Cecchi vi regala i biglietti per il Vinitaly in cambio del vostro “ristorante sul mare preferito”

di Intravino

Non so se capita anche a voi ma la parola vermentino mi scatena una voglia di mare e ristorantino sugli scogli che non vi dico. Se poi il suddetto vino bianco ha in bottiglia i profumi e il sapore dell’estate e in etichetta tre sedie a sdraio sulla spiaggia, la voglia di mare raggiunge livelli allarmanti. Il vermentino di cui vi parlo si chiama Litorale, un Igt Toscana prodotto nella cantina Val delle Rose della famiglia Cecchi, e cinque commentatori avranno la possibilità di assaggiarne la nuova annata in anteprima durante il Vinitaly. Per i biglietti d’ingresso alla fiera non c’è problema, offre la cantina Cecchi ma i biglietti dovete meritarveli. E, dunque, la giuria intravinica, testè convocata, regalerà i cinque biglietti alle cinque migliori segnalazioni dei commentatori. Il tema? Facile: vogliamo l’indirizzo del vostro ristorante sul mare preferito e dovrete motivare la vostra scelta con parole flautate.

Un consiglio dalla giuria: niente sboronate e megastellati da urlo. Siamo gente semplice che si commuove per una fritturina di paranza ben fatta, per cui colpite al cuore e sbrigatevi: il vermentino Litorale è già nel secchiello del ghiaccio!

53 Commenti

avatar

alessandro z

circa 6 anni fa - Link

fish ittiturismo a grottammare; niente tonno, grande attenzione al pesce "povero" alekk73@gmail.com

Rispondi
avatar

Monruethai S.

circa 6 anni fa - Link

DA ISMAELE : Lazise - Verona Ottima paella e sangria. Ambiente nel cuore del ospitalità e casalingo. Vi consigli vivamente la prenotazione. Buona qualità/prezzo . Da provare dopo una gita al lago di Garda.[img]http://www.google.it/imgres?hl=it&client=firefox-a&hs=ktD&rls=org.mozilla:it:official&biw=1275&bih=565&tbm=isch&tbnid=guoF45qKzVXR1M:&imgrefurl=http://www.offerteshopping.it/coupon-sconto-per-tapas-paella-e-sangria-per-due-persone/&docid=8FwXjW_DL6SmtM&imgurl=http://www.offerteshopping.it/wp-content/uploads/1-coupon-la-cantinetta-menu-paella-palermo.jpg&w=470&h=360&ei=xbtcUersLoeM7AbjpYCQCQ&zoom=1&ved=1t:3588,r:30,s:0,i:177&iact=rc&dur=730&page=3&tbnh=172&tbnw=212&start=29&ndsp=15&tx=101&ty=37[/img]

Rispondi
avatar

tobia Cionini

circa 6 anni fa - Link

non c'è nemmeno da chiederlo, almeno per i tirrenici è Ristorante la pineta a Marina di bibbona!

Rispondi
avatar

Pietro Palma

circa 6 anni fa - Link

La Dogana di Capezzano Pianore (Camaiore). Calda ospitalità, rispetto e cura nel trattare le materie prime, piatti fantasiosi e, soprattutto, buoni! Colori, sapori ed atmosfera piacevole e rarefatta... e non costa nemmeno tanto!

Rispondi
avatar

Alberto

circa 6 anni fa - Link

Dal Billy a Manarola... Le acciughe salate delle 5 terre e i racconti del signore con i baffi valgono il viaggio. Buona vita a tutti.

Rispondi
avatar

Carlo Cleri

circa 6 anni fa - Link

Ho un grande ricordo del Billy. Con le seppie, naselli e spigole forniti da Andrea, l'unico piccolo pescatore autorizzato di Manarola. Il mio personale voto è per te.

Rispondi
avatar

Cristina

circa 6 anni fa - Link

Ristorante Brasserie la Barcaccina Lungomare a Vada: pesce freschissimo sapientemente cucinato e ben presentato....estate, aria aperta, brezza marina che vi pizzica il viso..naturalmente con il vermentino Litorale già nel secchiello del ghiaccio!

Rispondi
avatar

Federico

circa 6 anni fa - Link

Ristorante Santa Chiara a Genova. Posizione stupenda con terrazza sul mare che da sul borgo di Boccadasse, cibo buono, un bel posto per trascorrere una bella serata

Rispondi
avatar

Carlo Cleri

circa 6 anni fa - Link

Da Emilia a Portonovo (AN). Già Portonovo da sola, incastrata tra il verde del monte Conero e le spiagge di sassi bianchissimi di fronte all'Adritico varrebbe da sola il viaggio. Poi il profumo dei "moscioli"che condiscono le tagliatelle si confonde col salmastro della baia dove sono stati pescati.

