Vini dell’Eccellenza 2015 de L’Espresso: Centro Italia e un 20/20, Trebbiano d’Abruzzo 2010 Valentini

di Alessandro Morichetti

Esce domani in edicola la guida Vini d’Italia 2015 de L’Espresso, probabilmente la guida più affidabile in circolazione.

Qui proponiamo tutte le Eccellenze del Centro Italia, cioè i vini con 18/20 o più, tra cui spicca un nome con accanto i 20/20: Trebbiano d’Abruzzo 2010 Valentini. Tanti bei nomi, anche quest’anno, in questa lista pescata in giro che sembra essere definitiva. La guida sarà presentata giovedì prossimo alla Stazione Leopolda di Firenze.

 

EMILIA ROMAGNA

bottbia

18 16 Anime 2012 – Vigne dei Boschi

bottdol

19 Colli Piacentini Vin Santo di Vigoleno 2004 – Lusignani Alberto

18 Colli Piacentini Malvasia Passito 2012 – Il Negrese

bottros

18.5 Romagna Sangiovese Riserva Marzeno Pietramora 2011 – Fattoria Zerbina

18 GS Sangiovese 2011 – Costa Archi

18 Lambrusco di Sorbara Rifermentazione in bottiglia 2013 – Villa di Corlo

18 Lambrusco Grasparossa di Castelvetro Canova 2013 – Fattoria Moretto

18 Lambrusco Grasparossa di Castelvetro Semisecco Frizzante Il Grasparossa
della Tradizione 2013 – Tenuta Pederzana

18 Romagna Sangiovese Superiore Fermavento 2011 – Madonia Giovanna

bottspumros

 

18 Lambrusco di Modena Spumante Rosé Brut Riserva Trentasei 2010 – Cantina della Volta

TOSCANA

bottbia

18 Colli di Luni Vermentino Superiore Fosso di Corsano 2013 – Terenzuola

18 Montepepe Bianco 2012 – Montepepe

18 Vernaccia di San Gimignano Montenidoli Fiore 2012 – Montenidoli

18 Vernaccia di San Gimignano Riserva 2011 – Fontaleoni

18 Vernaccia di San Gimignano Riserva L’Albereta 2011 – Il Colombaio di Santa Chiara

bottdolceros

 

