Anteprima Vino Nobile di Montepulciano 2016: nuovo logo e nuovi orizzonti

Anteprima Vino Nobile di Montepulciano 2016: nuovo logo e nuovi orizzonti

di Andrea Gori

Per l’occasione dei 50 anni della DOC (anche questa tra le prime denominazioni d’Italia) si annunciano festeggiamenti in autunno. Nel frattempo cambia il logo e la grafica, più moderna e spigliata, e si mette anche mano alla cartografia del territorio con una bella edizione delle mappe di Masnaghetti: Enogea aiuta così a districarsi in uno dei territori più storici ma meno noti del nostro paese (anche in ebook).

Un comparto che vale 500 milioni di euro tra vigneti, fatturato e patrimonio e che ruota attorno a quasi 7 milioni di bottiglie di Nobile e 2,5 milioni di Rosso da 2200 ettari vitati, con la “solita” proporzione nelle vendite, 80-20 tra estero e Italia, con quasi la metà delle bottiglie italiane commercializzate in Toscana: troppo poco per garantirgli davvero visibilità sul mercato.

Annunciate le previste 5 stelle per l’annata 2015, in effetti davvero promettente come in tante altre denominazioni toscane e nazionali, sul tavolo di assaggio sono presenti vini soprattutto 2013, annata tutto sommato felice, e le riserve 2012, per le quali la vendemmia è stata più complicata, come già visto lo scorso anno nei nostri assaggi.

L’annata 2013 verrà ricordata, in anni di forti squilibri e ondate di calore, come un’annata vecchio stile, senza colpi di calore, con parametri analitici che ricordano le vendemmie della fine degli anni ’90: maturazione senza scosse, alcol tranquillo e tannino che è potuto maturare con la dovuta calma. L’effetto nella degustazione si è sentito, con una media sensibilmente più elevata dello scorso anno, e una piacevolezza diffusa di beva.

Assaggiando i vini delle cantine più grandi, l’impressione è che il territorio stia maturando consapevolezza e capacità di gestione dei legni, e che ci sia più attenzione ai vitigni autoctoni (prugnolo gentile aka sangiovese, canaiolo e altri) piuttosto che cabernet e merlot, peraltro ammessi anche in percentuali elevate. Risultano così vini meno importanti dal punto di vista del corpo e soprattutto meno ambiziosi e di più facile beva: sarà davvero interessante assaggiare il prossimo anno la temuta 2014 per capire se il trend è confermabile.

La 2012 al contrario riporta poche eccellenze e premia i produttori che hanno effettuato vendemmie in vari momenti (anche fino a 20 passaggi diversi in vigna) perché la siccità prima e il caldo poi hanno portato le uve a maturazione ad intervalli molto ampi: la media complessiva non è comunque certo all’altezza di una denominazione che punta ad accrescere il valore delle bottiglie sullo scaffale.

Ecco i nostri assaggi, suddivisi per annata e tipologia. L’asterisco* indica campioni di botte (presenti in numero inferiore rispetto ad altri anni).