Rispondi
avatar

Pier Paolo

circa 6 anni fa - Link

Ristorante Tre Torri a Portovenere (SP), é uno dei pochi ristoranti fuori porta dove torno con cadenza fissa per l'ottima qualità del pesce e delle preparazioni, per i prezzi onesti e per la costanza negli anni. Una dozzina di piccoli antipastini di mare, semplici ma curati nei dettagli, primi con pasta fresca fatta in casa e secondi di pesce classici che non stancano mai. Servizio cortese e informale. Dulcis in fundo la possibilità di farsi una passeggiata nella bellissima Portovenere e affacciarsi alla grotta di Byron ascoltando le onde del mare completano l'esperienza. Per onestà l'unica nota dolente é la carta dei vini, ma questo ahimè é un problema che hanno buona parte dei ristoranti Italiani.

Rispondi
avatar

Maria

circa 6 anni fa - Link

Al grottino a mmare a Pozzuoli ( NA) In ricordo di romantici pranzi d estate con il mio allora fidanzato , oggi marito .

Rispondi
avatar

Marco Grossi

circa 6 anni fa - Link

C'è un ristorante in piazzetta a Nervi, proprio accanto al porto, non ricordo nemmeno il nome. L'ospitalità è la tipica ligure (della serie "torta di riso? Finita"), la cucina, che volete, proprio tarata sul milanese medio che fugge dalla città per passare un sabato o una domenica appeso agli scogli sotto la passeggiata Anita Garibaldi. I tavolini sotto il pergolato sono di metallo, un po' scrostati, perennemente zoppi nonostante le numerose zeppe di cartone per ovviare al problema. Il pergolato molto rigoglioso aggiunge del suo ai piatti, sottoforma di pollini, foglie, petali e resine varie. E' incluso con il coperto, non verrà addebitato sul conto. Il menù è plastificato e racconta tramite lo strato di unto che col tempo si è depositato su di esso meglio di mille parole la qualità del cibo. Però la vista sul porto, la brezza marina, quel fresco che dopo le 23 ti costringe a metterti un maglione, i due vecchietti che mano nella mano camminano sul molo, lo sguardo della mia compagna... beh, fanno di questo posto il mio ristorante sul mare preferito.

Rispondi
avatar

Filippo

circa 6 anni fa - Link

Ti porto da Luchin a Chiavari, così ridimensioni (verso il basso) la tua idea di ospitalità ligure. Però si mangia bene. :D

Rispondi
avatar

gabriele succi

circa 6 anni fa - Link

Ristorante "Onda Blu" a San Mauro a Mare, riviera Romagnola. http://www.ristoranteondablu.org/ Carta dei vini seria parecchio...non roba da GDO come nella maggior parte dei locali dal Po a Pesaro... Mai mangiato un pesce così buono...e dire che ne ho girati dei ristoranti sul mare in tutt'Italia...

Rispondi
avatar

iacopo guazzini

circa 6 anni fa - Link

zia mariuccia..... a maratea (basilicata) . na' perla.

Rispondi
avatar

Marco

circa 6 anni fa - Link

Ristorante il Corsaro Nero località Portu Maga su una delle più belle spiagge della Costa Verde (marina di Arbus – Sardegna) a qualche metro da un mare che è poesia. Cucina di mare a 360° realizzata col pescato giornaliero del titolare/pescatore, il sig. Gigi. Tra tanti piatti svettano, periodo di raccolta permettendo, le linguine fresche lavorate a mano con polpa di ricci. Abbinati "ça va sans dire" a un’ottima bottiglia di Vermentino.

Rispondi
avatar

Diego Guida

circa 6 anni fa - Link

Da Sauro il Bolognese a Bibbona ....dalle fritture a primi ...livello alto e clima famigliare ....il problema e' che Grillo ha il villone li vicino ....provochera' prezzi al rialzo .....

