Scegliere l’abbinamento vino-insetti perfetto tra locuste, cimici, larve e scorpioni

di Antonio Tomacelli

Gli insetti sono il cibo del futuro. Rappresentano, infatti, una risorsa abbondante e sostenibile di proteine a buon mercato che prima o poi dovremo abituarci a consumare. Secondo l’Onu entro il 2020 diventeranno pane quotidiano sulle nostre tavole per cui meglio portarsi avanti col lavoro e cominciare a pensare al vino. Ci facciamo aiutare in questa missione dalla prima “Guida agli abbinamenti vino-insetti” pubblicata dal commerciante inglese Laithwaite’s Wine, che abbiamo tradotto sostituendo le loro scelte un tantino “esotiche” con qualcosa di più autarchico e facile da reperire. Per tutto il resto (gli insetti) c’è Amazon. Buon appetito, eh!

Scorpione delle foreste asiatiche
Gli scorpioni  hanno un forte sapore amaro e si mangiano di solito con una salsa di peperoncino dolce. Rosè di negroamaro è la morte sua.

Larve della farina

Sanno leggermente di nocciola e hanno una consistenza croccante. Ottimi col Prosecco.

Zebra Tarantula

Le tarantole sono normalmente consumate fritte e hanno un sapore simile al pesce con le patatine fritte. Consigliabile uno chardonnay tutta ciccia e brufoli.

Larve del punteruolo rosso

Questi vermoni hanno un sapore netto, simile alla pancetta, meglio dunque abbinarci un bel rosso massiccio. Un aglianico palestrato servirà egregiamente allo scopo.

Locuste
Le locuste ricordano nel sapore certi spuntini da aperitivo speziati e con il sapore del barbecue. Dateci sotto di Riesling, magari un filino dolce.

Locuste ricoperte di cioccolato

Il sapore ricorda i semi di girasole però ricoperti di cioccolato. Un moscato d’Asti? Direi di si, ma non escluderei un bel primitivo di Manduria dolce naturale.

Cimice d’acqua gigante

La carne all’interno della cimice ha un sapore un simile alle capesante, mentre la testa ha sentori di anice. Ci vorrebbe un vino “quasi” da pesce come un Cerasuolo, per dire.

Formica tessitrice

Ha un sapore aspro e croccante, come un limone. Un Gewürztraminer bello aromatico per non sbagliare.

Grillo

Il suo sapore è molto delicato e perciò spesso viene cotto con aglio e sale. Il suo tenue sapore di nocciola richiede un Verdicchio di prima mano.

Chapuline
– Queste piccole cavallette hanno un sapore terroso ed erboso e una texture molto croccante, si consiglia pertanto uno Champagne secco e cremoso che si abbinerà bene con i sapori della terra.

 

 

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

2 Commenti

avatar

doxor

circa 4 anni fa - Link

no ok, ma io su amazon li prendo davvero.. e con sti abbinamenti siam a posto. Qualcuno ha provato, no..davvero

Rispondi
avatar

carolain cats

circa 4 anni fa - Link

io col mio prosecco ti do qualsiasi cosa, ma le larve della farina nocciolose e croccanti no! non son meglio le noccioline del mio nocciolo? se vuoi le passo al forno.... magari san di larva senza assaggiare la larva... se proprio sei curioso, comprati le bestie e poi passa per il vino in cantina :)

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.