18 Elba Aleatico 2010 – Acquabona

bottros

19 Bolgheri Sassicaia 2011 – San Guido

19 Le Pergole Torte 2011 – Montevertine

18.5 Bolgheri Rosso Superiore Ornellaia 2011 – Ornellaia

18.5 Brunello di Montalcino Riserva Poggio al Vento 2007 – Col d’Orcia

18.5 Carmignano Riserva Piaggia 2011 – Piaggia

18.5 Chianti Classico Riserva 2009 – Castell’in Villa

18.5 Chianti Classico Riserva Le Baroncole 2011 – San Giusto a Rentennano

18.5 Chianti Rufina Nipozzano Vecchie Viti 2011 – Marchesi de’ Frescobaldi

18.5 Paleo Rosso 2011 – Le Macchiole

18.5 Riecine 2010 – Riecine

18.5 Rosso di Montalcino 2010 – Biondi Santi

18.5 Tenuta di Trinoro 2012 – Tenuta di Trinoro

18.5 Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2009 – Boscarelli

18 Bolgheri Rosso Superiore Grattamacco 2011 – Grattamacco

18 Brunello di Montalcino 2009 – Baricci

18 Brunello di Montalcino 2009 – Cerbaiona

18 Brunello di Montalcino 2009 – La Cerbaiola  – Salvioni

18 Brunello di Montalcino 2009 – Mocali

18 Brunello di Montalcino 2009 – Pian dell’Orino

18 Brunello di Montalcino 2009 – Pian delle Querci

18 Brunello di Montalcino 2009 – Poggio di Sotto

18 Brunello di Montalcino Riserva 2008 – Biondi Santi

18 Brunello di Montalcino Tre Vigne 2009 – Podere Salicutti

18 Brunello di Montalcino Vecchie Vigne 2009 – Le Ragnaie

18 Brunello di Montalcino Vigna del Lago 2009 – Tenimenti Angelini – Val di Suga

18 Caiarossa 2011 – Caiarossa

18 Castiglione 2012 – Cacciagrande

18 Cavalli – Tenuta degli Dei 2011 – Degli Dei

18 Cepparello 2011 – Isole e Olena

18 Chianti Classico 2012 – Badia a Coltibuono

18 Chianti Classico Riserva 2010 – Castello d’Albola

18 Chianti Classico Riserva 2010 – Lamole di Lamole

18 Chianti Classico Riserva 2011 – Val delle Corti

18 Chianti Classico Riserva Coltassala 2010 – Castello di Volpaia

18 Colline Lucchesi Rosso Tenuta di Valgiano 2011 – Tenuta di Valgiano

18 Cortona Syrah Apice 2010 – Amerighi Stefano

18 Maremma Toscana Ciliegiolo Vigna Vallerana Alta 2012 – Camillo Antonio

18 Masseto 2011 – Ornellaia

18 Melograno Rosso 2012 – Podere Concori

18 Percarlo 2010 – San Giusto a Rentennano

18 Rosso di Montalcino 2012 – Le Chiuse

18 Rosso di Montalcino 2012 – Pacenti Siro

18 Rosso di Montalcino Le Potazzine 2012 Gorelli – Tenuta Le Potazzine

18 Sammarco 2010 – Castello dei Rampolla

18 Valdarno di Sopra Sangiovese BogginAnfora 2012 – Tenuta di Petrolo

18 Vino Nobile di Montepulciano Il Nocio 2010 – Boscarelli

18 Vino Nobile di Montepulciano Lipitiresco 2010 – Romeo Massimo

bottspum

18 Montellori Pas Dosé 2010 – Montellori

MARCHE

bottbia

18.5 Terre Silvate 2013 – La Distesa

18.5 Verdicchio di Matelica 2013 – Collestefano

18 Onirocep 2013 – Pantaleone

18 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico 2013 – La Staffa – Morici

18 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Villa Bucci 2012 – Bucci

18 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Capovolto 2013 – La Marca di San Michele

bottros

18 Arshura 2012 – Mattoni Walter

18 Paradiso 2009 – Fattoria San Lorenzo – Crognaletti

UMBRIA

bottros

18.5 Montefalco Sagrantino Collenottolo 2010 – Tenuta Bellafonte

18 Montefalco Sagrantino 2010 – Di Filippo

18 Montefalco Sagrantino Il Domenico 2008 – Adanti

bottspum

18 Gran Cuvée Brut Metodo Ancestrale 2011 – La Palazzola

LAZIO

bottros

18 Cesanese del Piglio Superiore Civitella 2012 – Macciocca

18 Rosso R Le Coste sul Lago

ABRUZZO E MOLISE

bottbia

20 Trebbiano d’Abruzzo 2010 – Valentini

18 Abruzzo Pecorino Bianchi grilli per la testa 2011 – Torre dei Beati

18 Trebbiano d’Abruzzo 2012 – Pepe Emidio

bottros

18 Montepulciano d’Abruzzo Prologo 2012 – De Fermo

18 Montepulciano d’Abruzzo Riserva 2009 – Praesidium

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

16 Commenti

avatar

Mauro

circa 5 anni fa - Link

Quoto il vostro "probabilmente la guida più affidabile in circolazione", ma toglierei il "probabilmente".

Rispondi
avatar

Il Mago

circa 5 anni fa - Link

Alleluja Costa Archi!

Rispondi
avatar

Federico

circa 5 anni fa - Link

Mi associo con altrettanta gaudenzia. Non solo per la persona, ovviamente, ma soprattutto per il prodotto e per l'ulteriore dimostrazione che il Sangiovese sa far parlare di sè anche su questo versante dell'appennino.

Rispondi
avatar

Il Mago

circa 5 anni fa - Link

Eccome se può far parlare di sè! E non è l'unico!

