Come ti metto assieme il terroir bordolese con una squadra di rugby femminile. Segue inevitabile calendario con donne nude

di Fiorenzo Sartore

Non so se a voi piace il genere femminile della giocatrice di rugby. A me sì, piace. Non so se a voi piace il Bordeaux, inteso come vino. Chiaramente la seconda domanda è ancora più scivolosa della prima, dato che le declinazioni possibili dell’enologia bordolese sono numerose, ma comunque, al netto di ogni distinguo, io direi “be’, sì, piace abbastanza”.

Qualunque siano le vostre preferenze, la notizia del giorno è la pubblicazione del calendario 2014 delle Leonesse di Bordeaux, una squadra di rugby femminile. Il tema di quest’anno è un bel po’ territoriale, e sì, avrete indovinato, è il vino che dà fama alla regione. Trattandosi di calendario di donne nude, ha inaspettatamente attratto la nostra attenzione. Ecco qua sotto il mese di gennaio, che molto bene esprime il concetto di “fisico da giocatrice di rugby”. Ammiriamo compostamente.

Il mese di giugno ha una location molto cantiniera, e (anche) per questo l’ho trovato rilevante. Eccolo:

Il mese di maggio appare meno wine-related, ma arrivati a ‘sti punti pareva brutto non mostrarlo:

Il calendario, che costa 12 euro, si può ordinare presso la sede dell’associazione sportiva, Rue Ferdinand de Lesseps 2, 33110 Le Bouscat, oppure allo stadio, durante le partite. Buon anno nuovo (in anticipo).

[Crediti: rugby1823.blogosfere.it, lerugbynistere.fr. Qui la pagina Facebook della squadra].

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

2 Commenti

avatar

Stefano Cinelli Colombini

circa 7 anni fa - Link

Sono un ex giocatore di rugby, ma roba così non l'ho placcata mai. Peccato.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.