Intravino è un wine blog collettivo, originale e indipendente che ogni giorno pubblica informazioni, assaggi e notizie sul mondo del vino. Di lui hanno scritto: “Nel racconto del vino italiano c’è un prima e un dopo Intravino”. Tanti autori, tanti stili e anarchia quanto basta: ce n’è per tutti i gusti.

Se vuoi comunicare con noi scrivici a dillo@intravino.com

tomacelli
ANTONIO TOMACELLI.
Designer, gaudente, editore, ma solo una di queste attività gli riesce davvero bene. Fonda nel 2009 con Massimo Bernardi il blog Dissapore e, un anno dopo, Intravino e Spigoloso. Lascia il gruppo editoriale portandosi dietro Intravino e un manipolo di eroici bevitori. Classico esempio di migrante che, nato a Torino, va a cercar fortuna al sud, in Puglia. E il bello è che la trova.

sartore
FIORENZO SARTORE.
Vinaio in Genova, proto-blogger, geek, mediattivista, netizen, smanettone, proletario con partita IVA. Collaborazioni (passate) con L’Unità, collaborazioni (presenti) con Doctor Wine (Guida essenziale ai vini d’Italia), partecipa alla fondazione di Intravino. Insomma, “io c’ero”. Su Intra si occupa di gestione dei contenuti, moderazione dei commenti, varie ed eventuali, e pulizie di primavera.

morichetti
ALESSANDRO MORICHETTI
. Tra i fondatori di Intravino, vende vino su Doyouwine.com. Di Civitanova Marche, vive a Barbaresco. Ama tutti gli animali e qualche umano. E’ diventato wine-blogger per conoscere Cristiana Lauro.

gori
ANDREA GORI
. Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. Nessuno si fila podcast e canale YouTube (2230 video autoprodotti per 1milione e passa di visualizzazioni) che inaugura nel 2005, si prende la rivincita l’anno dopo con il blog Vino da Burde che diviene il più letto in Italia sul vino. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

cossater
JACOPO COSSATER
. Nato in Veneto, appena maggiorenne si trasferisce a Perugia per frequentarne l’Università. È più o meno in quel periodo che si innamora del sangiovese, completa il percorso dell’Associazione Italiana Sommelier e apre un blog, non necessariamente in quest’ordine. Dopo aver vissuto per troppo tempo a Milano e troppo poco a New York è tornato in Umbria, dove oggi lavora. Giornalista, dal 2007 ha un blog, Enoiche illusioni, e dal 2015 una newsletter, Enoiche eccezioni. Fa parte del team dal 2009.

romanelli
LEONARDO ROMANELLI
. “Una vita con le gambe sotto al tavolo”: critico gastronomico in pianta stabile, lascia una promettente carriera di marciatore per darsi all’enogastronomia in tutte le sfaccettature. Insegnante alla scuola alberghiera e all’università, sommelier, scrittore, commediografo, attore, si diletta nell’organizzazione di eventi gastronomici. Mescolare i generi fino a confonderli è lo sport che preferisce.

stara
PIETRO STARA.
 Torinese composito (sardo, marchigiano, langarolo), si trasferisce a Genova per inseguire l’amore. Di formazione storico, sociologo per necessità, etnografo per scelta, blogger per compulsione, bevitore per coscienza. Non ha mai conosciuto Gino Veronelli. Ha scritto, in apnea compositiva, un libro di storia della viticoltura, dell’enologia e del vino in Italia: “Il discorso del vino”.

giannone
EMANUELE GIANNONE
 (alias Eleutherius Grootjans). Romano con due quarti di marchigianità, uno siculo e uno toscano. Non laureato in Bacco, baccalaureato aziendalista. Bevo per dimenticare le matrici di portafoglio, i business plan, i cantieri navali, Susanna Tamaro, il gol di Turone, la ruota di Ann Noble e la legge morale dentro di me.

corazzol
GIOVANNI CORAZZOL
. Feltrino di nascita ed indole con cromatidi lombardo-piemontesi, viaggia parecchio per sfuggire a umidità, nebbia, freddo e alcolismo, poi torna. Membro del Partito del Progresso Moderato nei Limiti della Legge, repelle ogni forma di radicalismo e crede in un progresso raggiunto solo nell’obbedienza. Bevitore compulsivo, schifa la capacità di invecchiamento di vini e persone, non crede nelle cantine piene ma solo nelle bottiglie e nelle persone vuote. Gli han spiegato da piccolo che si bevono i vini e non i produttori. Ci prova con ostinazione ma cade spesso in tentazione e ne trangugia qualcuno, poi ne scrive.

