Google Maps entra nella cantina pugliese d’Araprì ed è subito tour virtuale

di Antonio Tomacelli

Non so se sia la prima volta che Google Maps entra in una cantina per un tour virtuale ma di sicuro è una cosa che andrebbe ripetuta millemila volte, ché di cantine fantastiche è piena l’Italia. Quelli che state per visitare sono i sotterranei di affinamento dell’azienda d’Araprì, a San Severo. Siamo nel nord della Puglia ma non vi aspettate dei vini massicci a base di uve rosse, qui si fa Metodo Classico e lo si fa pure buono, partendo da uve bombino e pinot noir. Ai tre soci fondatori della Cantina, Girolamo D’Amico, Louis Rapini e Ulrico Priore (si, il nome dell’azienda deriva dalle loro iniziali), la passione per il jazz non bastava e così decisero nel 1979 — tempi ampiamente non sospetti — di darsi anima e core alle bollicine metodo classico in una terra che sembrava condannata ai vini da taglio. Chapeau! Ora esportano in mezzo mondo e darei non so che per una magnum di Dama Forestiera ghiacciata qui e ora.

Per ora mi accontento di questo tour virtuale (il “reale” l’ho praticato più volte) che parte da una porticina anonima del centro storico di San Severo, ma quello che c’è sotto il piano stradale lascia senza fiato e spiega la storia del vino pugliese molto meglio di tanti libri.

il tour virtuale inizia da qui: buon viaggio e attenti ad esplorare per bene tutto. Un sotterraneo che si rispetti dev’essere per forza pieno di sorprese.

P.s.: lo spazio dei commenti è perfetto per segnalare altri tour simili. Fate come se foste a casa vostra.

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

Nessun Commento

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.