Hey, qualcuno ha detto food porn? O forse volevate dire porn food?

di Antonio Tomacelli

12 agosto 2015: il cerchio si è chiuso. A forza di evocarlo, il porn si è impadronito del food e adesso lo usa come veicolo per i suoi messaggi. E ci fa pure le sgommate e i testa coda come in questo promo di PornHub il cui claim suona più o meno così: “Il Parmigiano Reggiano è il PornHub Premium dei formaggi“. Contorto ma rende l’idea.

Come hanno preso il paragone quelli del Consorzio? Male, ma talmente male che minacciano le vie legali: “…il Consorzio agirà in ogni sede contro gli autori di un messaggio definito non solo sgradevole e inaccettabile, ma offensivo per i produttori e per il loro lavoro, volgarmente finalizzato a trarre profitto dallo sfruttamento della notorietà conquistata dal Parmigiano Reggiano, peraltro associato a servizi altrettanto volgari”.

Crollato il muro cos’altro dobbiamo aspettarci? Uno spot di YouPorn associato al Grana Padano o, dio non voglia, al Pecorino Romano? Dio salvi la burrata, ma dubito che mi darà ascolto: prevedo sfracelli e stridor di denti.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

Nessun Commento

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.