Zuani. Dìcesi buono

di Fiorenzo Sartore

zuani_labelC’è un termine che l’enofilo advanced non usa gran che: “buono”. Troppo vago, o troppo comprensibile. Il fatto è che il Vigne 2008 di Zuani è buono. Forse quel che ti resta più impresso, assaggiandolo, è l’attacco morbido, una sorta di dolcezza sommessa ma suadente che va assieme al timbro salino, sulla lingua. Il naso esprime ben poco, giovane com’è questo 2008, anzi, ti fa pensare a cosa potrà divenire tra due-tre anni di vetro. Oggi è solo buono, di una bontà che ti fa capire perché il Collio friulano sia un parametro definitivo per i bianchi in Italia. 85/100, e migliorerà. Circa 18 euro in enoteca. Bravi davvero.

avatar

Fiorenzo Sartore

Vinaio. Pressoché da sempre nell'enomondo, offline e online.

8 Commenti

avatar

Rinaldo

circa 10 anni fa - Link

Solamente "buono" o è troppo o è troppo poco: la sintesi estrema di un capolavoro o il semplice giudizio soggettivo; accompagnarlo con indicazioni sperimentalmente verificabili aiuta a giustificarlo. Già le due indicazioni che dai aiutano a creare una precisa aspettativa.

Rispondi
avatar

yoel

circa 10 anni fa - Link

Fortunato io che ne ho avuta una bottiglia in regalo, così, senza saperlo. Attenderò un'occasione degna di lui allora, ma spero tu non abbia creato troppa aspettativa...

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 10 anni fa - Link

Come disse qualcuno, una buona bottiglia E' l'occasione giusta. Aspettiamo fiduciosi la controprova ;-)

Rispondi
avatar

yoel

circa 10 anni fa - Link

Verissimo. Però è anche vero che l'essenza della felicità deriva dalla sua condivisione. Scolarmi una boccia di bianco da solo (seppur ottimo) mi sembra quantomeno affrettato! E sarei molto più critico... Le faremo sapere!

Rispondi
avatar

Alessandro Morichetti

circa 10 anni fa - Link

Il vero modo di essere felici è fare felici gli altri, diceva Lord Robert Baden Powell. Beh, se proprio c'è da fare uno sforzo, si farà. Basta trovarsi a metà strada senza mani vuote ;-)

Rispondi
avatar

Alessandro Marra

circa 10 anni fa - Link

Non lo conoscevo, ho potuto assaggiarlo durante SuperWhites 2009 a Milano (ho degustato anche ZUANI ZUANI, etichetta nera, stesso uvaggio ma affinamento in legno - che però mi è piaciuto di meno) e mi ha impressionato! L'ho riassaggiato qualche giorno dopo e mi è piaciuto ancora di più! Queste le mie sensazioni: http://stralcidivite.blogspot.com/2009/06/zuani-vigne-2008-collio-doc-societa.html

Rispondi
avatar

Francesco Fabbretti

circa 10 anni fa - Link

Allora io ne ho assaggiato la copia fasulla... Chissà come mai i vini apprezzati spesso sono quelli che si fanno un sacco di pubblicità? non sarà che si rendono visibili per cui uno è istintivamente incuriosito e li assaggia trascurando gli ignoti? e per concludere 85/100 non li posso pagare 18 euro, per quella cifra ne esigo almeno 88 p.s. con quei soldi mi ci compro una boccia di Malvasia collio di Raccaro, o una e mezzo di sauvignon Vigna Traverso

Rispondi
avatar

Alessandro Marra

circa 10 anni fa - Link

bè, ottima malvasia quella di raccaro ma credo che - nel caso - dovresti paragonare lo zuani a vini della sua tipologia... Per quanto mi riguarda l'azienda di Patrizia Felluga manco la conoscevo prima di superwhites2009 a milano... Su una cosa -però- hai ragione: tra i vini presenti quella sera (circa un centinaio), scelsi di assaggiare lo zuani per via della bella etichetta. Se non fossi rimasto attratto da quella probabilmente continuerei ancora oggi ad ignorarlo...

Rispondi

Commenta

Rispondi a yoel or Cancella Risposta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.