Rispondi
avatar

Davide G.

circa 5 anni fa - Link

ho parecchi dubbi sul fatto che siano state degustazioni "alla cieca"

Rispondi
avatar

Homo

circa 5 anni fa - Link

E io ho altrettanti seri dubbi su di te! :-D

Rispondi
avatar

Landmax

circa 5 anni fa - Link

Quoto Mauro e suo tramite l'autore del post: la guida espressica è l'unica, a mio avviso, ad avere un chiaro profilo critico, che indirizza il consumatore verso i prodotti di maggior trasparenza territoriale, senza tuttavia rinunciare a dare a Cesare quel che è di Cesare (della serie: quando un vino è buono veramente, inutile dire che fa schifo per pregiudizio solo perché, ad es., c'è dentro del merlot). L'affermazione di Davide G. è invece totalmente priva di argomentazioni. Il solito qualunquismo via web (salvo prove contrarie, ovviamente).

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 5 anni fa - Link

Guarda, sottoscrivo in pieno quanto dici, quanto dice Mauro e persino quel che dice l'autore del post ;-)

Rispondi
avatar

Mauro

circa 5 anni fa - Link

Mi accodo a sottoscrivere in pieno quanto dice Mauro, cioè io, dunque quanto dice Landmax ("l’unica [guida] ad avere un chiaro profilo critico, che indirizza il consumatore verso i prodotti di maggior trasparenza territoriale"), non meno quel che dice Cesare ("quando un vino è buono veramente, inutile dire che fa schifo per pregiudizio"), infine quel che dice Alessandro Morichetti, e persino quel che dice l’autore del post, tale Alessandro Morichetti. Siamo d'accordo in un bel po' di gente. :-D

Rispondi
avatar

Nic Marsél

circa 5 anni fa - Link

20/20 anche allo sfuso?

Rispondi
avatar

calcabrina

circa 5 anni fa - Link

ciao a tutti, mi inserisco su questo riferimento allo sfuso di Valentini per chiedervi un parere sulla solforosa totale che ho fatto misurare x curiosità (parlo del 2013) Risultato: Trebbiano 176 Montepulciano 143 Non sono valori un po' alticci?

Rispondi
avatar

Il Mago

circa 5 anni fa - Link

Albana di Romagna DOCG non pervenuta? Nemmeno in versione passito?

Rispondi
avatar

OldFriendFromAlaska

circa 5 anni fa - Link

Per l'Umbria.. piuttosto discutibile che i Sagrantino di Antano, Tabarrini e sì, anche il 25 anni siano meno validi di quelli premiati. Anzi. Basta andare nei ristoranti degni di questo nome in Umbria. Poi se si parla di linea editoriale univoca... vedo premiate aziendone grasse grasse in Toscana che... insomma. Che questa sia la guida più interessante e affidabile è piuttosto confutabile. Sicuramente non è quella di riferimento. Le uniche 2 guide che contano ancora qualcosa nel mondo del vino non sono italiane (WS e WA), l'unico premio italiano riconosciuto anche all'estero è ancora il Tre Bicchieri. Slow Wine è quella più divertente da leggere, quella meglio impostata. Io compro Slow Wine per me.

Rispondi
avatar

Tom

circa 5 anni fa - Link

Arshura 2012 sará buono come il suo predecessore?? Slurp!

Rispondi
avatar

ilmoralizzatore

circa 5 anni fa - Link

Tom ho assaggiato l arshura 2012...niente a che vedere con il suo predecessore 2011! Secondo me con una leggera puzzetta boise'...ma a quelli dell' espresso questo piace.

Rispondi
avatar

Luka B.

circa 5 anni fa - Link

Concordo con ilmoralizzatore. Ho trovato anchio una leggera puzzetta su una delle 2 bottiglie comprate. La puzzetta poi sparisce ma insomma, non un bel biglietto da visita. Cmq il vino assolutamente non mi ha conquistato. La carne frollata ecc. Che l'espresso dice di sentire io proprio non la ritrovo ed in bocca ha grande acidità, lo definirei quasi aspro. Poi non so, magari dopo 2 anni di cantina diventa un vinone, ma non ci credo molto. Alla cieca gli avrei dato pochi punti

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.