Best Italian Wine Awards 2013. Regaliamo un ingresso, cerchiamo un infiltrato. No perditempo

di Alessandro Morichetti

Basta espertoni tronfi, basta giornalisti che se gli dici 5 W sgranano gli occhi impallidendo. E poi basta blogger, gente che per visibilità e click ipotecherebbe pure i gatti. E poi #boicottaintravino, una volta per tutte. Ai Best Italian Wine Awards (BIWA) 2013 di lunedì 23 settembre 2013 – ore 18.00 presso l’Officina Eventi di Terme Milano –  il vero esperto sei tu! Si, proprio tu che hai sempre sognato trovarti davanti i 50 migliori vini d’Italia, tu che hai in camera il poster di Luca Gardini e Andrea Grignaffini in spiaggia, tu che come senti Raoul Salama già inizi a salivare, e tu che potresti sciorinare a memoria 40 piatti a testa di Salvatore Tassa, Claudio Sadler e Andrea Aprea (gli chef che sfameranno i partecipanti alla premiazione).

Ecco, noi abbiamo bisogno di te! 100% passione, preparazione, energia, curiosità e sagacia. Vai, scatti foto a raffica, assaggi, ti confronti e ci racconti tutto quel che c’è da sapere su cose e persone.

Chi cerchiamo? Un infiltrato. Qualcuno che tenga alto, altissimo, il nome di Intravino. In semi-incognito, però. Chi ne ha voglia? Dateci tanti buoni motivi. La selezione sarà impietosa. Al vincitore arriverà un pizzino.

avatar

Alessandro Morichetti

Tra i fondatori di Intravino, enotecario su Doyouwine.com e ghost writer @ Les Caves de Pyrene. Nato sul mare a Civitanova Marche, vive ad Alba nelle Langhe: dai moscioli agli agnolotti, dal Verdicchio al Barbaresco passando per mortadella, Parmigiano e Lambruschi.

23 Commenti

avatar

Maria

circa 7 anni fa - Link

Salve ....sommelier AIS da 10 anni....riesco con il mio sorriso e parlantina ad entrare anche nei posti impossibili ....sono una formidabile 007 in gonnella ....

Rispondi
avatar

vita

circa 7 anni fa - Link

Ciao, a 2/3 per diventare un sommelier....appassionata di fotografia.

Rispondi
avatar

Gennaro

circa 7 anni fa - Link

A me me piace la ben cola col tavernello rosso, ho fatto l'erasmus in Spagna e la domenica vado a compra' le fettuccine dal contadino co la ritmo

Rispondi
avatar

Gennaro

circa 7 anni fa - Link

Di grazia, avvisatemi con congruo anticipo onde rimediare un vestito adatto ed un paio di mutande senza la sgommata

Rispondi
avatar

Caffellatte

circa 7 anni fa - Link

Il calimocho!

Rispondi
avatar

Tommi

circa 7 anni fa - Link

Pelato, barba incolta, "panzetta"... praticamente Jeff Bridges in Iron Man fuori forma, sono appassionato, sommelier con un master universitario in Food&Wine Communication e lunedì non ho impegni!

Rispondi
avatar

Luca Amodeo

circa 7 anni fa - Link

Se mi chiamano "il Prof.", un motivo ci sarà... :-)

Rispondi
avatar

Stefano De Santis

circa 7 anni fa - Link

Mi sarei proposto volentieri, ma purtroppo lunedì ho un altro impegno :-(

Rispondi
avatar

Alberto

circa 7 anni fa - Link

...se vi interessano "Le Carte" sono Sommelier AIS dal 2011, nel 2012 ho vinto il titolo Miglior Sommelier del Veneto categoria non professionisti. ...se vi interessa "La Realtà" spendo i miei pochi denari in vino e cibo , giro con una Punto a metano con 230.000km, la stessa che lunedì mi potrebbe portare a Milano, e tornare carica di appunti e impressioni...sempre che ritorni...altrimenti buon vino a tutti!

