Montemercurio | Essere Nobile a Montepulciano

di Gionni Bonistalli

Mons Mercurius è l’antico nome di una collina immersa nelle campagne dell’Etruria centrale, dove sorgeva un isolato tempio romano dedicato a Mercurio, dio dai piedi alati e messaggero dell’Olimpo. La storia ha trasformato questa collina e con il passare del tempo l’ha fatta diventare una delle cittadine toscane maggiormente legate alla viticoltura: Montepulciano. Monte di nobili, e terra di Vino Nobile. Montemercurio è anche l’inizio di una scommessa, per la famiglia Anselmi, con in testa il giovanissimo Marco, che ha deciso di trasformare la piccola tenuta di 3 ettari creata dal nonno Damo e di investire risorse e passione nel mondo vino di qualità. La ricerca della qualità è il messaggio principale che si riesce a percepire dall’assaggio dei vini di questa azienda, che già dalla prima annata di imbottigliamento (2007) è riuscita a sfoderare vini capaci di emozionare. Produzioni limitate e rese molto basse anche sul rosso, portano vini di grande intensità e struttura, con il prugnolo gentile sempre ben in evidenza.

Rosso di Montepulciano 2008 – 95% Sangiovese 5% Merlot
L’annata non è ancora in commercio. I profumi sono leggermente pungenti, con le note eteree e minerali in evidenza. Lentamente si aprono sentori speziati di china e liquirizia, accompagnati da sensazioni interessanti di prugna. L’assaggio è appena scomposto, con acidità e tannino che spigolano un po’. Si sente però un corpo invidiabile, segno che la materia c’è e sicuramente verrà fuori. Finale leggermente astringente, con buone sensazioni di ciliegia matura e lampone. Voto 84 in prospettiva.

Rosso di Montepulciano 2007 – 95% Sangiovese 5% Merlot
Il colore è come piace a me, rubino scarico con riflessi leggermente granati. I profumi sono decisi, ha un bel floreale, violetta e lavanda, e frutta scura matura, mirtillo e mora. Cenni di sottobosco. In bocca è pieno, rotondo, caldo. La sapidità c’è, ma forse manca un po’ di freschezza. Il tannino è farinoso e ti accompagna puntuale per tutto l’assaggio. Tornano nitide le sensazioni di mora. Un ottimo rosso. Voto 86

Nobile di Montepulciano “Messaggero” 2007 – 100% Sangiovese
Si alza l’asticella di una tacca e si percepisce immediatamente. I profumi sono più amalgamati, più raffinati. L’amarena ed il mirtillo, il pepe nero e la liquirizia. Poi cioccolato bianco, anice e anche cannella. In bocca si sente un tenore alcolico che sorregge una struttura molto importante. La salivazione aumenta. Il tannino è vigoroso, ruvido, ma non acerbo. Il vino scivola sul palato e ti lascia una gradevole sensazione di morbidezza e setosità. In bocca la frutta matura è diventata quasi confettura, sembra di percepirne la densità. Il finale è lungo, leggermente amaricante e ferroso, con ottimi ritorni balsamici. Voto 89

Nobile di Montepulciano “Damo” Ris. 2007 – 80% Sangiovese 20% altri vitigni
Il Damo è il cru aziendale, proveniente da un’unica vigna di oltre 50 anni. Vecchie barbatelle e vecchi innesti, che creano una miscellanea di vitigni, dove accanto al classico canaiolo, troviamo piccole percentuali di insoliti, ovvero barbera e carménère. Il risultato è un vino di classe, elegante e aristocratico. Il colore è rubino intenso con leggeri riflessi violacei, segno di gioventù. Si apre con sensazioni terziarie, cuoio e tabacco dolce, e intensa mineralità. La ciliegia è sotto spirito e il balsamico esplode in sentori finissimi di eucalipto. L’assaggio è glicerico, cremoso. Entra con forza, ma si espande in grassezza e freschezza. La sapidità è quasi salsedine. Il tannino è fine, setoso, anche se rilascia ancora sensazioni leggermente astringenti. Finale vellutato e armonico, lunghissimo e invogliante. Voto 92

Vinsanto 1986
Difficile da descrivere un vinsanto così estremo. È impressionante per colore, intensità e freschezza nonostante i quasi 25 anni di caratello. Il colore è ambrato, più tendente al marrone, ma con l’unghia dorata e brillante. Uno spettacolo. I profumi sono variegati, dal sandalo al mallo di noce, dal fico secco al dattero e poi lavanda e caramello, ma potrei continuare ancora per molto. Tutto mischiato, arruffato, confuso e poi all’improvviso netto e nitido. Spiazzante. In bocca è denso, viscoso. L’assaggio inizia grasso, dolcezza allo stato puro, ma poi spunta l’acidità che non ti aspetti, quella che ti rinfresca tutta la bocca. Frutta secca e albicocca candita, ma anche menta e torroncino. Scende delicatamente e il sorso è morbido e avvolgente. Lunghissimo è forse riduttivo. Il voto è superfluo e comunque non renderebbe l’idea. Un vino da contemplazione.