Nobile di Montepulciano 2013
Bindella presenta ribes rosso, oliva, lamponi, è molto acceso e spigliato, bocca pronta ma con qualche rugosità, vinoso, tannino un po’ scorbutico 84
Dei è opulento e ricco, oliva e alloro, piccante e deciso ma bel tannino morbido, classico e mai sopra le righe 90
Salcheto* vispo, croccante, giovane, lamponi e fragola, naturalmente fresco, bel finale 88+
Contucci* è vinoso e intenso, naso molto ricco e classico, bergamotto e liquirizia, bocca bella contrastata con tannino ben colto, rustico ma elegante 89+
Avignonesi biodinamica quasi a regime completo, ricco e denso di profumi, alloro e rosmarino, amarena e fragole in confettura, bel finale lungo e persistente, nobile davvero ma anche contadino e schietto 92
Canneto* alloro e balsamico, ciliegie e ribes rosso, succo di lamponi, bocca con corpo che latita 84
Casale Daviddi ha toni molto maturi e quasi caramellati, tostature e lamponi, bocca contratta e un poco asciutta 83
Barbanera “Duca di Saragnano”* è ampio, aromatico e di spinta, tanto frutto rosso, rosmarino e alloro, bocca agile che perde un po’ di centro rispetto al naso ma fila via benissimo 91
Fattoria La Braccesca ribes rosso, lamponi in confettura, miele di castagno, bocca precisa e centrata, dissetante e sapida 87
Fassati* ampio e balsamico, floreale di campo e viole, frutta matura, bocca un po’ seduta ma finale di buona persistenza 88
Croce di Febo naso dimesso e strano, bocca piatta, bottiglia forse non a posto sv
Fattoria della Talosa* caramello, e noci, lamponi in confettura e tabacco, bocca un poco scomposta sul tannino ma persistente nel frutto 86
Boscarelli ha lamponi e menta, piglio selvatico particolare, tannino preciso e che da un bel ritmo al sorso, sempre molto snello 87
Casa vinicola Triacca Santavenere* molto frutto maturo, grande intensità e aromaticità, spezie, bocca con struttura, senape e frutto persistente dolce 88
Gattavecchi Poggio alla Sala molto ricco e scuro, frutta di bosco, pepe e fragola in confettura, bocca carnosa e di corpo ma tenuta su bene dal tannino 91
Le Badelle* rosmarino e floreale di campo, amarene e granatina, bocca con meno corpo del dovuto ma piacevole e ritmato, si assesterà 88+
Antico Colle è balsamico e speziato, croccante e maturo, bocca piena e decisa ma ben fatta 87
Il Greppo “Greppo Antico” fine distinto anche se non molto intenso, floreale di campo e fragola in confettura, pepe nero, bocca leggera con poco tannino, finale dolce e misurato, forse un po’ delicato ma senza sbavature 87
Tenuta Valdipiatta carrube e ciliegia, pepe, tocco di calore e intensità al palato, tannino da affinarsi 84
Tenuta Tre Rose “Santa Caterina” distinto preciso e pulito, amarene e ribes nero, tabacco e liquirizia, bocca centrata, spigliata e dal giusto mix tannino acidità, finale sapido 88
Il Molinaccio “La Spinosa”* molto maturo, rosmarino e confettura di frutta di bosco, oliva e pepe nero, bocca con poco brio 85
Lunadoro “Pagliareto” spezie e balsamico, frutta fine e matura, bocca non agilissima ma di bell’estratto 87
Le Bèrne è classico e stiloso, molto ben centrata l’espressione del frutto rosso, prugna e fragola, bocca dal bel corpo sapida e mai aggressiva, bello anche tannino nella persistenza 91
Cantina del Giusto “San Claudio II” frutta rossa, acciuga e sale, bocca un po’ stretta e accesa 82
Il Conventino* fresco e piccante, balsamico e aromi mediterranei, palato festoso e sveglio, grande frutto e persistenza, sapidità 91+
Poliziano ha la classica impronta della casa, riuscito mix di frutta scura, spezie e tostato leggero, bocca succosa e pronta, grande persistenza 91
Romeo naso d’antan ma affascinante, frutta delicata, floreale viola e ribes, bocca animata, radiosa, dal tannino precisissimo e stimolante del sorso, bel finale solare 92
Tenuta di Gracciano della Seta si presenta incantevole e speziato, frutta di bosco fresca, bella agilità al sorso, davvero elegantissimo 93
Fanetti* olive e zenzero, frutta rossa in confettura, bocca decisa con chiusura anticipata ma discreta materia 85
Priorino “Viola” menta e ribes, mandorla e tocco di smalto, bocca strozzata molto presto da tannino 81
Le Bertille è fine e preciso, frutto scuro molto intenso, pregevoli tannino e sapidità, bocca che parte molto solida e corposa ma mantiene un bel ritmo 90
Godiolo* fruttato rosso molto acceso, balsamico, lamponi e ribes rosso, bella sapidità e croccantezza, finale allegro e pimpante 88
Palazzo Vecchio “Maestro” maturo al naso con note di viola, amarena e ribes rosso, bocca misurata dal bel tannino, finale lungo 87
Il Macchione* fresco e sapido, frutta rossa un poco riarsa, bocca pulita e saporita, finale veloce 83
Vecchia Cantina di Montepulciano pulito e fresco, lamponi e fragola, bocca piacevolmente piccante e fruttata 86
Icario* ricco e materico ma meno pesante di altre annate, sapido e accattivante 88
Villa Sant’Anna* frutta rossa un po’ fuori fuoco, bocca materica ma molto matura 83
La Ciarliana lamponi ribes e menta, bocca piacevole con finale acceso, tannino un po’ rugoso 84
Tenute del Cerro terroso e floreale, note tostate leggere, bocca placida con scosse sapide, chiusura frutta e spezia con un certo peso al palato 87
Montemercurio Messaggero* ha ribes rosso, tamarindo, arancio rosso, bocca ampia fine molto solare e fruttata, bel tannino e notevole sapidità, chiude in crescendo 9o+
Tiberini “Podere Caggiole” frutto rosso, senape, bocca tradizionale ma con ben ritmo moderno e sapido 88
Lombardo* fragole in confettura, alloro e carrube, mallo di noce, bocca molto chiusa su acidità e tannino, ma essendo campione da botte ci sta 87
Nottola impronta dolce ma piacevole, fragole e liquirizia, tabacco Kentucky, bocca piena corposa e decisa ma che rimane lieve senza esagerare, finale lungo e fruttato, tannino ben colto 89

