I Tre Bicchieri di Valle d’Aosta e Basilicata 2016 del Gambero Rosso

di Antonio Tomacelli

Strano l’abbinamento tra Valle d’Aosta e Basilicata ma, a pensarci bene, qualche collegamento c’è. La Valle è in grande spolvero ma i lucani non sono da meno anche se manca qualche bel nome.
Valle d’Aosta
Valle d’Aosta Chambave Moscato Passito Prieuré ’13 – La Crotta di Vegneron
Valle d’Aosta Chardonnay Cuvée Bois ’13 – Les Crêtes
Valle d’Aosta Petite Arvine ’14 – Elio Ottin
Valle d’Aosta Pinot Gris ’14 – Lo Triolet
Valle d’Aosta Pinot Noir Semel Pater ’13 – Maison Anselmet
Valle d’Aosta Syrah ’13 – Rosset Terroir

Basilicata
Aglianico del Vulture Il Repertorio ’13 – Cantine del Notaio
Aglianico del Vulture Serpara ’10 – Re Manfredi – Terre degli Svevi
Aglianico del Vulture Titolo ’13 – Elena Fucci

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

1 Commento

avatar

Marco De Tomasi

circa 2 anni fa - Link

... e ancora non c'è il Fumin Ten Perdu di Didier Gerbelle ... mah !

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.