Pagare per vendemmiare in Toscana da Sting rende quasi più brutta Fields Of Gold

di Alessandro Morichetti

Non ti basta aver fondato i Police e scritto canzoni memorabili come Message in a bottle, Fields of gold, Russians, When we dance e cento altre. Non ti basta aver millantato ore e ore di sesso tantrico, avere una moglie molto bella e possedimenti di tutto rispetto. Non ti basta nemmeno avere l’età di mio padre ma meno rughe di mio nipote.

No, tu sei Sting e puoi anche permetterti di far pagare per vendemmiare a casa tua in Toscana presso la tenuta Il Palagio. In fondo, perché non pensarci prima? Circa 260 euro al giorno per raccogliere olive e uva in una tenuta di 900 acri e godere del paesaggio splendido che la Toscana sa regalare.

Notizia ripresa anche dalla Nazione: “Ha guadagnato milioni dalla musica rock – scrive il Teleghraph – lo scorso anno ha cominciato a affittare cottage toscani a 6mila pound alla settimana”. Ora l’ex leader dei Police, “il cui ultimo tour ha fruttato 358 milioni di pund”, è deciso a trasformare la tenuta del 16esimo secolo vicino Firenze, comprata in stato di abbandono, in un business. Al momento è un’azienda che fa miele, olio e vino cosiddetto ‘biodinamico’. La produzione è così abbondante che la moglie di Sting, Trudie Styler, ha aperto un negozio in cui vende  olio, vino, ortaggi, frutta e insaccati.”

E bravo Sting, businessman mai domo. Ma no, tranquillo: pagare per vendemmiare non rende affatto più brutta Fields of gold. Come potrebbe?

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

25 Commenti

avatar

carolain cats

circa 6 anni fa - Link

ah beh, se volete vendemmiare da me è gratis...

Rispondi
avatar

matteo

circa 6 anni fa - Link

... e pensare che in alcune aziende pagano se vai a vendemmiare... In ogni caso: si paga con i voucher??

Rispondi
avatar

Italian Songs

circa 6 anni fa - Link

Non per altro è il 2° bassista più ricco del mondo, solo dopo Sir Paul McCartney

Rispondi
avatar

Andreuccio

circa 6 anni fa - Link

Che grande

Rispondi
avatar

jessica

circa 6 anni fa - Link

Ho fatto la vendemmia per parecchi anni, e la trovo bellissima, mo che devo pagare io per raccogliere l'uva non lo sapevo!!!!! con tutto il rispetto caro Sting -- Tu paghi l'operaio, non il contrario! Al limite avessi detto -Gratis vendemmia nel mio podere, pure pure, ma io che ti devo pagare....ma dove vivi?

Rispondi
avatar

Paolo Cianferoni

circa 6 anni fa - Link

Mi domando una sola cosa: come risaputo, non si può far lavorare agrituristi, amici oppure extracomunitari con visto turistico. Occorre sempre l'assunzione e questa va fatta anche per i cugini, per persone della UE anche per chi lavora un giorno... Io che ho tutta questa burocrazia sulle spalle, lui come fa? Ricevo ogni anno numerose proposte di venire a vendemmiare da me: dagli USA, dal Canada... e gratuitamente... ma devo sempre declinare. Son grullo io?

Rispondi
avatar

Emanuele

circa 6 anni fa - Link

Non capisco: non esiste un link diretto al sito dell'agriturismo, alle dichiarazioni o comunque alle proposte turistiche di Sting? Non per sfiducia, ma per renersi ben conto della situazione. Sting dice "vieni a lavorare tot ore al giorno" oppure "vieni a passare qualche giorno nel mio (caro) agriturismo, e a sperimentare l'esperienza della raccolta delle olive"? Tutti, o alcuni, o molti, agriturismi propongono ai propri ospiti (che pagano per stare lì, immagino) di partecipare alla vendemmia: "Inoltre, tra le varie attività proposte dall’agriturismo C++++ a C****, gli ospiti potranno partecipare alla vendemmia a fine settembre o alla raccolta delle olive a fine ottobre. Una vera vacanza in Toscana a contatto con la natura e con la tradizione contadina appassionerà sia grandi che piccini, portandovi a riscoprire usi e costumi e sapori di una volta apprezzati moltissimo ancora oggi." (E i siti che elencano queste iniziative specificano che se invece lo si vuol fare come lavoro, ci si deve rivolgere eccetera). Non è la stessa cosa?

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 6 anni fa - Link

Ciao Emanuele, visto ora il pingback e tornato sul commento. Sì, probabilmente lo è e altrettanto probabilmente chi ha dato la notizia ha calcato la mano sugli aspetti sbagliati ma più "notiziabili". Per quanto mi riguarda il tono sostanzialmente scherzoso del post non vuole fomentare alcuna riprovazione ed è la classica news che dopo 3 gg non esiste più perché il fatto non sussiste. Era solo carino sto lancio generale di una roba non così chiara. un saluto

Rispondi
avatar

serena

circa 6 anni fa - Link

Il bello è che si fa pagare perchè vendemmiare è "curativo". Pare che il lavoro nei campi aiuti a superare lo stress e sentirsi bene. Quindi offre un servizio. Certamente io ogni sera dopo 8 h di potatura tante energie per stressarmi non le avevo... e comunque lui è un genio, chi pagherà è matto

Rispondi
avatar

antonio

circa 6 anni fa - Link

Io sarei disposto a pagare fino a 50 Euro per vedere lui e la moglie raccogliere le olive! Penso sia più curativo e rilassante vedere uno che guadagna in un ora quanto io in un anno, lavorare.