Fuori Fortezza:
Crociani vivo e fresco, lamponi e fragole fresche, tabacco e susine, prugne, balsamico e fine, energico, bocca vinosa spigliata e agilità bella 92

Vino di Nobile Montepulciano Selezione 2013
Tenuta Valdipiatta Vigna d’Alfiero* è ampio e fine, tanta frutta rossa e allora, oliva, bocca in assestamento ma fresca e pimpante nonostante una traccia d’alcol 88
Gattavecchi Poggio alla Sala Parceto ha spezie e ribes nero, fresco e maturo con bella intensità, prugna e oliva nera, bocca sontuosa e dal bel tannino, notevole equilibrio 92
Bindella I Quadri aromatico e floreale, rosa e viola, bocca molto aspra per adesso, ma si muove bene in prospettiva, molto meno carico che in passato 88+
Le Badelle Selezione* nota alcolica e balsamica, prugna e oliva tostata, bocca con un po’ di corpo in meno rispetto ad acidità e tannino, lievemente strozzato sul finale 86
Fattoria del Cerro Antica Chiusina* incantevole e floreale, frutta fine tra fragolina di bosco e lampone, liquirizia e tamarindo, bocca appuntita ma in equilibrio con l’estratto, bel finale misurato e distinto 93

Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2012
Carpineto* è ricco, speziato e molto tostato, palato un po’ faticoso ma considerando che è in affinamento potrebbe migliorare e sfinarsi 87+
Tenuta di Gracciano della Seta finissimo e distinto, fragole e susina, tabacco e alloro, pepe nero, ma è soprattutto al palato dove sorprende l’eleganza e la pregevole finezza di tannino, chiude lungo ma in punta di piedi 93
Casale Daviddi molto scuro di frutto in confettura, pepe e marroni, karkadè, bocca arcigna con tannino un poco spigolosi 87
Le Bèrne naso dolce ma molto complesso, lamponi e fragole in confettura, visciole, mallo di noce e miele di castagno, bocca pronta decisa, succulenta, e con finale sapido cui contribuisce un bel tannino e freschezza 92
Il Molinaccio “La Poiana” naso un po’ stretto su mela rossa e agrumi, bocca precisa ma senza molto corpo, tannino che asciuga 83
Barbanera “Duca di Saragnano” succo di mirtillo e senape, molto esile, bocca succosa e balsamica ma con poco mordente 85
Lunadoro “Quercione” durone di menta e ribes rosso in confettura, bocca con tannino preciso, finale agrumato dissetante 88
Fattoria della Talosa* speziato e balsamico, bocca con agrumi e senape, finale appuntito e saporito, discreta persistenza 87
Il Conventino note un poco mature al naso, ciliegia e pepe, bocca più precisa ma senza slanci 86
Contucci* speziature, tabacco e lieve oliva tostata, prugna matura, bocca un poco piatta, in assestamento visto che è campione di botte 87+
Fattoria La Braccesca “Santa Pia” prugna e lamponi, tanto pepe e alloro, molto solare ed energico, bocca pimpante dal tannino vivace, bella stoffa 88
ICario Vitaroccia* tostature e balsamico, bocca un poco pesante con frutto molto scuro e in confettura, tannino sferzante 85
Croce di Febo “Amore mio”* floreale, fragole e ribes, bocca compatta ma saporita, da seguire 88+

Fuori Fortezza:
Crociani è appena messo in bottiglia ma bello il floreale, arioso, tocchi di spaziatura di legno misurati, bocca molto dritta, tannino acceso, arancio rosso, succoso con nota appena alcolica sul finale 90+

