Il vino in gravidanza fa bene ma non ditelo alle future mamme

di Lucia La Gatta

Un gruppo di ricercatori inglesi sostiene che se un bambino sa stare bene in equilibrio su una trave o su una gamba potrebbe essere nato da una madre che durante la gravidanza ha bevuto qualche bicchiere di vino. Dunque, bere alcolici moderatamente durante la gravidanza non sembra nuocere allo sviluppo neurologico di un bambino, secondo una nuova ricerca condotta da John Macleod dell’Università di Bristol pubblicata sul British Medical Journal.

Su di una sola gamba
Lo studio ha analizzato la capacità di equilibrio di quasi settemila bambini di dieci anni inclusi nello studio longitudinale ALSPAC (Avon Longitudinal Study of Parents and Children) in relazione all’assunzione di alcol delle madri durante i nove mesi di gravidanza. Dai tre ai sette bicchieri di alcol a settimana sono stati considerati una soglia moderata di assunzione. Dai risultati è emerso che, a questi livelli, bere alcol non nuoce allo sviluppo neurologico fetale, come indicato dalle capacità di equilibrio dei bimbi coinvolti nei test. I dati mostrano, quindi, che dopo aver tenuto conto di numerosi fattori influenti, come l’età, il fumo, le precedenti maternità, il consumo basso o moderato di alcol non sembra interferire con la capacità di equilibrio – e il correlato sviluppo neurologico – dei bimbi. I bambini sono stati sottoposti a una valutazione di equilibrio di 20 minuti quando hanno raggiunto l’età di 10 anni che comprendeva camminare su una trave e restare in piedi su una gamba per 20 secondi con gli occhi aperti e poi ancora con gli occhi chiusi.

Conta su di me
Invece, uno studio dello University College London ha valutato il comportamento sociale ed emotivo e le performance cognitive in matematica, lettura e le abilità spaziali di oltre 10 mila bambini di 7 anni. Il campione era formato da madri che non hanno mai bevuto (12,7 per cento), madri che non bevevano solo in gravidanza (57,1 per cento), bevitori leggeri (23,1 per cento) e madri che bevevano di più durante la gravidanza (7,2 per cento). Lo studio si è concentrato sui risultati dei bambini nati da madri che erano bevitrici leggere e quelle che erano astemie durante la gravidanza. I bambini nati da bevitrici leggere hanno mostrato di avere minori difficoltà del comportamento rispetto a quelli nati da madri che non bevevano durante la gravidanza. Inoltre, i bambini nati da bevitrici leggere avevano punteggi superiori nei test cognitivi, rispetto ai bambini nati da non bevitrici.

E comunque tanto per non raccogliere troppe critiche, il professor Macleod di Bristol che ha guidato la ricerca, ha detto pure che intende continuare a raccontare alle donne, che se vogliono stare sul sicuro non dovrebbero bere durante la gravidanza.

Insomma, gli scienziati dicono che un consumo moderato di vino in gravidanza fa bene, ma preferiscono non dirlo alle future mamme. Hai visto mai che in futuro nascano dei consumatori consapevoli?

9 Commenti

avatar

Pietro

circa 5 anni fa - Link

sarebbe bello per completezza di informazione sapere i risultati dei bimbi nati (si spera) da "madri che bevevano di più durante la gravidanza "... Sarebbe anche curioso sapere il motivo che spinge tali madri a bere di più durante la gravidanza... consolatorio?

Rispondi
avatar

Ariane

circa 5 anni fa - Link

Io! Io sono una di quelle "madri che bevevano di più durante la gravidanza"! Mia figlia sa fare i rutti a comando...dev'essere stato il Barolo chinato... Perché bere di più durante la gravidanza? Difficile spiegarlo a un uomo :-)

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 5 anni fa - Link

Mah...! Queste notizie bisognerebbe sempre considerarle con "a pinch of salt". Per la futura salute fisica e mentale dei bambini contano tanti fattori. Il patrimonio genetico, l'ambiente in cui viene portata avanti la gravidanza, l'età della mamma, e naturalmente anche l'alimentazione della stessa. Certo fra abboffarsi di cibo pessimo e manipolato ed il bersi due o tre bicchieri di vino a settimana, invece di secchiate di coca cola , il vino sembra meno pericoloso. Nel dubbio, io durante le mie due gravidanze andate a buon fine non ho bevuto neanche una goccia di alcol né fumato mezza sigaretta. Ho evitato cibi troppo zuccherati o troppo salati. E, grazie a mio marito, non ho sentito la mancanza di nulla di quanto sopra.

Rispondi
avatar

davide

circa 5 anni fa - Link

gli inglesi forse ignorano che i bimbi non hanno enzimi nel fegato per smaltire l'alcol che gli viene passato dall'organismo della madre e che in caso di dosi elevate ci sarebbero parecchi danni anche al cervello.

Rispondi
avatar

Robinet

circa 5 anni fa - Link

No, gli scienziati NON dicono assolutamente quello che fate intendere voi. Il vostro articolo è più grave di quello che pensate. Per interessi di "bottega" vi permettete di divulgare questa spazzatura.

Rispondi
avatar

Robinet

circa 5 anni fa - Link

o meglio, non divulgare ma nemmeno leggete quello che linkate (a meno che non sappiate l'inglese). questa è disinformazione, pericolosa e vergognosa perché fatta in malafede. However, there is also a large amount of evidence suggesting that the cumulative effects of alcohol consumption during pregnancy can harm the developing fetus. ‘Our advice continues to be that for women who are trying to conceive or those that are pregnant it is best to avoid alcohol. Trad. di Intravino: "Insomma, gli scienziati dicono che un consumo moderato di vino in gravidanza fa bene, ma preferiscono non dirlo alle future mamme" Complimenti.

Rispondi
avatar

Manu

circa 5 anni fa - Link

Solo in uk!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi
avatar

Susanna Patalacci

circa 5 anni fa - Link

Ma qualcuno di voi ha mai visto un bambino affetto da sindrome fetale alcolica?

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.