Orrori da mangiare: spaghetti al caffè. C’è bisogno di aggiungere altro?

di Orrori da Mangiare

Sì, siamo perfettamente consapevoli che il caffè si usa anche nella preparazione di piatti ‘salati’, ma questo è decisamente troppo. Amici della tavola creativa, oggi ci tuffiamo in questo strano piatto, che già nelle oscure fucine di Orrori da Mangiare, abbiamo rinominato con aria di sufficienza, “Na tazzulella ‘e spaghetti”. Insensibile ad ogni logica, impermeabile ad ogni buon senso, indifferente ad ogni richiamo razionale, questo o questa food blogger ci spiattella sotto al naso un fumante piatto di spaghetti al caffè, conditi con panna, mascarpone, prosciutto cotto e parmigiano grattugiato. Inerpicandosi a mani nude fino in cima alla cucina sperimentale, l’autore non ce l’ha fatta a resistere a quelle altitudini, ha lasciato la presa ed è precipitato nel baratro della panna. Intanto a noi non rimane che questa ‘tazzulella ‘e spaghetti’, il piatto italiano per eccellenza, che racchiude in sé il genio gastronomico del Belpaese: il profumo di un espresso al bar e tutta l’acidità gastrica di panna e mascarpone, che vanno ad avvolgere gli italianissimi spaghetti in un trionfo di nulla. I tentativi di emulazione adesso nasceranno come funghi: c’è chi s’inventerà il tacchino all’amaro montenegro, c’è chi ha già pensato alla frittata al sapore di sigaretta. Così che tra caffè, amaro e sigaretta, con molta nonchalance, possiamo anche cenare. A nostra insaputa. Che oggi va così di moda.

L’abbinamento di Intravino: ogni abbinamento con gli Orrori da mangiare è una sfida, ma siccome le sfide ci piacciono ci lanciamo allo sbaraglio. Dunque vediamo, qui c’è il caffè che ha la nota amara e aromatica. Ci vuole qualcosa che si sposi amorevolmente. Qui ci vuole il latte, ecco, il caffellatte. Insomma un cappuccino. Ma poco zuccherato.

[Credits: Orrori da Mangiare – il peggio dei foodblog italiani]

1 Commento

avatar

Patrizia www.wineandshop.it

circa 5 anni fa - Link

Sicuramente un piatto impegnativo, a livello di palato e a livello digestivo... Onestamente non sarebbe la mia prima scelta al ristorante :-)

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.