Se il buongiorno si vede dal mattino, si prospettano delle gran belle giornate a Montemercurio.

Azienda Agricola Montemercurio
Via di Totona, 25/A – Montepulciano (SI)
Immagini: www.montemercurio.com

Extra Bonus: presentazione del Damo 2007 a casa di Andrea Gori.

Gionni Bonistalli

"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo"

17 Commenti

avatar

antonio boco

circa 8 anni fa - Link

Molto d'accordo. Per me è già uno dei riferimenti a Montepulciano. Vedremo se saprà mantenere le attese (a questo punto alte)...

Rispondi
avatar

attoadivenire

circa 8 anni fa - Link

Sicuramente un'azienda da visitare e conoscere

Rispondi
avatar

esperio

circa 8 anni fa - Link

Hai detto pepe nero? Per fare un po' il diavolo, non e' che nel montepulciano ci sia caduto, accidentalmente, un po' di quel merlot che gira disinvltamente per la zona?

Rispondi
avatar

Gionni Bonistalli

circa 8 anni fa - Link

Ciao Esperio, sei molto attento, come sempre direi... Da scheda l'uvaggio del Nobile è 100% sangiovese e il merlot, che invece è evidente nel rosso, non sembra esserci...

Rispondi
avatar

Carema86

circa 8 anni fa - Link

nel Nobile Damo c' è 20% di altre varietà come scritto in questo articolo però...

Rispondi
avatar

gionni1979

circa 8 anni fa - Link

Certo, ma in quel 20% non c'è Merlot. Da scheda in quella vecchia vigna specifica ci sono soltanto Canaiolo, Montepulciano, Barbera e Carmenere.

Rispondi
avatar

Carema86

circa 8 anni fa - Link

ok ok non mi tornava il 100% sangioveto. Saluti

avatar

antonio boco

circa 8 anni fa - Link

Sicuro non è caduto nel montepulciano (!)

Rispondi
avatar

Olimarox

circa 8 anni fa - Link

Ma come mai ogni video del Gori sembra filmato di nascosto da un complice delle Iene?

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 8 anni fa - Link

in realtà è girato in Panavision HD e 3d multivision stereoscopico poi remixato e ingiallito per sembrare più artigianale, bravi, eh?

Rispondi
avatar

Olimarox

circa 8 anni fa - Link

Dei fenomeni. La prossima volta levate almeno la telecamera dalla borsetta del complice, tanto vi hanno sgamati.

Rispondi
avatar

Emiliano Falsini

circa 8 anni fa - Link

A parte i commenti sul Merlot...che sono leciti, vivendo in Italia... Ringrazio Gioanni e Andrea per la presentazione, per me all'inizio è stata un grande onore cimentarmi in un Cru di una zona storica come Montepulciano e sono felice di aver trovato un vecchio vigneto come quello impiantato da Nonno Damo che ci regala sempre un vino unico e affascinante che parla solo il linguaggio di quel pezzetto di Montepulciano ma sopratutto sono contento di aver trovato in Marco un ragazzo con grande passione e dedizione al lavoro in vigna, la prossima sfida spero che sarà la biodinamica....perchè siamo convinti che sia la strada giusta per caratterizzare e far esprimere ancora al meglio il nostro terroir, la sfida continua con sempre più passione e voglia di diventare un punto di riferimento della denominazione!!! Vi aspettiamo all'anteprima con Nobile 08, Damo07 e Nobile 09!!

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 8 anni fa - Link

Quanto costano questi prodotti ??

Rispondi
avatar

Gionni Bonistalli

circa 8 anni fa - Link

I prezzi indicativamente in enoteca sono questi: Rosso sui 9/10 €, Nobile sui 18/20 €, Damo sui 38/40 €, il Vinsanto non credo che sia in commercio.

Rispondi
avatar

Montosoli

circa 8 anni fa - Link

Grazie e complimenti per il post...

Rispondi
avatar

gionni1979

circa 8 anni fa - Link

Grazie a te ;-)

Rispondi
avatar

Marco

circa 8 anni fa - Link

Buomgiorno a tutti! Mi sono accorto adesso di questo splendido articolo scritto egregiamente da Gionni! Grazie mille Gionni!!!!! A questo punto non mi posso più sottrarre alle critiche...la fortuna del principante non conta più!!!!!cercherò sicuramente di mantenere questo standard di qualità ...anzi no...sicuramente cercherò di migliorare..e spero che nel futuro possa riuscire a soddisfare i vostri palati con i nostri umili prodotti!! Grazie mille a tutti!! Vi aspetto all'anteprima del Vino Nobile dal 18 al 20 Febbraio!!!!!!!

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.