A un millimetro dalla perfezione: Winston Churchill 2009 Pol Roger

A un millimetro dalla perfezione: Winston Churchill 2009 Pol Roger

di Andrea Gori

Il “Sir” più amato degli Champagne, divenuto ormai icona mondiale e acquisto imprescindibile dopo anni di inspiegabile gavetta all’ombra di cuvée de prestige più comuni e note, giunge sul mercato in ordine cronologico rispettando l’andamento del millesimo in parziale controtendenza con chi ha preferito far uscire la 2008 prima della 2009.

Una scelta che poteva far discutere e accusare Pol Roger di anacronismo e di poca elasticità e furbizia commerciale ma l’assaggio porta a rivalutare decisamente la scelta della maison. Nel bicchiere ha colore dorato con bagliori smeraldini, un naso che si pone  di certo come  il più incantevole tra i 2009 mai assaggiati, un coacervo emozionale balinese di frangipane e curcuma, craie affiorante e  talco, un’idea di palissandro poi lauro bianco, fichi, cedri rossi e bergamotto.

Al primo impatto in bocca si esalta il  fiore della vite e la zagara, emerge una dolcezza iodata, di ostrica belon e anice, la bocca è tirata senza esplosione con nota gourmand  di frutta rossa, mela e mirtillo (omaggio alla grande componente di pinot nero nel blend) uniti a vaniglia, mandorla dolce, nocciole e lieviti che si rincorrono per dei minuti al palato mescolandosi ad una bollicina grintosa e una piccantezza acida quasi spiazzante. Come altre annate calde di importanti cuvée mostra un tratto di incompiutezza, ma lascia traguardare con alcune note verdi e croccanti una realtà ancora più sfaccettata nel medio periodo.

Quasi a dire, godetene adesso ma con quel tocco di parsimonia che ve lo farà apprezzare meglio tra qualche anno. 97+

Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze dal 1901 – è il primo a occuparsi seriamente di vino. Biologo, ricercatore e genetista, inizia gli studi da sommelier nel 2004. Gli serviranno 4 anni per diventare vice campione europeo. In pubblico nega, ma crede nella supremazia della Toscana sulle altre regioni del vino, pur avendo un debole per Borgogna e Champagne. Per tutti è “il sommelier informatico”.

4 Commenti

avatar

Lanegano

circa 4 mesi fa - Link

Dosaggio ? E' indicato ?

Rispondi
avatar

franco

circa 4 mesi fa - Link

sempre stato un segreto, mi pare

Rispondi
avatar

Andrea Gori

circa 4 mesi fa - Link

stavolta pare sia 7gr/lt ma ovviamente non è indicato

Rispondi
avatar

Brunello Demarchi

circa 2 giorni fa - Link

Confermo 7g/litro

Rispondi

Commenta

Sii gentile, che ci piaci così. La tua mail non verrà pubblicata, fidati. Nei campi segnati con l'asterisco, però, qualcosa ce la devi scrivere. Grazie.