Pietro Stara

Cosa bevo a Ferragosto? Acqua, bella frizzante

Cosa bevo a Ferragosto? Acqua, bella frizzante

Ci sono cose molto divertenti, per parafrasare David Foster Wallace, che non vorrei fare mai più: ad esempio scrivere dei vini o delle birre che berrò a Ferragosto con gli amici, o con i famigliari, oppure da solo, in un … continua »

Eclissi di Luna (che è congiunzione tra la vite, la vendemmia e il vino)

Eclissi di Luna (che è congiunzione tra la vite, la vendemmia e il vino)

Prima che i fisici scoprissero nel Sole il nuovo ordinatore dei principi naturali, il sistema delle lunazioni costituiva il fondamento e il metodo indiscusso e severo a governo dei lavori agricoli. Con il suo sguardo freddo e ferrigno la Luna … continua »

L’alba della legislazione vitivinicola. Tutto inizia nel secolo XII con i comuni

L’alba della legislazione vitivinicola. Tutto inizia nel secolo XII con i comuni

Una contestazione radicale del sistema signorile venne mossa dai comuni a partire dalla fine del secolo XII. Sin dalla prima metà del secolo XII i comuni cittadini cominciarono ad affermare la propria autorità nel territorio circostante; il primo strumento di … continua »

Dal 1300 al 1600 questi libri hanno costruito l’immagine del vino moderno

Dal 1300 al 1600 questi libri hanno costruito l’immagine del vino moderno

L’importanza della letteratura enologica, agronomica e viticola in terra italica, a partire dal secolo XIV e soprattutto in quelli successivi, è davvero rilevante. Naturalmente non è pensabile parlare dei libri che si occupano di vino senza fare riferimento ad alcuni … continua »

Le donne sono assaggiatrici migliori? Avrei da ridire

Le donne sono assaggiatrici migliori? Avrei da ridire

In un recente articolo della rivista online WineNews si conferma, sulla base di dati scientifici (in)equivocabili, che le donne sono più brave dei maschi nel ruolo di assaggiatrici del vino. Due test a distanza ravvicinata di tempo: il primo del … continua »

Oroscopo vinoso di aprile

Oroscopo vinoso di aprile

Ritorna l’oroscopo vinoso, essendo stato apprezzato. E poi lo sappiamo che voi ci credete, a queste cose un po’ esoteriche. Questo, per dire, era l’oroscopo del mese precedente, semmai verificate quanto ci ha preso.

Ariete
La parola d’ordine di … continua »

Di che segno sei? Ecco il tuo oroscopo del vino

Di che segno sei? Ecco il tuo oroscopo del vino

Qualche sera fa ero con un amico. Si beveva vino, e si parlava del futuro. Che è sempre incerto, oscuro, e pieno di insidie. L’amico era talmente sperduto che mi diceva “ormai credo pure all’oroscopo, pur di capirci qualcosa”. E … continua »

Dialogo enoico con la mia coscienza

Dialogo enoico con la mia coscienza

Io: Buongiorno e ben svegliata!
La mia coscienza: Buongiorno a te! Vedo che hai ancora gli occhi da sonno, ma riesco comunque a vedermi allo specchio. Sai, certe volte, capita che lo sguardo mi trapassi da parte a parte; oppure, … continua »

Il problema di dare un nome alle uve e ai vini.  Il Piemonte nel Basso Medioevo ed altre indagini antiche

Il problema di dare un nome alle uve e ai vini. Il Piemonte nel Basso Medioevo ed altre indagini antiche

Uno dei maggiori problemi che impegna chi si occupa di storia in generale, e di storia vitivinicola in particolare, è la ricostruzione di una parte del passato attraverso la ricognizione dei nomi e del senso ad essi attribuito. Pochi chilometri … continua »

Epistenologia II di Nicola Perullo: per allargare lo sguardo occorre scostarlo

Epistenologia II di Nicola Perullo: per allargare lo sguardo occorre scostarlo

Avevo terminato la recensione di Epistenologia I citando il Calvino delle “Lezioni Americane” alla voce “leggerezza”. Ora apro con Italo Calvino, comunque dalle sue magnifiche “Lezioni Americane”, però dalla voce “molteplicità”. Italo Calvino riporta l’attacco del romanzo “Quer pasticciaccio brutto … continua »

Le annate non contano nulla? Non facciamo i furbi

Le annate non contano nulla? Non facciamo i furbi

Sarebbe meglio che non facessimo troppo i furbi: affermare che le annate non contano nulla è un po’ come sostenere che il consumo dei giorni, con tutti i suoi ammennicoli e trastulli vari, non avrebbe alcun esito sulla nostre vite. … continua »

Arrivare ad un vino da un altro vino: la barbera, per esempio

Arrivare ad un vino da un altro vino: la barbera, per esempio

Non è cosa strana per nessuno di noi, care lettrici e cari lettori: saltelliamo inopinatamente da un vino all’altro e, talvolta, mentre la bocca è amabilmente impegnata nel prolungato risucchio che porterà la parte retronasale a godere di sensi e … continua »