Torna BaroloBrunello e già alla seconda edizione è un appuntamento imperdibile. Scopri i dettagli

Torna BaroloBrunello e già alla seconda edizione è un appuntamento imperdibile. Scopri i dettagli

di Intravino

I ragazzi di WineZone sono tornati e fanno sul serio. Andrea Zarattini, Emanuele Varino e Stefano Pancera stanno preparando BaroloBrunello (13 e 14 novembre 2015 al Castello Comunale di Barolo) – seconda edizione di una kermesse che riunisce ottimi produttori di due denominazioni supertop italiane – con autorevolezza e senso della misura. La lista dei produttori è una bomba e l’assaggio di certe chicche, anche d’annata, vale ben più dei 40 euro d’ingresso.

Difficile scegliere tra barolisti e brunellisti: Boroli – Cavallotto – Ceretto – Chiarlo – Comm. G.B.Burlotto – G. Alessandria – Giuseppe Rinaldi – Marengo – Massolino – Principiano – Rivetto – Vajra – Roberto Voerzio – Scarzello – Vietti – Altesino – Baricci – Canalicchio di Sopra – Capanna – Caprili – Col D’orcia – Il Marroneto – Pederi Salicutti – Il Poggione – Le Potazzine – La Mannella – Lisini – Mastrojanni – Poggio di Sotto – Talenti – Uccelliera.

Quanta roba, signora mia! E come non bastasse, accanto ai banchi liberi (il venerdì dalle 14 alle 19, il sabato dalle 10 alle 15:30) ci saranno anche una mega cena di gala coi produttori presenti (al Moda di Monforte d’Alba, 110 euro, posti praticamente esauriti) e una verticale doppia (sabato, 17:30-19, 100 euro) di Barolo Riserva Vigna Elena [Elvio Cogno] e Brunello di Montalcino Tenuta Nuova [Casanova di Neri].

Il concetto di fondo è semplice e folgorante insieme. Siamo nel paese di Barolo e Brunello di Montalcino, denominazioni che tutto il mondo ci invidia: perché non farle dialogare nella stessa stanza a suon di bicchieri? Sorprendente – e foriero di novità che non è lecito svelare – è stato il favore con cui i patriottici toscani di Montalcino hanno accolto l’invito per una trasferta langhetta.

Per qualsiasi informazione, gli organizzatori sono a disposizione nello spazio dei commenti. E i biglietti si comprano qui.

[Post sponsorizzato da WineZone]

4 Commenti

avatar

paolo novaresr

circa 4 anni fa - Link

Si l'iniziativa è interessante anche se esprimo qualche perplessità sulla gara tra due vini che sono profondamnete diversi... e poi chi decide chi può partecipare al banco? con che criteri?

Rispondi
avatar

bwine

circa 4 anni fa - Link

Sottoscrivo il commento di paolo...comuque l'anno scroso io sono andato ed ho vissutto davero una bella manifestazione senza ressa e con dei produttori davvero in gamba li pronti a fare due chiacchere.Quindi voto si.. anche se tutto si può migliorare..tipo il camino e il suo fumo

Rispondi
avatar

Andrea Zarattini

circa 4 anni fa - Link

"Caro Paolo, non è una gara e la scelta dei partecipanti è fatta ad insindacabile giudizio di noi WineZoner che organizziamo. Ci interessa che l'offerta sia ampia ed esaustiva delle due denominazioni, con big e outsiders. Le nostre priorità sono: -ottimo livello dei vini; -che non ci sia calca; -che i produttori possano essere disponibili e senza fretta. Sposo in pieno la lamentela del camino (per coloro che non hanno partecipato l'anno passato trattasi di camino che espelle il fumo in prossimità del Castello di Barolo) ma la signora Giuseppina, proprietaria del comignolo, non è d'accordo nell'abbatterlo. Abbiamo patteggiato per un uso illumimato.

Rispondi
avatar

Giovanni R.

circa 4 anni fa - Link

Io l'anno passato ci sono stato e quest'anno ci ritorno. Sinceramente mi ricordo più le hostes all'accoglienza che il camino. E poi dove trovo una selezione di etichette così?

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.