L’elenco dei premiati con gli Oscar del Vino 2014 e, che ci crediate o no, Angelo Gaja c’è

di Antonio Tomacelli

Che Franco (Maria) Ricci avesse una voglia matta di sedersi al tavolo dell’Expo 2015 tra Riccardo Cotarella e la dirigenza del Vinitaly lo avevamo capito da un pezzo, per cui non ci stupiscono più di tanto gli Oscar assegnati motu proprio dalla Fondazione Italiana Sommelier durante il Gran Galà di ieri sera. Il premio speciale della giuria (?), infatti, se lo aggiudica Veronafiere (non chiedetemi le motivazioni) mentre l’Oscar come miglior addetto commerciale lo vince la figlia di Cotarella, Dominga. Vi state chiedendo perché la figlia e non il padre? Ovvio, il nostro supereroe lo aveva già vinto l’anno scorso!

E che dire del premio come miglior scrittore assegnato al duo Fede e Tinto, animatori fissi di ogni evento Bibenda? Niente, i due ci stanno troppo simpatici per cui direi di passare ai vini premiati, segnalando solo il grande ritorno sulle scene di Castello Banfi e la new entry rappresentata dal Barolo di Farinetti (vi dice niente questo nome?).

Insomma, miei cari amici vicini e lontani, più in là di così il povero Ricci non riesce ad andare. Il tempo passa, i figli crescono, le mamme imbiancano ma i nomi che contano per il presidente della neonata Fondazione Italiana Sommelier son sempre gli stessi.

Oddio, a dire il vero un nome nuovo tra i premiati c’è: Gaja. Il nostro caro Angelo ha sempre ragione: ci sono troppi premi giornalistici, ma nessuno lo sta ad ascoltare.

E infatti: Premio speciale Oscar del Vino 2014, Angelo Gaja.

Ed ora, peepshow per tutti:

Migliore innovazione nel vino
Preparatori d’uva Simonit&Sirch

Migliore addetto commerciale
Dominga Cotarella, Paulo Carvalho e Daniele Montanelli

Miglior scrittore
Fede&Tinto con il libro “Sommelier ma non troppo” di Rai Eri

Premio speciale della giuria
Angelo Gaja

Premio speciale della giuria
Veronafiere per Vinitaly

Premio speciale della giuria
A Giovanni, Osvaldo e Paola Longo di “Un mondo di specialità”

Miglior vino bianco
Alto Adige Terlano Chardonnay 2000 – Cantina Terlano – Terlano (Bolzano)

Miglior vino rosso 
Barolo Riserva 2006 – Borgogno – Barolo (Cuneo)

Miglior vino rosato 
Costa d’Amalfi Tramonti Rosato Getis 2012 – Reale – Tramonti (Salerno)

Migliore enologo
Mattia Vezzola

Miglior ristorante
Agli amici dal 1887 di Udine

Miglior vino spumante
Franciacorta Extra Brut Cuvée Lucrezia Etichetta Nera 2004 – Castello Bonomi – Coccaglio (Brescia)

Miglior vino dolce
Malvasia delle Lipari Passito Selezione Carlo Hauner 2010 – Hauner – Salina (Messina)

Migliore etichetta con miglior vino (ex aequo)
Giallo d’Arles 2011 – Quintodecimo – Mirabella Eclano (Avellino)
Orvieto Classico Superiore Luigi e Giovanna 2010 – Barberani – Orvieto (Terni)

Miglior vino di grande qualità prezzo 
Rosso di Montalcino Poggio Alle Mura 2011 – Castello Banfi – Montalcino (Siena) – Euro 15

Migliore azienda vinicola 
Florio con il vino Marsala Superiore Semisecco Ambra Donna Franca Riserva – Marsala – Trapani

Migliore olio del raccolto 2013
Olio Extravergine di Oliva Cultivar Itrana – Lucia Iannotta – Sonnino – Latina

Migliore produttore di grappa
Grappa Fuoriclasse Leon Riserva 14 Anni Distilleria Castagner

Premio BIBENDA
Angelo Maci, Presidente di Cantine Due Palme

 

 

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

7 Commenti

avatar

carolain cats

circa 7 anni fa - Link

ecco..mattia vezzola m'ha fregato il titolo.... uhmm... ;)

Rispondi
avatar

bruno

circa 7 anni fa - Link

Fede & Tinto, Dominga Cotarellla, Veronafiere, Farinetti..........mancano solo D'alema e Vespa.........

Rispondi
avatar

Paolo

circa 7 anni fa - Link

No, mancavano Sotomayor e Juantorena, ad essere precisi...

Rispondi
avatar

Rolando

circa 7 anni fa - Link

In effetti FMR è riuscito, ad andare oltre. Nella newsletter di Bibenda annuncia di aver avuto accesso al 5x1000 come fosse Emergency.

Rispondi
avatar

bruno

circa 7 anni fa - Link

Si e nella stessa newsletter prima se la prende con l'insensibilità delle istituzioni verso il mondo del vino e poche righe sotto invece ne sottolinea l'attenzione al mondo enoico stesso grazie alla concessione del 5x1000.

Rispondi
avatar

nico

circa 7 anni fa - Link

non premiavano anche il miglior vino straniero una volta?

Rispondi
avatar

Alberto Tricolore

circa 7 anni fa - Link

Quando leggo queste cose, questi premi che a me sembrano troppo orientati, sfacciatamente ad amici, sponsor, amici degli sponsor, figli e nipoti, mi viene voglia di vomitare. Davvero essgerati,FMR il 5 per cento,altro che per mille.Te lo meriti,gran lavoratore.

Rispondi

Commenta

Rispondi a bruno or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.