Andrea Gori

Pessac Leognan: i bianchi delle Graves 2017 e i rossi 2012 ripagano nel tempo

Pessac Leognan: i bianchi delle Graves 2017 e i rossi 2012 ripagano nel tempo

Tra i territori meno conosciuti del bordolese in Italia e, colpevolmente ma anche fortunatamente, ignorato dai grandi bevitori di etichette, Pessac Leognan si è presa negli ultimi anni diverse rivincite commerciali e qualitative, riuscendo a sviluppare un mercato di vini … continua »

Bordeaux 2017 Late En Primeur: sulla riva destra il manico sconfigge la gelata

Bordeaux 2017 Late En Primeur: sulla riva destra il manico sconfigge la gelata

Se non ci fossero state le note gelate primaverili nel 2017, ci saremmo trovati davanti ad una delle migliori vendemmie EVER per la riva destra a Bordeaux, con merlot e cabernet franc a livelli mai immaginati prima. Ma la sorte … continua »

Ciao, mi chiamo Belen Rodriguez e faccio la sommelier (da Contraste a Milano)

Ciao, mi chiamo Belen Rodriguez e faccio la sommelier (da Contraste a Milano)

Belen versione sommelier ci mancava. L’argentina più chiacchierata d’italia che su Instagram vive praticamente in un auto-reality ha documentato sulle storie la sua cena nel ristorante Contraste di Matias Perdomo, lanciandosi a sorpresa anche in qualche giudizio sui vini.

Si … continua »

Bordeaux 2017 Rive Gauche: il miglior rapporto qualità prezzo del decennio e St. Estephe sul tetto del mondo

Bordeaux 2017 Rive Gauche: il miglior rapporto qualità prezzo del decennio e St. Estephe sul tetto del mondo

Non è un bellissimo momento per i primeurs a Bordeaux e, nonostante la 2018 sotto esame questa settimana sia potenzialmente una delle migliori annate dal 2000 ad oggi, non si dormono sonni tranquilli. Rispetto ai tempi d’oro (ovvero fino al … continua »

Come costruire una carta dei vini vincente, a Identità Golose 2019 il panel con i top sommelier italiani

Come costruire una carta dei vini vincente, a Identità Golose 2019 il panel con i top sommelier italiani

In scena a Identità di Sala, la costola dedicata al servizio in sala del congresso milanese di alta cucina Identità Golose, è salito un panel d’eccezione di sommelier  e maestri di sala che ha raccontato cosa significa costruire … continua »

Veuve Clicquot La Grande Dame 2008 Brut e Rosè: il pinot nero regna sovrano

Veuve Clicquot La Grande Dame 2008 Brut e Rosè: il pinot nero regna sovrano

Una cuvée de prestige composta quasi esclusivamente da pinot nero è roba da sovversivi. Strano a dirsi l’audacia viene da una grande maison che non ha lesinato  sorprese nel corso degli ultimi anni a suon di rinfrescate all’immagine a partire … continua »

Sentirsi una rock star al Tennessee Campus di JackDaniel’s

Sentirsi una rock star al Tennessee Campus di JackDaniel’s

Ci vuole il fisico da barman (possibilmente giovine) per reggere i ritmi del Tennessee Campus di JackDaniel’s, il tour itinerante che racconta le meraviglie della distilleria più famosa d’America e, certamente, il più grande successo del mondo degli spirits: … continua »

De Buris, il Dom Perignon degli Amarone è qui. Con buona pace degli abbinamenti dei sommelier

De Buris, il Dom Perignon degli Amarone è qui. Con buona pace degli abbinamenti dei sommelier

La sfida è tosta, specie per un vino le cui ambizioni sono pari al suo grandissimo successo nelle scalate all’olimpo dei fine wines mondiali. In un mondo che va verso la leggerezza delle preparazione, l’onnipresenza di pesce carni bianche e … continua »

Le Bèrne, l’evoluzione di un cru del Nobile di Montepulciano

Le Bèrne, l’evoluzione di un cru del Nobile di Montepulciano

La storia delle Bèrne e della famiglia Natalini è esemplare per capire il recente passato di una denominazione come il Nobile di Montepulciano ma, soprattutto, per intravederne squarci di futuro, semprechè in zona prevalga l’interesse collettivo e non le fughe … continua »

Belle Epoque 2012, la prossima annata sensazionale in Champagne è già qui

Belle Epoque 2012, la prossima annata sensazionale in Champagne è già qui

Ne avevamo avuto già sentore tra gli assaggi di Modena e Merano e alcune gustose anteprime effettuate in Champagne, ma con l’arrivo delle prime cuvée de prestige e millesimati di pregio possiamo confermarlo: la 2012 è stata una grandiosa annata … continua »

Stephane Ogier in Côte Rôtie: la prevalenza del cru

Stephane Ogier in Côte Rôtie: la prevalenza del cru

È vero che pensando allo storytelling del Rodano vengono subito in mente la collina dell’Hermitage e lo Chateneuf du Pape, ma se vogliamo andare a vedere dove si è svolto davvero il miracolo di punteggi stratosferici e follie … continua »

Jean Louis Chave, i vini del granito e gli Hermitage più incredibili che esistano

Jean Louis Chave, i vini del granito e gli Hermitage più incredibili che esistano

“Dal troppo al troppo poco”: questa la posizione estremamente condivisibile della situazione attuale dei vini del Rodano settentrionale secondo Jean Louis Chave, erede della più antica dinastia di coltivatori di uva su questo fiume. Sia che parliamo di Hermitage continua »