Rispondi
avatar

Paola

circa 6 anni fa - Link

Il ristorante "Da Silvio" in Via Spiaggia San Michele a Sirolo - te lo devi proprio andare a cercare... Una piccola insegna incisa su legno ti indica la strada: una via sterrata e in forte pendenza, nascosta tra la vegetazione della Riviera del Conero, che ti conduce su questa terrazza a picco sul mare... Quando lo trovi però capisci già dalla prima portata di aver trovato un tesoro! La frittura di pesce era eccezionale, croccante al punto giusto, leggera e soave come l'ottimo vino bianco che bevemmo (non ricordo il nome, ci andammo due anni fa) servita su carta di pane con zucchine fritte tagliate a julienne, il sautè di cozze e vongole servito in un tegamaccio di quelli seri...come mangiare un boccone di mare! ...E la grigliata mista un'esplosione di gusto che ti si scioglieva in bocca e che non sono riuscita a paragonare a nient'altro assaggiato nè in questa nè in un'altra vita!

Rispondi
avatar

Daniele Tincati

circa 6 anni fa - Link

Borgo Cotone a Marciana Marina ( Elba ). Tavoli all'aperto "direttamente" sugli scogli, vista mare splendida. Ben riparato dal vento che soffia spesso da quelle parti. Scorcio dell'antico borgo alle spalle. Cucina semplice, pesce fresco sulla brace. Carta dei vini con predominanza isolana. Un bel posticino.

Rispondi
avatar

Michele

circa 6 anni fa - Link

Locanda Lorena sull'isola Palmaria a Portovenere. Solo il viso scavato dalle rughe, stile vecchio pecatore, del cuoco/proprietario meritano la trasferta.

Rispondi
avatar

Andrea Capobianco

circa 6 anni fa - Link

Cuopperia del Convento a Cetara (Sa) Costa d'Amalfi Un ritorno agli anni sessanta... un paradiso!!!

Rispondi
avatar

marco

circa 6 anni fa - Link

ristorante "mamma mia" a santa lucia..sardegna! che dire...grandi materie prime lavorate il meno possibile..freschezza e vero sapore del mare..locale molto grazioso dove il vermentino di gallura scorre a fiumi allietando le calde serate estive....è indubbiamente il vino esalta il connubio mare/estate!! bye bye

Rispondi
avatar

mgr

circa 6 anni fa - Link

Trattoria Speldor a Muggia. L'estasi donata da questo posticino vicino a Trieste è data a metà dai piatti della tradizione dalmata e metà dalla simpatia della cuoca che con le sue fattezze da donna di casa e i suoi racconti di cucina popolare conquista l'animo e la simpatia di tutti i commensali.

Rispondi
avatar

Mugellesi Ivano

circa 6 anni fa - Link

A casa mia... manca solo la brezza marina. Mia moglie è bravissima a cucinare il pesce, mi manca solo il vino

Rispondi
avatar

gabriele succi

circa 6 anni fa - Link

Ciao Ivano!!! Che ti manchi il vino è una mega balla!!!! :D :D :D

Rispondi
avatar

Ming Zhou Lin

circa 6 anni fa - Link

"La Cozza", a Bolzano. Atmosfera perfetta, manca solo il mare, ma c'è un sistema audio-video-odorama che ne fa le veci. Il pesce viene ibernato vivo e risvegliato a schiaffi su apposito lastrone di marmo all'entrata dallo chef Gunther Biedermaier, dal solido curriculum - due anni al bistellato "A Lampudda", di Santa Maruzza (Ag) e due allo stellato "Pagu de fele" di Lichittau (Or). Di notevole c'è che non sono solo i soliti pesci ad essere serviti, ma tutte le creature del mare, compresi il tricheco e il paguro bernardo. C'è una grande attenzione al rispetto dei regolamenti internazionali di pesca: i calamari superiori ai tre metri che per errore arrivano vivi sul tavolo di Gunther non vengono cucinati, ma gli si stringe la mano, gli si danno 100 euro in banconote di piccolo taglio e li si libera in giro per Bolzano scusandosi per il malinteso. La carta dei vini, infine, è di mia piena soddisfazione: sono nove incunaboli da 700 pagine e 11 kg ciascuno scritti a corpo 4, e il consiglio del bravo maitre Otto Biedermeier è quello di andare a caso.

Rispondi
avatar

Paolo De Cristofaro

circa 6 anni fa - Link

ciao Armando.. :-)

Rispondi
avatar

Totò

circa 6 anni fa - Link

Non è sul mare ma mangi il mare: lo Scoglio a Prato. Poca spesa, tanta resa.

