La borsa crolla e anche il Gambero non sta tanto bene

La borsa crolla e anche il Gambero non sta tanto bene

di Antonio Tomacelli

Cosa succede alle azioni del Gambero Rosso? La Borsa italiana sta vivendo un brutto momento ma i grafici parlano chiaro: dal giorno del debutto le azioni hanno perso il 60%, attestandosi su un prezzo di listino pari a 0,65 centesimi.

Siamo dunque lontanissimi dal debutto a 1,60 euro e a distanze siderali dalla “prevendita” promossa dalla Banca Popolare di Vicenza a 2,40 euro, che stimava il valore dell’azienda a circa 20 milioni di euro.

Aumentano quindi i dubbi su di un’operazione per la quale sembra possibile usare il termine “crollo”. Inoltre se il titolo non ritorna sulle posizioni originarie si verificherà una tremenda configurazione: la collocazione in borsa finirà per girare i preesistenti debiti aziendali agli investitori, con l’aggravante che tra questi vanno compresi anche i dipendenti che hanno investito nelle azioni.

Ricordiamo, a questo proposito, che una delle voci principali di indebitamento (7 milioni di euro) era rappresentata proprio dal mancato pagamento dei contributi previdenziali dei dipendenti con conseguente aggravio di interessi.

In questa sorta di debacle annunciata, si fa sempre più assordante il silenzio del Presidente del Gambero Rosso, Paolo Cuccia, così solerte nel magnificare le sorti progressive prima del debutto in borsa con comunicati stampa giornalieri, ed ora così assente proprio nel momento in cui servirebbe una parola di conforto rivolta agli azionisti.

Suonare la riscossa, a questo punto, è chiedere troppo, ma almeno un “tranquilli, stiamo lavorando per voi” sarebbe il benvenuto.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

4 Commenti

avatar

Francesco Garzon

circa 4 anni fa - Link

Io inizio a preoccuparmi per i curatori della guida vini... hai visto mai...

Rispondi
avatar

Sergio

circa 4 anni fa - Link

a me preoccupa la voluptas che intravino ricava dalle disgrazie altrui: è il terzo post di questo genere; se voglio vedere a quantro stanno le azioni del GR, me lo guardo su borsaitaliana.it.

Rispondi
avatar

Massimo

circa 4 anni fa - Link

d'accordo con Sergio.

Rispondi
avatar

endamb

circa 4 anni fa - Link

Intravino, meno personalismi, per favore, abbiamo capito, avete un fatto personale col Gambero, datevi un appuntamento all’alba dietro al convento, sfidatevi a duello ma niente regolamenti di conti qui, grazie.

Rispondi

Commenta

Rispondi a endamb or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.