Da Maria Antonietta a Kate Moss: come cambia (in peggio) la coppa di Champagne

di Antonio Tomacelli

La regina Maria Antonietta aveva un seno piccolo e aggraziato e sulle sue forme fu modellata la prima coppa da Champagne che la storia ricordi. Data l’epoca azzarderei una seconda abbondante che non so quanto faccia convertito in centilitri ma, insomma, con un calice non correvi il rischio di…ehm, perdere la testa.

La “tetta di Champagne” sembrava destinata all’oblio, soppiantata prima dalla flûte e poi dal calice a forma di tulipano ma, duecento anni dopo, eccola ripresentarsi nelle forme smaglianti della modella Kate Moss.

È di questi giorni, infatti, la presentazione del calice realizzato dal ristorante londinese 34 disegnato in occasione dei 25 anni anni di attività della fotomodella. La forma ricalca il seno sinistro di Kate e, temo, conterrà meno liquido della coppa “Maria Antonietta”.

Non sono un grande esperto di seni e di Champagne ma a guardare la foto in basso direi che siamo decisamente sotto la seconda misura di reggiseno.

Non so ancora il vostro parere in proposito ma io, potendo scegliere, avrei fatto il calco a Nigella Lawson.

La trovo più dissetante, nevvero?

avatar

Antonio Tomacelli

Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi e Stefano Caffarri il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

7 Commenti

avatar

Fabrizio Pagliardi

circa 6 anni fa - Link

Sei anche antico adesso ci sono le coppe non i numeri per la forma e dimensione del seno

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 6 anni fa - Link

Te l'ho detto che non sono un esperto! :D

Rispondi
avatar

Jovica Todorovic (Teo)

circa 6 anni fa - Link

Antonio temo che il tuo viaggio abbia subito un brusco arresto nella tratta Salerno - Fox. Trentanni e non sentirli. Buona Coppa a tutti. PS. antonio si dovrà accontentare di quella di testa. rido tantissimo

Rispondi
avatar

Cristiana Lauro

circa 6 anni fa - Link

Oggesù come siete antichi! Ancora con 'sta storia delle tette in coppa? A breve uscirá il calco dei miei glutei. Ho appena chiuso l'accordo con un affermato brand di pentole a pressione. Si parla pure di dare un seguito per promuovere tutta la batteria di pentole, casseruole e teglie da forno. Tutte col calco delle parti più attraenti e sexy del mio corpo. Mi danno un sacco di soldi. Prevedo un surcesso mondiale. Avevo scritto successo, son sicura. Diavolo di un correttore! ;-)

Rispondi
avatar

Jovica Todorovic (Teo)

circa 6 anni fa - Link

Diavolo di una Lauro. Il Re è morto! Viva il Refuso!!!

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 6 anni fa - Link

Cristiana Lauro ma quali pentole, quali tegami, non ti affliggere ogni volta. Con quelle tette benedette che ti ritrovi potresti fare tranquillamente un calco da coppa perfetta. La coppa del nonno, anzi, quella della nonna :-).

Rispondi
avatar

giovanni

circa 6 anni fa - Link

Se la coppa di champagne ricalca il seno di Maria Antonietta (e adesso di Kate Moss) potreste indagare anche per scoprire chi si è prestato per il calco della flute.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.