una forma d'arte,che possa avere altri intenti da quello originario dell video ecc. ecc.ma il solo fatto di vedere quelle divise a me fa tornare in mente le atrocita' commesse. Immaginatevi cosa possa provare un ragazzo di famiglia ebraicao un parente, ammazza le risate che si fara' discutendo tra un sangiovese ed un merlot. Tra' l'altro il fatto che il video sia un meme ecc. ecc. non vuol dire che sia tutto a posto.Spesso si imitano le stronzate piu' grandi senza pensarci.Certo mi fa sorridere il riferimento a Parker e Maroni,ma se ci fosse stato qualche altro personaggio a dirlo e non quegli assassini e l'assassino, che addirittura ha ancora un discreto seguito di pazzi negazionisti sparsi in giro. Non penso che il regista se avesse avuto parenti massacrati dai fascisti o nazisti,sarebbe stato cosi propositivo ed ironico su quest'argomento. Si puo' ridere e tanto ma non sulle disgrazie altrui. Non penso assolutamente che i ragazzi dell'AVR avessero intenzioni offensive,ma ho espresso il mio punto di vista soprattutto perche' non capisco il razzismo e tutti gli estremismi mi fanno vomitare. I

Rispondi
avatar

Davide Braghieri

circa 8 anni fa - Link

Oh mamma mia che putiferio... Io ( autore del video in questione ) ho fatto questo movie ( tra l'altro la sera in albergo durante trasferte di lavoro perche' non mi passa proprio ) per ironizzare su un thread specifico di degustazioni fatte sul forum gr. Concordo sul fatto che decontestualizzato sia di non facile comprensione e l'ilarità verrebbe a mancare... Per le critiche sul soggetto e anche sul film in se ... non mi sembra di mancare di rispetto alla milioni di vittime... ma di prendere in giro i "cattivi"... se avessi fatto un video sottotitolato con video di ebrei ad auschwitz allora si che sarebbe stato di cattivo gusto... ma cosi' non riesco... anche se mio nonno e' tornato a piedi da un campo di concentramento

Rispondi
avatar

nico aka tenente Drogo

circa 8 anni fa - Link

standing ovation e, a proposito di parodie su Hitler, ricordiamo che ne hanno fatta una (bellissima!) sia Ernst Lubitsch sia Mel Brooks (entrambi ebrei) in "To be or not to be"

Rispondi
avatar

Ruggero Romani

circa 8 anni fa - Link

e Charlie Chaplin?

Rispondi
avatar

Andrea Bagnaresi

circa 8 anni fa - Link

Bando alle ciance e alle sterili polemiche.......fa veramente crepare dal ridere.....complimenti all'autore...... P.S. Certo che dare 85 al Monfortino '96..........ehehehehe

Rispondi
avatar

Alberto G. Tricolore

circa 8 anni fa - Link

@Davide l'autore; come detto non intendevo colpevolizzare ne' te ne l'avr, ne' il video.Pur ammettendo che sotto alcuni aspetti possa essere anche simpatico,pur riconoscendo che artisti grandi e meno grandi, abbiano fatto parodie sull'argomento,mi e' venuta istintiva quella riflessione ,o se volete chiamatela provocazione. Ero anche scottato da alcune cose successe la settimana scorsa a Roma nella famosa partita Lazio-Tottenham,dal pestaggio di alcuni tifosi ,ai cori antisemiti di un manipolo di pecore allo stadio .Dopo aver lavorato un po qui ed un po la',ed avendo ancora alcuni amici, anche tra i tifosi degli spurs (qualcuno e' venuto li a Roma per la partita) appena visto quelle divise di merda, mi ha fatto dimenticare il lato artistico e tutte le parodie collegate. Sono andato un po fuori traccia,ma non penso assolutamente di aver fatto una stupida ed inutile polemica.

Rispondi
avatar

Alessio Pietrobattista

circa 8 anni fa - Link

httpv://www.youtube.com/watch?v=zGY-PWQ0OsU

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.