Ho provato a prenotare nei primi 10 ristoranti al mondo della 50 Best. Risultato: mission impossible

Ho provato a prenotare nei primi 10 ristoranti al mondo della 50 Best. Risultato: mission impossible

di Leonardo Romanelli

L’appuntamento è segnato sull’agenda con la matita rossa: ore 10,00 del 1° settembre 2017. È l’orario di inizio per richiedere una prenotazione all’Osteria Francescana di Modena per il mese di dicembre. Non si può assolutamente perdere l’occasione quindi, onde … continua »

Lume a Milano. Luigi Taglienti è un Sandro Chia della Transavanguardia in cucina

Lume a Milano. Luigi Taglienti è un Sandro Chia della Transavanguardia in cucina

di Leonardo Romanelli

La prima cosa che ti viene in mente arrivando, magari girovagando per la città è: solo a Milano! Sì, solo a Milano si può pensare e realizzare un ristorante di “alto livello” (si dice così vero?) in un capannone industriale … continua »

Se proprio non riesci a bere i cab della Napa Valley almeno goditi Despacito

Se proprio non riesci a bere i cab della Napa Valley almeno goditi Despacito

di Fiorenzo Sartore

Sembra una normale giornata qualsiasi qui nel gruppuscolo liquido e sulla nuvola che forma questa blogzine che stai leggendo adesso (oddio che lungo giro di parole per non dire “Intravino”). Ho appena rimentalizzato che l’acronimo tgif vuol dire thank god continua »

8 pinot noir dell’Oregon scelti da André Compeyre, il sommelier di Aldo Sohm

8 pinot noir dell’Oregon scelti da André Compeyre, il sommelier di Aldo Sohm

di Salvatore Agusta

Non capita tutti i giorni di sedersi al tavolo con persone del calibro di André Compeyre. Non capita tutti i giorni di alzarsi da quel tavolo con la consapevolezza di aver incontrato una persona speciale, oltre che un vero … continua »

A Bevagna c’è Bellafonte, un produttore chic che fa vini scicchissimi

A Bevagna c’è Bellafonte, un produttore chic che fa vini scicchissimi

di Francesco Bucci

Avete presente quelle foto che circolano su internet in cui gli animali assomigliano in maniera inverosimile ai loro padroni? Conoscere l’uomo ed assaggiare i vini di Peter Heilbron della Tenuta Bellafonte (Bevagna) mi ha fatto venire in mente quelle immagini. … continua »

I 50 anni di Montevertine. La storia meravigliosa di Sergio e Martino Manetti, di Giulio Gambelli e Bruno Bini

I 50 anni di Montevertine. La storia meravigliosa di Sergio e Martino Manetti, di Giulio Gambelli e Bruno Bini

di Andrea Gori

Le Pergole Torte non è mai stato solo un vino. Oppure è successo per pochi anni, quando da piccolo gioiello underground si è trasformato in una solida certezza, ideologica e artigianale, che ha saputo attraversare indenne gli anni ’90, l’epoca … continua »

E poi venne il caldo: Panzano tra la mitica vendemmia 1997 e la 2007 in 24 assaggi

E poi venne il caldo: Panzano tra la mitica vendemmia 1997 e la 2007 in 24 assaggi

di Andrea Gori

Nel giorno in cui la sonda Cassini finisce la sua missione vaporizzandosi su Saturno, dopo vent’anni di volo interplanetario, si tiene la prima giornata di Vino al Vino, classica degustazione delle aziende di Panzano, l’oasi bio del Chianti Classico. Anche … continua »

Il Gin Day 2017 è tonico e sta crescendo

Il Gin Day 2017 è tonico e sta crescendo

di Thomas Pennazzi

Il Gin Day, due anni dopo: mi riaffaccio alla due giorni dedicata allo spirito inglese per eccellenza, per vedere che aria tira e cosa è cambiato nel pazzo ginepraio milanese.

La manifestazione si è fatta adulta: da questa edizione … continua »

Cosa c’è di male nel bere anche un po’ di etichetta?

Cosa c’è di male nel bere anche un po’ di etichetta?

di Andrea Troiani

Nella battaglia schizofrenica contro l’enofighetto che dimora in me, mi trovo spesso a frenare le prese di posizione “snobette” e parecchio modaiole che tentano il mio lato enoicamente peggiore.
“Non bevo le etichette bevo il vino, IO” (la lettera maiuscola … continua »

Coulée de Serrant in verticale iniziando da un sorprendente 1987

Coulée de Serrant in verticale iniziando da un sorprendente 1987

di Redazione

Proseguono i contributi di Lisa Foletti, dopo questo primo post, che ha avuto un bel consenso – ve l’avevamo detto, che era niente male. Se va avanti così, Lisa diventa intravinica sul serio.

Avete presente Vitangelo Moscarda, detto Gegè, … continua »

Ecco 50 migliori vini d’Italia per i Best Italian Wine Awards 2017. Vince…

Ecco 50 migliori vini d’Italia per i Best Italian Wine Awards 2017. Vince…

di Alessandro Morichetti

Da qualche tempo mi sono imposto di non commentare più certe classifiche perché ad essere schietti e realistici ci si fanno troppi nemici. Quella sotto è la classifica dei 50 migliori vini d’Italia secondo i Best Italian Wine Awards (… continua »

Se l’identità territoriale è la foto sbiadita di un mondo irrimediabilmente scomparso

Se l’identità territoriale è la foto sbiadita di un mondo irrimediabilmente scomparso

di Pietro Stara

Prendo un bel respiro e leggo il titolo del convegno: “Primo tavolo. Della qualità e altre piccole cose: il territorio e la sua costruzione identitaria. Come si costruisce sui territori la valorizzazione dei prodotti in relazione alla qualità e alla … continua »

Contraste di Matias Perdomo e il concetto di cucina sartoriale

Contraste di Matias Perdomo e il concetto di cucina sartoriale

di Leonardo Romanelli

Lo sguardo è leggermente ombroso, velato da quella malinconia che sembra accomunare tutti coloro che sono dovuti partire da casa per avere fortuna e successo: Matias Perdomo, cuoco uruguagio (o uruguaiano, scegliete voi), titolare del ristorante Contraste di Milano, … continua »