Rispondi
avatar

Pietro

circa 6 anni fa - Link

Se per mare vale anche la laguna, allora segnalo il ristorante Linea D'Ombra a Venezia. Si mangia bene, cucina veneziana con un tocco di modernità, ottima lista vini ma non è questo il motivo della segnalazione. La cosa che colpisce è la posizione, specie se in primavera si ha la possibilità di pranzare (o cenare) sulla terrazza o meglio "zattera": essendo infatti collocato verso la punta della Salute, nelle storiche "Zattere", il locale gode di una delle viste più suggestive della Serenissima: la vista del Redentore alla Giudecca e di San Giorgio. Qui portai una ragazza dopo alcune uscite padovane, il programma era aperitivo nei pressi dell'Accademia, cena alla Linea d'Ombra e concerto alla Fenice. Quella ragazza è oggi mia moglie e quella è stata la sera decisiva per la nostra storia che stava nascendo. Non so dire se sia stellato o chiocciolato o che altro, posso solo dire che l'attenzione dello staff e la qualità dei piatti, unita alla posizione magica, rese la serata indimenticabile per entrambi. Potrei concludere dicendo che bevemmo un ottimo vino di Cecchi, ma sarebbe una balla colossale :) http://www.ristorantelineadombra.com/ [img]inserisci qui il link tra i due tag[/img]

Rispondi
avatar

Luca

circa 6 anni fa - Link

Ristorante "La Pineta". Una "Baracca" di legno che si trova dopo aver attraversato una pineta, uno chef che è un ex pescatore, il mare. What else?

Rispondi
avatar

suslov

circa 6 anni fa - Link

siete proprio dei milanesi miscredenti ... il vermentino non va bevuto su ristorantino da spiaggia ma in taverna ligure da entroterra: e' li che si apprezza la delicata e particolare tipica ""ospitalita'"" ligure ... non su pesci e risotti ma su torte di verdure e fiori ripieni ...

Rispondi
avatar

Teseo

circa 6 anni fa - Link

Per alcuni ristoranti avere il menù è un limite… preferiscono vedere le materie prime di giornata e proporre delle soluzioni. Anche per questo motivo, trovo rilassante farsi coccolare in un ristorante dicendo all'eclettico patron "Luciano, pensaci te!". E' un modo per scoprire pescato locale che solo lui riesce a trovare, elementi di Territorio non banali, un contesto informale e assaggiare le rarità della cantina gestita da Fausto mai troppo costose. Se il Chiasso a Capoliveri (Isola d'Elba) quest'anno festeggia 40 anni ci sarà un perchè...

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 6 anni fa - Link

Galileo a Civitanova ne sparecchia un bel po' lungo la costa marchigiana e infatti a Pasqua sono già pronto a incatenarmi lì dentro! Si vedono spiaggia e mare, il pesce è ottimo e il signor Simone in sala ha doti che voi umani non potete neanche immaginare! Il titolare è uno scassamaroni ma tocca sopportarlo. Ah, grazie ma non voglio il biglietto :-D.

Rispondi
avatar

Sophie Conte

circa 6 anni fa - Link

Grandi sorrisi semplici, come il cibo. Il Corsaro, Castiglione della Pescaia. Per un caldo pranzo in riva al mare, manca solo il vino.

Rispondi
avatar

MartiSvr

circa 6 anni fa - Link

Are you kiddin' me!? No dai, in quelle zone c'è decisamente di meglio!

Rispondi
avatar

Angelo Cantù

circa 6 anni fa - Link

Otto uber alles! Grazie del consiglio (e delle quattro risate!).

Rispondi
avatar

The Foodie Fighter

circa 6 anni fa - Link

Il Sol Y Mar sulla spiaggia di Riccione. Provare per...

Rispondi
avatar

Nad Renrel

circa 6 anni fa - Link

Sulcis, Sardegna. A Porto Teulada, in fondo al fiordo di Posto Budello, “Da Gianni”. Gianni Loi e Rita Serrenti maestri nel “maneggiare” il pesce con essenzialità ammirevole: crudi e cotti locali freschissimi per iniziare, spaghetti con le sarde di profumi antichi, fregola con i granchi che mmmhhh, e avanti così. Lui ha un caratteraccio, ma vabbè… Perchè anche la posizione e tutta la zona meritano.

Rispondi
avatar

MartiSvr

circa 6 anni fa - Link

Da Romano a Viareggio. Non è sul mare, vale comunque?

Rispondi
avatar

Maria

circa 6 anni fa - Link

NON ho dubbi: Lo Scoglietto a Rosignano (LI): location senza fronzoli, pesce freschissimo, e ci mancherebbe altro, piatti semplici con ingredienti di alta qualità. Fin qui una ristorante come tanti altri delle nostre splendide coste. Quello che, a mio avviso, lo distingue tra tutti è una carta di vini che farebbe invidia a diversi stellati: scelte curate e una attenzione particolare per la Francia, senza dimenticare molte vignerons italiani, insomma una garanzia.