Rispondi
avatar

iosonovinoevoinonsieteunca

circa 7 anni fa - Link

Ho fatto il vaccino anti sommelier anni fa e funziona ancora , ma assaggio, degusto, scrivo, viaggio nel vino da anni e se mi mandate ok e se non mi mandate vi mando volentieri io aff.....:))))))))

Rispondi
avatar

francesco

circa 7 anni fa - Link

Certo che Raoul Salama con quel cognome è tutto un programma.....ho già fame :) Scrivendo seriamente, ma qualcuno sente ( ancora ) la necessità di questi premi, dove i vini da degustare vengono selezionati preventivamente dagli organizzatori, in modo parziale, dando adito ai piu' torbidi sospetti ? ( interessi economici ecc. ). Non è una cosa seria, solo un modo per fare marchett( e ) ing !

Rispondi
avatar

Pier Paolo

circa 7 anni fa - Link

Dite la verità, sto concorso l'avete fatto perchè il Cernilli non vi fa entrare... #boicottaintravino

Rispondi
avatar

Marco

circa 7 anni fa - Link

Anche se non mi si vede sto saltellando goffamente con la mano alzata mantenendo comunque una certa dignità :-) Giovane Brand & Mktg manager nel settore vitivinicolo, content curator e social media professional. Della scuola del Mktg Green & Creativo, Wine & FoodGeek, cinema Koreano&Jappo, Seriesaholic, musica Indie from dusk 'till dawn. What a big mess...That's me! Cosa c'entra? Il Vino e lifestyle sono sempre collegati, «dimmi cosa bevi ti dirò chi sei...e viceversa« Dimenticavo corsista AIS e di altre mille cose :-)

Rispondi
avatar

Giovanni Puglisi

circa 7 anni fa - Link

insomma sei l'IPSTER pereccellenza. Bravo

Rispondi
avatar

Pier Paolo

circa 7 anni fa - Link

Hai anche la bici a scatto fisso e metti tutte le bottiglie che bevi su Instragram? :)

Rispondi
avatar

Cristiana Lauro

circa 7 anni fa - Link

Alessandro, io ci sarò. Lo scorso anno, come ti riferii, era molto ben organizzato. Non capisco cosa vai cercando, onestamente. Qualcuno che ne parli male per precetto? :-)

Rispondi
avatar

Nelle Nuvole

circa 7 anni fa - Link

:) :) :) Cristiana, se scrivi così, invece che 20 offerte ne arrivano 2.000 :) Enofemale power! #boicottaintravino

Rispondi
avatar

Mirka

circa 7 anni fa - Link

io vorrei tanto partecipare, non so quasi nulla di vino ma adoro imparare e questo succede quando hai l'opportunità di vedere, sentire, assaggiare e respirare la conoscenza degli altri. M.

Rispondi
avatar

Gaetano

circa 7 anni fa - Link

Mi è sempre piaciuta l'idea di fare l'infiltrato

Rispondi
avatar

gaetano

circa 7 anni fa - Link

Mi è sempre piaciuta l’idea di fare l’infiltrato...soprattutto se porti a casa la pelle senza eccessivi rischi e, come in questo caso porti a casa un'esperienza degustativa di altissimo livello. Chi meglio di un napoletano trapiantato a Milano da un ventennio può fare l'infiltrato? Un po' di esperienza nel campo vinicolo (sommelier Ais e adesso Fisar, ma questi sono solo dettagli...), approccio milanese (discrezione, parlare con cognizione di causa e quando serve...) e azione napoletana (curiosità, sapersi muovere tra la gente, simpatia e sorrisi a 32 denti...) ma soprattutto con la convinzione che il vino deve essere degustato con oggettività e non soggettività perchè è fondamentale il rispetto del lavoro di chi ci permette di bere il vino che è parte integrante della nostra storia e della nostra cultura. Che fate? Mi ci mandate (intendo alla degustazione)? Buon lavoro. Gaetano

Rispondi
avatar

antonio f.

circa 7 anni fa - Link

sagace so sagace. so pure appassionato, quasi alcolizzato. panzetta, barbetta e simpatia. fate il vostro gioco, ssiori

Rispondi
avatar

Schigi

circa 7 anni fa - Link

Urca, quasi mi sfuggiva...sembra ritagliato su di me... Vino e casino... :D

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 7 anni fa - Link

Cari tutti, la scelta è stata dura ma ce l'abbiamo fatta. Il "pizzino" per il nostro infiltrato è partito; grazie a tutti per la partecipazione e un abbraccio a chi non è stato scelto.

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.