Vino Nobile di Montepulciano 2012, 2011, 2010, 2009, 2007
Avignonesi Grandi Annate 2012 è ricco e sontuoso ma meno eccessivo di altre annate, spezie molto presenti, sottobosco, prugna, timo, rosmarino, bocca bella scandita dal tannino, finale lungo 90
Canneto Selezione “Casina di Doro” 2012 ha naso molto maturo e denso, durone di menta e fruttino zuegg, pepe e rosmarino, bocca con non molto allungo 88
Fanetti 2012 visciole sotto spirito, viole e mallo di noce, bocca un po’ scontrosa con tannino incalzante 84
Fassati Selezione Gersemi 2012 pino, resina, ribes rosso e liquirizia, bocca semplice e succosa ma senza molto slancio 85
Salcheto Selezione Salco 2011 presenta naso composito, sia giovane e fresco che misurato e evoluto: prugna, pepe, lamponi, olive, bocca finissima quasi esile all’inizio poi mostra muscoli e spessore allungandosi benissimo nel palato, grande finale di sottobosco e balsamico tra timo e lavanda 94
Palazzo Vecchio Selezione Terrarossa 2011 visciola e amarena, note di caffè crudo e pepe, bocca scontrosa, saporita e fresca con tannino da aspettare 86
Tenuta Tre Rose Selezione Simposio 2011* stampo sangiovese bellissimo con note territoriali: prugna olive alloro e menta e altre floreali passite molto belle, bocca succulenta ma scandita da un tannino ben colto, sapore e persistenza lunghissime 94
Romeo Riserva dei Mandorli 2011 olive e menta, lamponi in confettura, visciole, bocca un po’ contratta con tannino in definizione ma con toni verdi che non promettono meraviglie 88
Vecchia Cantina di Montepulciano Riserva 2011 compitino ben svolto ma bello pulito, fruttato, palato fine non lunghissimo 86
Il Greppo Riserva 2011 naso molto classico ed elegante, bacche di ginepro, prugna, bocca equilibrata e piacevole con finale saporito 89
Boscarelli Riserva Bianca 2011 arancio rosso, ribes, prugna, elicriso, bocca finissima elegante sapida e ferrosa con tostature precise mai soverchianti, bel tannino con ancora vita davanti a sé 91
Lombardo Riserva 2011 arioso, speziato e piccante, amarene e lamponi che si prolungano nel bellissimo sorso con tannino vivace perfettamente integrato nella materia 93
Nottola Riserva Il Fattore 2011 molto cupo e denso ma belle note di frutta di bosco in confettura, pepe e bergamotto, bocca decisa e piccante con bel corpo e intensità, per gli amanti dei vini molto decisi niente male 90
La Ciarliana Selezione Vigna Sciarello 2010 naso molto opulento e ricco, quadro molto solare e acceso, vivace anche al sorso con finale mediterraneo solo un poco alcolico 88
Il Macchione Riserva 2010 naso dimesso ma fine, bocca con poco corpo ma tannino ben colto, finale tra amarene e timo, tannino ancora vispo 87
Montemercurio Messaggero 2009 croccante sapido e con notevole riserva di tannino, bocca saporita tra viole candite, arancio rosso e ginepro, bellissimo il finale 90
Carpineto Selezione Vigneto Sant’Ercolano 2007 sale e alloro, ginepro e oliva poi tanta amarena, lunghezza notevole con corpo e struttura ancora ben in piedi, finale molto saporito e di soddisfazione 91

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

5 Commenti

avatar

Montosoli

circa 4 anni fa - Link

Grazie tante !! Speriamo che la continua conoscenza del Prugnolo Gentile aiuta la spinta di questo prodotto...a mio dire uno dei grandi Vini Italiani ...

Rispondi
avatar

Maddalena Mazzeschi

circa 4 anni fa - Link

Grazie Andrea, c'è bisogno di degustazioni attente come la tua per far scoprire che la realtà del Nobile è cambiata. Sono contenta anche di come si è posizionata la Fassati alla sua prima uscita con la nuova proprietà

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 4 anni fa - Link

e il meglio deve ancora venire, sia per Fassati che per denominazione! Grazie Maddalena

Rispondi
avatar

Giulio

circa 4 anni fa - Link

Sono ormai un tecnico appassionato e leggendo queste note degustazione sono sempre più convinto che questo giornalista che scrive di vino nobile non ne capisca un gran che. Tecnicamente valutazioni in gran parte sbagliate.

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 4 anni fa - Link

Per curiosità Giulio, in base a quali elementi lo sostiene? Ci sono molte divergenze con le sue valutazioni?

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.