Rispondi
avatar

Giovanni Solaroli

circa 6 anni fa - Link

Da mia moglie. Imbattibile la preparazione da sala operatoria. Calzari ai piedi,mascherina sul viso e guanti di lattice usa e getta per l'igiene del futuro piatto. Cotture millimetriche ricavate grazie all'impiego di calcoli complicati per i quali usa uno strumento di sua invenzione, l'Abachera. Porzioni "ad personam" e servizio fermo e deciso. Non un fiato oltre al "zet e magna" è consentito,per non,disturbare la serena(e sobria) atmosfera di raccoglimento che i tempi odierni impongono. D'estate si pranza nel dehors, lì le cotture sono meno precise, ma in compenso la vista sul kiwi è unica e colma di rimandi australi. Conto secondo le necessitá del momento. Non serve prenotare se ci si presenta a bordo di un Cayenne Turbo.

Rispondi
avatar

Martina D'Este

circa 6 anni fa - Link

Non si discute il Mandracchio in Ancona, pesce freschissimo. Ogni giorno Teresa sceglie materie prime freschissime da far trasformare al bravissimo cuoco. Super consigliato!!

Rispondi
avatar

Daniele Tincati

circa 6 anni fa - Link

Antica Taverna San Rocca ad Ardola di Zibello (quello del Culatello), dove anche le anguille e i pesci gatto si perdonono nella nebbia, un folle si è inventato un ristorante di pesce di mare a menu fisso. Se chiedi il primo ti dice che la pasta la mangi anche a casa tua. Non chiedete il menu perchè non c'è, lasciate fare a lui, e fatevi portare tutto, tanto il prezzo finale non cambia.

Rispondi
avatar

Stefano

circa 6 anni fa - Link

Il Porticciolo a Castiglioncello è il mio posto del cuore. Lo conosco e frequento da sempre, ma in questi ultimi anni ha avuto un crescita esponenziale ... unisce la delizia del posto con quella del cibo.

Rispondi
avatar

Antonio Tomacelli

circa 6 anni fa - Link

La Giuria di Intravino ha così deciso. Il biglietto per il Vinitaly viene assegnato ai seguenti commentatori: Pier Paolo Pietro Paola Marco Grossi Cristina Menzione speciale per Ming Zhou Lin che non vince un cavolo perchè ha già i biglietti che gli escono dalle orecchie. Per tutti gli altri un grandissimo GRAZIE! Avete compilato una guida dei ristoranti che la Michelin se la sogna! I vincitori devono inviare il loro indirizzo alla mail dillo@intravino.com per ricevere il biglietto a domicilio

Rispondi
avatar

pietro

circa 6 anni fa - Link

Grazie! il linea d'ombra continua a portarmi fortuna dunque... accetto con piacere e ci sarò. Pietro

Rispondi
avatar

PAOLA

circa 6 anni fa - Link

Per qualità,servizio e vista CIRO a Mergellina NASE E CANE.La mia scelta è stata difficile, ma quanti toscani..vogliamo parlare della costiera tipo vico equense?

Rispondi
avatar

PAOLA

circa 6 anni fa - Link

Caro Marco Grossi,per tanti motivi conosco bene Nervi e mi spiace contradirti in diretta,purtroppo Nervi non è più quella di un tempo....Ragazzi andate sopra Sori,invece: ogni posto da Sant'Apollinare in poi (mitiche focaccette del Serraglio ) è buono ma soprattutto che vista..sappiatemi dire.....

Rispondi
avatar

Andrea

circa 6 anni fa - Link

a me piace molto il Tirreno a Castiglioncello... mi piacciono i tavoli sulla terrazza, il rumore delle onde... e fanno un cacciucchino, leggero da antipasto, che completa la magia!!

Rispondi
avatar

Adele Granieri

circa 6 anni fa - Link

"Il Convento" a Cetara (SA), cuoppo fritto magistrale e paesaggio da capogiro!

Rispondi
avatar

Nicola Bigliazzi

circa 6 anni fa - Link

Sarà, ma ha me fa impazzire l'insalata di mare freschissima del "Bagno Buoniamici" a Lido di Camaiore... Amarcord "Sapore di sale"... Allora, si stappa?!?!

Rispondi
avatar

Marco Grossi

circa 6 anni fa - Link

Visitato Vinitaly ieri, grazie a Cecchi per il biglietto e ad Intravino per avermi fatto vincere :-)

Rispondi
avatar

Pier Paolo

circa 6 anni fa - Link

A me invece non é arrivato nulla e nessuna risposta :/

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.