boriosi
SARA BORIOSI.
Da sempre vive come un’estranea nella provincia denuclearizzata, precisamente a Perugia. Bevitrice regressiva, inizia a interessarsi al vino seriamente dopo l’interruzione di una storia con il proprio cavallo. Beve per ricordare, e il suo cuore appartiene ai vini del Carso. Dotata di una vena grottesca con la quale osserva il mondo, più dei vini le piace scrivere delle persone che ci finiscono dentro; lo fa nel suo blog e pure per Intravino. Gestisce un’enoteca della sua città, e lo fa piena di sensi di colpa.

cognac2
THOMAS PENNAZZI.
Bàvaro-lombardo nato in centro alla Padania, abita a sei chilometri di granoturchi dalla vita. Per mestiere leva le cefalee e rimette in ordine lo stomaco ai bevitori compulsivi. Soltanto l’armagnac ha saputo incrinare la sua granitica fedeltà all’eau-de-vie de Cognac, primo amore adolescenziale, ma berrà, se gliela offrono, qualsiasi cosa superi i 35°. Da qualche anno scrive in rete (sotto pseudonimo) della propria ardente passione per lo spirito di-vino, e di poco altro.

Graziano Nani
GRAZIANO NANI.
Frank Zappa con il Brunello, Hulk Hogan con il Sassella, il Super Tele con l’Aglianico: per lui tutto c’entra con tutto, infatti qualcuno lo chiama il Brezsny del vino. La verità è che quando assaggia ama divagare selvaggiamente e lo fa anche su Gutin.it, il suo blog. Sommelier AIS, i vini del cuore per lui sono quelli della sua terra: la Valtellina. Copywriter a Milano, il suo sogno è incontrare Paolo Fox, farsi predire il futuro e far succedere tutto il contrario.

rossetti
GIANLUCA ROSSETTI
. Nato in Germania da papà leccese e mamma nissena. Vissuto tra Nord Reno westfalia, Galatina (Le) e Siena dove ho fatto finta di studiare legge per un lustro buono, ostinandomi senza motivo a passare esami con profitto. Intorno ai venti ho deciso di smettere. Sai com’è, alla fine si cresce. Sommelier Ais dal 2012, scrivo abbastanza regolarmente sul sito di Ais Sardegna. Sardegna dove vivo e lavoro da diciotto anni. Sono impiegato nella PA. Tralascerei i dettagli. Poi la musica. Più che suonare maltratto le mie numerose chitarre. E amo senza riserve rock prog blues jazz pur non venendo ricambiato. Dimenticavo, ho un sacco di amici importanti ma non mi si filano di pezza.

michieletto
GIORGIO MICHIELETTO.
Giornalista professionista: ieri cronaca nera, oggi rosa. Ieri, oggi e domani: rosso, bianco & co. Varesino di nascita e cuore, milanese d’adozione e testa. Corsista Ais. Se c’è una storia la deve raccontare.

augusta
SALVATORE AGUSTA.
Giramondo, Francia, Lituania e poi Argentina per finire oggi a New York. Laureato in legge, sono una sorta di “avvocato per hobby”, rappresento uno studio di diritto internazionale negli Stati Uniti. Poi, quello che prima era il vero hobby, è diventato un lavoro. Inizio come export manager più di 7 anni fa a Palermo con un’azienda vitivinicola, Marchesi de Gregorio; frequento corsi ONAV, Accademia del Vino di Milano e l’International Wine Center di New York dove passo il terzo livello del WSET. Ho coperto per un po’ più di un anno la figura di Italian Wine Specialist presso Acker Merrall & Condit. Attualmente ricopro la posizione di Wine Consultant presso Metrowine, una azienda francese in quel di New York. Avevamo bisogno di un italiano ed io passavo giusto di là. Comunque sono astemio.

troiani
ANDREA TROIANI.
Nasce a Roma dove lavora a mangia grazie al marketing digitale e all’e-commerce (sia perché gli garantiscono bonifici periodici, sia perché fa la spesa online). Curioso da sempre, eno-curioso da un po’, aspirante sommelier da meno.

 

Hanno scritto (o scrivono) per Intravino: Adriano Aiello, Massimo Andreucci, Davide Bonucci, Stefano Caffarri, Fabio Cagnetti, Manuele Colonna, Elena di Luigi, Tommaso Farina, Federico Ferrero, Michele Antonio Fino, Gianpaolo Giacobbo, Giulia Graglia, Federico Graziani, Cristiana Lauro, Giulia Mancini, Vittorio Manganelli, Mauro Mattei, Alessandro Masnaghetti, Terry Nesti, Arianna Occhipinti, Francesco Oddenino, Fabrizio Pagliardi, Alessio Pietrobattista, Marco Pion, Sara Porro, Samantha Vitaletti.