Rispondi
avatar

MAurizio

circa 6 anni fa - Link

Il sogno di nonno buonanima. Quando negli anni '80 si iniziò a diffondere il concetto di "agriturismo", nonno da buon vecchio contadino lo interpretava a modo suo, pensando che i "cittadini" venissero in campagna e iniziassero a zappare da mane a sera (per vedere l'effetto che fa). Sarebbe veramente felice sapendo che oggi qualcuno è disposto a pagare profumatamente per raccogliere uva o olive.

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 6 anni fa - Link

Alessà, hai abboccato. È una bufala, se uno coglie l'uva ci vuole regolare assunzione e paga sindacale (riscossa, non pagata!) altrimenti galera. Pagare per lavorare? Dopo un giorno c'hai la retata con tanto di elicottero e servizio sul TG1.

Rispondi
avatar

Damiano

circa 6 anni fa - Link

speriamo che sia vero e che facciano la retata. ho sempre sognato vedere Sting scrivere country dalle prigioni italiane (Johnny Cash docet).

Rispondi
avatar

Andrea Pagliantini

circa 6 anni fa - Link

Ne hanno parlato giornali, televisioni, siti vinari ecc. di questa iniziativa tirata su da qualche consulente laureato in scenze degli antani. C'è da dire che il bersaglio è stato centrato e lo scopo raggiunto: parlarne e farne parlare per creare enfasi all'avento e portarne risonanza. Se il mondo è pieno di persone che pagano di tasca (262 euro al giorno) per zappare le viti, non vedo perchè debba deludere le aspettative di questi bischeri.

Rispondi
avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 6 anni fa - Link

Perché in Italia non si può. Basta come ragione?

Rispondi
avatar

Andrea Pagliantini

circa 6 anni fa - Link

Siamo d'accordo Stefano, ma intanto la notizia è passata su giornali e telegiornali e ha fatto il giro del mondo.....

Rispondi
avatar

Emanuele

circa 6 anni fa - Link

Ma veramente gli fanno zappare le viti?

Rispondi
avatar

giovanni solaroli

circa 6 anni fa - Link

Sing(Sing) della tenuta Il Plagio

Rispondi
avatar

Angelo D.

circa 6 anni fa - Link

Notizia gonfiata dalla rete, sa soliti gossippari. Ancora tutti un vacanza eh. :-(

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 6 anni fa - Link

Mica tanto visto che la fonte è un tantino autorevole: http://intransit.blogs.nytimes.com/2014/08/28/in-tuscany-working-the-harvest-at-a-farm-owned-by-sting-and-trudie-styler/?_php=true&_type=blogs&partner=rss&emc=rss&_r=0 Si paga anche solo per raccogliere, senza pernottare: "Travelers can choose to visit for a day or stay for several. The one-day trip includes a picnic on the grounds, working in the fields for several hours, a wine and oil tasting and a bag of products from previous years."

Rispondi
avatar

emanuele

circa 6 anni fa - Link

La notizia è apparsa il 27 sul Telegraph http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/italy/11057371/Help-harvest-Stings-Tuscan-grapes-olives-for-200-a-day-you-pay-him.html ma senza citare la fonte diretta, come invece fa il NYT – anzi, il blog del NYT: è l'autore del blog che parla di "several hours", il sito dell'agriturismo dice "1:00pm-5:00pm – Join the contadini among the vines for the day’s harvest. Become a part of this enchanting tradition of grape and olive picking" – che sono sì "diverse", o "alquante" ore, ma non mi sembra un gran che... e la notizia sembra appunto la pubblicità di un qualsiasi agriturismo: partecipate alla vendemmia...

Rispondi
avatar

emanuele

circa 6 anni fa - Link

Cioè – non voglio difendere a tutti i costi Sting, o la star – volevo capire come funzionasse, visto che anch'io sono stato in un agriturismo in Toscana, ho raccolto le olive, divertendomi peraltro un sacco, le ho portate al frantoio, ho visto cosa succedeva eccetera: e se lo fa un agriturismo è ok, se lo fa Sting no?

Rispondi
avatar

Angelo D.

circa 6 anni fa - Link

Antonio mi pare che si sta cercando fuffa a tutti i costi. Una lezione di cucina si paga. Un'ora di Pianoforte si paga. Un'ora con il sommelier a degustare vini in cantina si paga. Non vedo lo scandalo di pagare (quanto gli pare) una giornata in Fattoria da Sting. Trovateci pure tutto sto scandalo ma al mio paese rimane il detto che senza sord nun se cantano (manco) e messe... :-)

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 6 anni fa - Link

Per me era semplicemente una cazzatiella di colore ma mi fa sorridere il titolo di Slowine per cui il web sarebbe pieno di bufale quando, in realtà, semmai, la cosa più frequente è che sia proprio il web a smitizzare le bufale. Se poi qualcuno innesca riflessioni profonde su questa cosa, buon per lui.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.