Il meglio della settimana in cui ormai solo i muri non sanno del #Bibendagate*

di Alessandro Morichetti

I post più letti degli ultimi sette giorni.
1 – Ais Wide Shut. Scenari di ricostruzione dell’Associazione Italiana Sommelier a Roma.
2 – Nel capitolo sorprese e delusioni tra gli assaggi delle feste ci sono nomi molto noti.
3 – Venissa | Il vino d’oro di Venezia si presenta a Firenze.
4 – Chianti Classico come la Borgogna, scopriamo i village de noantri.
5 – Il Reale di Niko Romito è una delizia per tante ragioni. Queste, una per una.
6 – Le prevedibili profezie di Robert Nostradamus Parker. “Fine di Mondo” not included.
7 – Il 2014 inizia come è finito il 2013: col Bibendagate. Nuovo episodio: l’autocommissariamento.
8 – Più hype di così si muore: nove oggetti strani che si possono ricavare da una barrique.
9 – Arrestato per arresto in stato d’ebbrezza. La triste storia di Andrew Seston, poliziotto blindato dai colleghi.
10 – Verso la zonazione del Chianti Classico. Con qualche dubbio, che prontamente vi elenchiamo.

[Foto: Gawker

* Tutti i post sul tema:
– Nasce la Fondazione Italiana Sommelier di Franco Ricci. Antonello Maietta: “Così è fuori dall’Ais”
– Fine di un incubo. Il risveglio dell’Associazione Italiana Sommelier (scritta proprio così, senza altre accezioni di luogo)
– Caro amico ti scrivo. Questa è la lettera di addio all’AIS di Franco Ricci
– L’Associazione Italiana Sommelier commissaria la delegazione laziale di Franco Ricci
– Discussioni furiose all’AIS Roma (o come si chiama). “L’AIS nazionale da qui ad un anno e mezzo è finita perché ci saremo noi”
– Un thriller con lettera in esclusiva: gli auguri di Natale alla Delegazione AIS dei Castelli Romani
– Il 2014 inizia come è finito il 2013: col Bibendagate. Nuovo episodio: l’autocommissariamento.
– Ais Wide Shut. Scenari di ricostruzione dell’Associazione Italiana Sommelier a Roma.

 

 

 

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

2 Commenti

avatar

Andre

circa 5 anni fa - Link

Al nuovo corso Ais quello alla stazione Termini c’erano 5 allievi. A presentare il corso una seg..ta da bibenda che zagajava. Begli acquisti che hanno fatto a Roma. E che bella figuraccia… L’investimento fatto nel Lazio a discapito di altre regioni (ste porcherie le pagano tutti gli iscritti dell’Ais nazionale) sta dando i suoi frutti. Ha ragione chi parla di Ais come un carrozzone dove tutti pagano i protagonismi e gli interessi di pochi. Chissà com’è sta storia mi ricorda qualcosa di già visto in questo paese…

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.